Come l’Unione europea ha sempre preferito prendere il potere sulla democrazia

Come l’Unione europea ha sempre preferito prendere il potere sulla democrazia

Lunga visione

Anderson paragona van Midlar a Friedrich Gintz, il principale collaboratore del diplomatico austriaco Clemens von Metternich nel plasmare la controrivoluzione nell’Europa post-napoleonica. Gintz si rese conto che il Congresso di Vienna era poco più di un piano in base al quale “i vincitori dovevano condividere tra loro il bottino sottratto ai vinti”. Tuttavia, l’Unione europea fa eco al regime di Metternich: nel perseguimento della sicurezza collettiva, limita le aspirazioni separate degli Stati nazione.

Van Middelar fece i suoi paragoni nel diciannovesimo secolo. I fondatori del sindacato, dice, hanno sentito una “profonda consapevolezza” dell ‘”eredità dell’Alleanza d’Europa” – che era un’intesa comune tra le potenze europee che hanno mantenuto la pace nel continente per decenni nella prima metà del secolo e ancora fino a quando Prima guerra mondiale. Il Consiglio europeo aveva, dice, “la Vienna contemporanea 1814-1815” – nel momento in cui il Congresso di Vienna, tenutosi dopo la sconfitta di Napoleone, istituì un sistema di incontri tra potenti Stati europei per risolvere le loro divergenze.

Ai nostri giorni, il progetto europeo può raggiungere risultati collettivi che sono al di là della portata dei singoli stati, ma solo il Consiglio europeo ha la leva per affrontare le questioni più grandi all’interno della struttura del progetto.

Al contrario, dice Anderson, “Van Middlair non lascia dubbi sul rispetto molto minore che gli viene accordato dalla commissione, un’utile ma monotona fabbrica di regole, un parlamento, una burrascosa caverna di parole”. Inoltre, tutte le decisioni del Consiglio vengono prese “a porte chiuse, in deliberazioni per le quali non si tiene verbale, e si raggiungono dichiarazioni oggettive sotto il sigillo di un consenso che supera di gran lunga qualsiasi detto popolare”. Quanto alla Corte di giustizia, essa “delibera in segreto, vieta la pubblicazione di qualsiasi sentenza contraria ad essa, ed emette le sue sentenze come decreti unanimi”.

READ  Tasse, arriva il nuovo 730: cambia la dichiarazione dei redditi

L’approvazione di Van Middler di questa situazione è testimoniata dalla sua ammirazione per la serie di colpi di stato che l’hanno condotta: “le loro vittime colte di sorpresa e confrontate con un fatto compiuto che non può essere invertito” – anche se il colpo di stato “non è un termine qualsiasi forma di politica democratica ”.

In questo, Van Midlar stava intenzionalmente seguendo Gabriel Node e il suo “libro davvero straordinario”, “Considerazioni politiche sui colpi di stato”, scritto nel secolo dopo Machiavelli, elogiando azioni sorprendenti, segrete e sorprendenti, alcune come fulmini, altre invisibili a sostegno di interessi statali. Secondo Naudi, l ‘”élite illuminata” deve dominare le “masse energizzate”.

Governi deboli nell’Europa meridionale

È stato da una nuova posizione di consigliere speciale del primo presidente a tempo pieno del Consiglio europeo, Hermann van Rompuy, che Van Medlar ha potuto monitorare da vicino le azioni dell’Unione europea, producendo, dopo quattro anni su questo punto distinto , un nuovo libro intitolato Alarums and Excursions: Improvisation of Politics on the European Stage.

Qui Van Middlar ha elogiato – questa volta senza chiamarli “colpi di stato” – la manovra con cui le misure per salvare l’euro hanno aggirato il Trattato di Maastricht e hanno cavalcato bruscamente “i governi deboli dell’Europa meridionale”. Oltre ad aggirare l’opposizione del Regno Unito all’accordo finanziario.

Ha elogiato l’accordo mediato da Angela Merkel con Recep Tayyip Erdogan sui rifugiati come politicamente vitale, ma “moralmente e legalmente discutibile”.

Brixi

Quanto alla Brexit, la linea dura seguita da Bruxelles, a sostegno di Dublino e con il sostegno di Parigi e Berlino, ha segnato l’inizio della maggiore età dell’Unione Europea: “Francamente, non sarà nell’interesse dell’Unione che le cose vadano ben dopo la Brexit, mentre la Commissione dimostrerà il proprio valore rivelando al pubblico quanto sia difficile sfuggire alle sue grinfie.

READ  Valuta digitale italiana | Il blog di Beppe Grillo

Tuttavia, Anderson si chiede come il mancato soddisfacimento delle richieste minime di libertà di movimento di David Cameron possa essere descritto come una “vittoria per l’arte di governo europea”, dato quanto vago questo principio fosse espresso nelle disposizioni del Trattato di Roma.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega