Alleati globali si uniscono al Canada in una dichiarazione congiunta contro la diplomazia degli ostaggi

Alleati globali si uniscono al Canada in una dichiarazione congiunta contro la diplomazia degli ostaggi

Quasi 800 giorni dopo che le autorità cinesi hanno sequestrato Michael Kovrig e Michael Spavor, il governo canadese si è assicurato il sostegno di altri 57 paesi per una condanna congiunta della diplomazia degli ostaggi, ma senza alcuna promessa di agire contro paesi che arrestano cittadini stranieri come strumento diplomatico.

I più stretti alleati del Canada si sono uniti ai paesi caraibici e africani, oppositori del Cremlino e dell’Unione europea nel firmare una dichiarazione contro la detenzione arbitraria nelle relazioni tra Stati. Tali arresti mettono in pericolo i viaggi e il commercio che sono fondamentali per l’economia globale, hanno affermato.

La dichiarazione “cerca di fare pressione sui Paesi che lo fanno, e di dire loro che è del tutto inaccettabile e che ci saranno forse conseguenze per i Paesi che la ignorano”, ha dichiarato lunedì il ministro degli Esteri Marc Garneau. Ha evitato di invocare direttamente la Cina, sebbene Ottawa abbia costantemente accusato Pechino di detenere arbitrariamente il signor Kovrig e il signor Spavor, che sono stati incarcerati mentre la Cina chiede il rilascio del leader di Huawei Meng Wanzhou.

La storia continua sotto l’annuncio

La dichiarazione è un primo passo, ha affermato Garneau, mostrando come esempio incoraggiante la campagna condotta dal Canada che alla fine ha portato a un trattato internazionale contro le mine antiuomo. Ma un quarto di secolo dopo la firma del trattato, Cina, Russia e Stati Uniti devono ancora firmare. Allo stesso modo, Cina, Russia e Iran – tutti accusati di diplomazia degli ostaggi – non hanno firmato la dichiarazione.

Washington ha dato il suo sostegno ufficiale, tuttavia, e “il fatto che così tanti paesi appoggino questa dichiarazione è un segno della sua forza”, ha detto il segretario di Stato americano Antony Blinken. Gli esseri umani, ha detto, “non sono una merce di scambio”.

READ  Donna dell'Alaska che usa la dipendenza attaccata da un orso, dal basso - notizie dal mondo

Rimane aperta la questione se i paesi possano essere persuasi a portare il discorso all’azione contro coloro che praticano la diplomazia degli ostaggi, specialmente se hanno un potere economico, come la Cina. Molti paesi occidentali hanno criticato Pechino, ad esempio, per la sua politica nei confronti della minoranza uigura nella regione dello Xinjiang occidentale. Al di fuori degli Stati Uniti, tuttavia, c’è stata in gran parte una riluttanza a intraprendere azioni significative.

E lo stesso Canada non ha intrapreso alcuna azione diretta contro la Cina per l’arresto del signor Kovrig e del signor Spavor, rifiutandosi di sanzionare i funzionari cinesi o di rispondere in natura quando Pechino ha inizialmente bloccato le importazioni di alcuni prodotti agricoli.

“Abbiamo bisogno che le democrazie parlino di più dei principi che difendono, più determinate a difenderle e più unite per farlo”, ha detto Amal Clooney, relatore dell’International Bar Association Human Rights Institute, che ha parlato in un lancio virtuale della dichiarazione di lunedi.

“Questa dichiarazione dovrebbe essere completata da misure coercitive per darle un morso, in modo che la detenzione arbitraria porti a conseguenze concrete che proteggano i detenuti e puniscano i detenuti”, ha detto, suggerendo sanzioni finanziarie e di viaggio contro i funzionari responsabili.

La dichiarazione fa anche poco per definire la diplomazia degli ostaggi, che ha permesso ad alcuni in Cina di trasformare il testo a vantaggio della Cina, anche prima della sua pubblicazione.

La storia continua sotto l’annuncio

Pechino ha accusato il Canada di detenere arbitrariamente la signora Meng, che sta combattendo l’estradizione negli Stati Uniti per frode, e “la cosiddetta dichiarazione sembra più una ‘confessione’ che ammette l’errore che il Canada ha fatto nell’affare Meng ‘, Lu Xiang , ha detto sabato al Global Times, guidato dal Partito Comunista, un ricercatore dell’Accademia cinese delle scienze sociali. Il giornale, il cui testo tagliente non sempre riflette le opinioni ufficiali, ha citato esperti che affermano che la dichiarazione diplomatica degli ostaggi equivale a “un attacco aggressivo e sconsiderato progettato per provocare la Cina”.

READ  10 pazienti Covid sono morti. quello che è successo

L’ambasciata cinese a Ottawa ha definito il Canada “ipocrita e spregevole” per la sua leadership nella dichiarazione. “Da un lato, la parte canadese afferma di difendere lo stato di diritto e di opporsi alla detenzione arbitraria. D’altra parte, funge da complice degli Stati Uniti e aiuta gli Stati Uniti a utilizzare Meng Wanzhou come merce di scambio per opprimere le aziende cinesi “, ha detto l’ambasciata. Ha definito la Cina un “paese di diritto” che ha arrestato il signor Kovrig e il signor Spavor per aver minato la sicurezza nazionale cinese. Le autorità cinesi non hanno fornito prove per queste accuse; nel 2014, la sicurezza dello stato ha arrestato il canadese Kevin Garratt per violazioni simili sulla base delle foto che aveva scattato, inclusa quella di un ponte che è una popolare attrazione turistica.

Le stesse organizzazioni per i diritti umani hanno accusato alcuni dei firmatari della dichiarazione di praticare la detenzione ingiusta. “Se i governi restano in silenzio quando i loro alleati detengono arbitrariamente persone, ciò mina la lotta contro tutte le forme di detenzione arbitraria”, ha detto Kenneth Roth, direttore esecutivo di Human Rights Watch. Ha individuato gli Stati Uniti per la loro continua incarcerazione di prigionieri a Guantanamo Bay, e Israele, che è stato accusato di detenere centinaia di palestinesi per ordine di detenzione amministrativa senza accusa o processo.

Eppure il numero di firmatari della dichiarazione guidata dal Canada riflette la crescente frustrazione globale per le tattiche dei regimi autoritari e il crescente disagio per ciò che l’ascesa al potere della Cina potrebbe significare per l’ordine internazionale, il periodo postbellico e le istituzioni che lo hanno sostenuto. La dichiarazione equivale a “l’inizio di una crescente alleanza per la difesa”, ha detto Mark Brantley, ministro degli Esteri per Saint Kitts e Nevis.

READ  Il Fondo Jeffrey Epstein interrompe bruscamente i pagamenti alle vittime

I piccoli paesi “dipendono dallo stato di diritto internazionale. Pertanto, qualsiasi sforzo che supporti il ​​diritto internazionale e rafforzi gli standard internazionali è un altro gradito livello di protezione “, ha affermato E. Paul Chet Greene, Ministro degli affari esteri di Antigua e Barbuda.

L’Australia, che ha anche accusato la Cina di prendere in ostaggio i suoi cittadini, intende “collaborare con i nostri partner internazionali per contrastare questa attività dannosa”, ha detto il ministro degli Esteri Marise Payne. Ma, ha ammonito il ministro degli Esteri ceco Tomas Petricek, “affinché questa iniziativa abbia successo, abbiamo bisogno del maggior numero possibile di firmatari”.

La storia continua sotto l’annuncio

Tra i sostenitori più accesi della dichiarazione c’erano i paesi in conflitto con la Russia. “Crediamo che si possa fare molto di più in questo settore attraverso la cooperazione tra Stati, in modo che i nostri cittadini siano liberi da una simile pratica di anarchia”, ha detto David Zalkaliani, ministro degli Esteri della Georgia. Ha accusato la Russia di utilizzare la detenzione arbitraria “come strumento di destabilizzazione”.

La Russia ha arrestato e imprigionato circa 100 ucraini per motivi politici, ha affermato Dmytro Kuleba, vice primo ministro ucraino per l’integrazione europea ed euroatlantica dell’Ucraina. Per fare il cambiamento, ha detto, “dobbiamo essere uniti e parlare a voce alta”.

Le nostre newsletter Morning Update e Evening Update sono scritte dagli editori di The Globe, fornendo un breve riepilogo dei titoli più importanti della giornata. registrati oggi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega