Le notizie più importanti

Acquaroli 48,5% guida sempre più Mangialardi 37,7%

Elezioni regionali nelle Marche 2020, risultati live: sulla base dell’ultima proiezione di Opinio Rai, candidato di centrodestra Francesco Acquaroli, Fdi è al 48,5%, seguito da Maurizio Mangialardi Pd.Iv al 37,7%. Gian Mario Mercorelli, M5, è all’11%.

Elezioni regionali 2020, seggi chiusi. Sondaggio all’uscita della Rai: centrosinistra poco avanti in Toscana. Puglia in bilico. Referendum, 60-64% sì

Centro-sinistra davanti (Giani al 43,5% -47,5% Ceccardi 40-44%), in bilico (Emiliano 39-43%, Fitto 39-43%). Sì, un netto vantaggio nel referendum sulla riduzione dei parlamentari: 60-64%. Questi i risultati dei sondaggi di Rai Exit con i sondaggi appena chiusi. Nessuna partita in Veneto secondo i sondaggi istantanei: Zaia 70-74%, Lorenzoni 16-20%.

Marche, candidati in lista

Otto candidati in corsa per la prima carica regionale: Francesco Acquaroli (coalizione di centrodestra, indicata da Fdi), Sabrina Banzato (Vox Populi), Alessandra Contigiani (Riconquista Italia), Roberto Mancini (‘Dipende da no’), Maurizio Mangialardi (coalizione di centrosinistra), Gian Mario Mercorelli (Movimento 5 Stelle), Fabio Pasquinelli (Partito Comunista) e Anna Rita Iannetti (movimento “No Vax”). Nelle Marche sono chiamate alle urne 1.310.843 persone che eleggeranno il decimo presidente della Regione e 30 consiglieri regionali tra i 510 candidati delle liste a sostegno degli otto candidati alla carica di governatore. Il distretto di Ancona eleggerà 9 consiglieri, quello di Pesaro 7, Macerata 6, Fermo 4, Ascoli Piceno 4, secondo quanto previsto dalla legge elettorale marchigiana. I primi dati sulla partecipazione parziale verranno registrati alle 12 di oggi.

Elezioni regionali 2020, i dati

La legge elettorale, che regola il voto regionale nelle Marche, risale al 2015 e prevede un turno unico senza possibilità di voto. Il candidato che ottiene anche un punto in più dei suoi sfidanti viene eletto governatore. La legge elettorale 2015 ha ridotto il numero dei seggi in Consiglio regionale da 42 a 30. Ogni circoscrizione elegge un numero variabile di candidati (rispettivamente 9 ad Ancona, 7 a Pesaro, 6 a Macerata, 4 ad Ascoli e Fermo). Il premio di maggioranza è composto da 16 seggi se il vincitore ottiene una percentuale di voti dal 34 al 37%; i seggi diventano 17 se il consenso è compreso tra il 37 e il 40% e 18 se il vincitore ottiene più del 40% dei voti. Nelle Marche c’è una soglia del 5% o del 3% se la coalizione ha raggiunto questo dato in media su tutta la regione; non c’è voto separato. Ultimo aggiornamento: 18:41


© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Sospeso Detto Fatto, replica dello spettacolo di lingerie: nuove polemiche - Corriere.it

Narciso Borroni

"Drogato di zombi. Studente. Organizzatore. Pensatore. Appassionato di Internet. Fanatico di alcol hardcore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close