Le notizie più importanti

Coprifuoco a Roma, tornano i posti di blocco con autocertificazione: la roadmap

“Il sottoscritto … dichiara sotto la propria responsabilità che il movimento è iniziato da (indicare l’indirizzo da cui è iniziato) a destinazione (indicare l’indirizzo di destinazione)”. E ancora: “Per quanto riguarda il trasloco, dichiara anche che ….”. Nel Lazio restituire il modulo autocertificazione. Perché da domani coprifuoco per l’emergenza Covid: dalla mezzanotte, tra il 23 e il 24 ottobre, tutti i movimenti sono vietati fino alle 5 del mattino. Salvo poche eccezioni, per le quali dovrai compilare un form che sarà disponibile, probabilmente da oggi, sul sito Pisana (www.regione.lazio.it). La prefettura è pronta a preparare il piano per i nuovi controlli. Non solo per i sedili in mossa, come previsto dall’ultimo dpcm di Conte, ma anche per lo scalo notturno appena varato in tandem da Regione e Ministero della Salute. Il prefetto Matteo Piantedosi incontrerà oggi il Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza. Dovrebbero esserci controlli di movimento sia con “posizioni statiche”, in breve, posti di blocco, sia con pattuglie “dinamiche”, con ufficiali che si muovono su strade e marciapiedi.

Corridoi ”

Per arginare la movida, ieri le forze dell’ordine, durante un tavolo tecnico richiesto dal prefetto, hanno stilato l’elenco dei luoghi in cui verranno collocate le barriere del Comune a partire dai 21 anni. Gli spazi aperti non saranno completamente chiusi: la parte al centro sarà vietata con i nastri gialli della Polizia Stradale, ma si potrà circolare. Verranno realizzati dei “corridoi” per il passaggio di chi si dirige verso i locali. Da mezzanotte tutte le persiane devono essere abbassate. L’elenco definitivo dei luoghi verrà ufficializzato oggi, durante il vertice in Prefettura. L’elenco dovrebbe includere i luoghi più frequentati per il massimo notturno: da piazza Trilussa da Trastevere nel rione Monti, da largo degli Osci una Piazza Bologna. Possibili restrizioni anche a Ponte Milvio e nella zona pedonale di Pigneto. Nei locali notturni i controlli saranno delegati anche ai militari dell’Operazione Strade Sicure, già autorizzati dal Ministero dell’Interno. Per il coprifuoco, invece, verranno utilizzate la polizia e la polizia locale.

Fino al 23 novembre

L’ordinanza firmata ieri dal governatore Nicola Zingaretti, con il ministro della Salute, Roberto Speranza, prevede che da domani sera “saranno vietati gli spostamenti sul territorio della Regione, dalle ore 24 alle ore 17 del giorno successivo”. “. La misura resterà in vigore per 30 giorni. Puoi viaggiare solo per “esigenze comprovate”, come il pendolarismo per andare al lavoro o viceversa, e “per viaggi motivati ​​da situazioni di necessità o emergenza, o per motivi di salute”. Per ora la rete di trasporto non subirà modifiche. È stato uno dei punti più discussi durante gli incontri tra i diversi dipartimenti della Pisana. Uno scalo notturno come quello di marzo sembra per il momento escluso. Ma in futuro, l’opzione rimane sul tavolo. Le code serali potrebbero essere ridotte per esaltare le gare diurne: deciderà l’Atac. Tra le altre misure dell’ordinanza, la formazione a distanza per il 50% degli studenti delle scuole superiori (esclusi gli studenti del primo anno) e l’aumento dei posti letto Covid a 2.913, di cui 552 in terapia intensiva o sub-intensiva.

Ultimo aggiornamento: 22 ottobre 00:05


© RIPRODUZIONE RISERVATA

READ  Nomination Gf VIP: chi sono i nominati ieri 23 novembre?

Narciso Borroni

"Drogato di zombi. Studente. Organizzatore. Pensatore. Appassionato di Internet. Fanatico di alcol hardcore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close