Sport

Coppa America: appoggio italiano all’appello per porre fine alle frustrazioni

Lo sfidante da record Luna Rossa, impegnato con American Magic, ha avuto dubbi sull'AC75 durante questo torneo di Coppa America.

Core 36 | Borlenghi Studio

Lo sfidante da record Luna Rossa, impegnato con American Magic, ha avuto dubbi sull’AC75 durante questo torneo di Coppa America.

Un pioniere di Project Italy nell’America’s Cup ha sostenuto la visione del New York Yacht Club di allontanarsi dalla frustrazione della concorrenza e restituire la concorrenza alle calzature tradizionali.

New York, che sostiene la promettente American Magic Oakland Challenge 2021, ha indicato che se reclameranno la Auld Mug Cup, organizzeranno il prossimo trofeo per navigare in un “maestoso monoscafo di 80-100 piedi, riportando la barca in acqua”.

L’America’s Cup è stata una partita fallita nelle ultime tre edizioni, poiché il team Emirates Airline New Zealand è passato a un gioco monoscafo da 75 piedi per Oakland dopo aver utilizzato le barche frustrate a San Francisco e Bermuda.

Todd Niall / Staff

Lo skipper di Luna Rossa Max Sirena su quanto appreso.

Ricardo Bonadio, già decano del Costa Smeralda Yachting Club e responsabile delle campagne Azzurra nel 1983 e 1987, pionieri dell’Italia nella Copa America, ha dichiarato: stampa: “Deve esserci uno sviluppo tecnologico, ma sulle barche che stanno navigando. Condivido l’idea del New York Yacht Club di un nuovo scafo da 80 a 100 dislocanti per il prossimo rilascio.”

Leggi di più:
* Coppa America: il futuro è minacciato
* Coppa America: gli italiani fanno saltare in aria una nuova barca “ostile”
* Luna Rossa dichiara che la barca della New Zealand Cup per la Nuova Zelanda è “troppo dura e troppo estrema”

Ha detto che era tutto per i progressi tecnologici, ma lo vuole su barche che navigano invece di volare.

READ  Bakayoku sposta davvero gli equilibri, Gattuso al bivio

“Con l’AC75 siamo entrati in un’altra dimensione, dove l’aerodinamica è più importante dell’idrodinamica”, ha detto Bonadio. stampa.

“In realtà, stiamo parlando di volo, non di navigazione. Le capacità di navigazione dell’equipaggio non sono più migliorate, ma per quest’ultima sono necessarie altre caratteristiche”.

Ricky Wilson / Staff

American Magic e Luna Rossa gareggiano in pratica, alcune delle loro mosse sembrano ballare sull’acqua.

Bonado ha accusato la piccola flotta di quattro barche in competizione ad Auckland 2021 per gli enormi costi coinvolti nel complesso AC75 che ora naviga oltre i 50 nodi.

Ha detto che stava sostenendo Luna Rossa ad Auckland per via del loro rapporto italiano e “perché c’è Patrizio Bertelli (CEO di Luna Rossa), che ha fatto molto per navigare e che se lo merita”.

Tornando alla nautica tradizionale, Bonadio ha aggiunto: “Spero che Bertelli ci pensi anche e possa attuare questo cambiamento”.

Bertelly ha espresso regolarmente le sue preoccupazioni per gli AC75, credendo che il team neozelandese avesse respinto il concetto di monoscafo.

Cino Ricci condivide la frustrazione di Bonado, superato dalle sfide del 1983 e del 1987 da Azzurra.

Ritchie disse: “Non vedo cambiare le vele, né vedo gli uomini che si muovono insieme sulla nave per attuare l’intuizione del tattico e del timone”. stampa In un’intervista separata.

“Insomma, non vedo l’arte della vela. Per me questo significa sfruttare il vento in base alle sue variazioni e alle vele che ho a disposizione”.

“ In una regata di 25 minuti c’è solo un momento di lotta e il più delle volte è l’inizio: se parti presto e non commetti più errori, non cadrai nelle buche del vento, vincerai perché le velocità sono un po ‘simili, o almeno penso che ci saranno Coppa Prada “.

READ  De Minaur percorre i quartieri di Antalya

Richie ha paragonato l’attuale Coppa America alla vela a vela, e mentre si chiamava “vela di Formula 1”, ha sentito “velocità per velocità, mi diverto di più con la MotoGP o la Formula 1. Lì vedo più combattimenti tra uomini e tra macchine”.

Azura gareggia nella Louis Vuitton Pacific Series 2010 a Oakland

Cose

Azura gareggia nella Louis Vuitton Pacific Series 2010 a Oakland

L’eredità di Azora è evidente nell’attuale sfida di Luna Rossa, che cerca di vincere la Copa America dal 4200.

Azzurra stava ancora partecipando alla scena dell’America’s Cup quando il sistema dei concorrenti entrò in letargo nel 2010 e nel 2011 a causa di uno strumento di concorso di regali tra Alinghi e i possessori di Oracle in enormi corpi multiscafo.

Francesco Bruni stava pilotando l’Azura in quel momento. Bruni sta ora co-pilotando la Luna Rossa 2021 con l’australiano Jimmy Spethyl.

Luna Rossa insegue il team Emirates Airline, Nuova Zelanda.

Chris McCain / Staff

Luna Rossa insegue il team Emirates Airline, Nuova Zelanda.

Ironia della sorte, Bruni è stato conquistato dagli AC75 dopo averli inizialmente interrogati. Spera che vengano preservati.

Disse Bruni navigazione : “Tre anni fa ero scettico riguardo al nuovo capitolo. Mi sono detto, ci sono molte simulazioni al computer e un po ‘di navigazione, ma ora che abbiamo adesso, e stiamo navigando, beh, devo dire che è una barca di grande successo e un buon progetto.”

“Sono corpi da corsa incredibili, che ci sorprendono e ci danno anche grandi sensazioni. Soprattutto sottovento, quando raggiungiamo 35-36 nodi con un VMG vicino a 30, siamo stupiti.

“Devo dire che vorrei che rimanessero nella categoria Copa America indipendentemente da chi ha vinto la coppa. Davvero una bella cosa”.

Antonello Capone

"Amichevole drogato di caffè. Professionista di viaggio. Fanatico di zombi. Piantagrane. Gamer. Analista. Specialista di pancetta. Scrittore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close