scienza

Covid è in circolazione da settembre 2019. L’opinione di Palu ci fa riflettere

Virologo Palù: Nonostante le opinioni contrastanti sul Coronavirus, la verità è che la comunità scientifica purtroppo ancora non ne sa quasi nulla.

Quindi, anche il desiderio di prevedere cosa ci aspetta nel prossimo futuro è inutile e controproducente. Lo ha convalidato in bianco e nero dal virologo Giorgio Palo, professore emerito dell’Università di Padova ed ex presidente della Società italiana ed europea di virologia, in un’intervista a Il Journal.

Coronavirus, virologo Palù: è giusto ammettere che non lo sappiamo

Trattandosi della prima pandemia di coronavirus, è difficile fare previsioni e almeno immaginare onde a cascata. Dobbiamo ammettere che non lo sappiamo “.Disse Palù. Il virologo ha anche criticato l’informazione che, purtroppo, è scomparso negli ultimi mesi come virologo medico che non aveva nulla a che fare con la virologia.

L’Italia non ha lasciato la prima ondata, Come invece ha fatto la Cina, con una curva di contagio completamente nulla e una direzione completamente speculativa della fase ascendente e discendente di una perfetta traccia gaussiana ”, è il commento del medico.

Fonte web per immagini

Per il virologo la diffusione del virus in Italia non si è mai fermata

Chi ha spiegato: “Anche se a prezzo ridotto, Anche in estate il virus ha continuato a diffondersi in Italia. I residenti del sud, sopravvissuti all’epidemia che ha colpito maggiormente il nord, non hanno ancora gli anticorpi per combattere il virus. Pertanto, avremo una diffusione irregolare e asincrona del contagio non solo in Italia ma nel resto del mondo “.

I residenti puntano giustamente il dito contro la miriade di opinioni diverse. Molte persone hanno sentito negli ultimi mesi e continuano a sentire. La verità è che la maggior parte di queste persone non ne sa nulla Virologia. Pertanto, non hanno il diritto di esprimere un’opinione al riguardo. Da qui il caos e la mancanza di comprensione e credibilità della comunità scientifica.

READ  I test sierologici e quantitativi sono quello che sono e perché vengono eseguiti

Accusa: molte voci non sanno nulla di virologia

“La virologia è una scienza esattaChi studia genetica e riproduzione dei virus. L’interazione tra virus, ospite e sistema immunitario. Palu ha spiegato i meccanismi della malattia, gli obiettivi dei nuovi farmaci, la progettazione di vaccini innovativi, nonché la gestione della diagnosi e del monitoraggio del trattamento.

Coronavirus cachet virology in TV

“L’importanza della virologia è testimoniata dai tanti premi Nobel per la Fisiologia o la Medicina assegnati ai virologi per scoperte fondamentali; tra questi vorrei citare anche Gli italiani Salvador Luria e Renato Dulbeco E tre premi Nobel quest’anno “.

L’origine del virus è artificiale? Possibile, ma nessuna prova

Per quanto riguarda l’origine del virus, il medico non esclude l’esistenza di una natura artificiale, ma allo stesso tempo riconosce che non ci sono ancora prove per questo. “Quello che è certo è che questo virus discende da un virus pagaia Per il 96% del suo genoma ha acquisito sequenze del tutto peculiari che lo rendono adatto per infettare gli esseri umani che ora sono il suo ospite naturale “.

Per il virologo, la prevalenza del virus è stata particolarmente elevata Lombardia Per diversi motivi speciali. “Alta densità di popolazione, blocco dei pronto soccorso, eccessivo ricovero in assenza di un candidato regionale, conseguente diffusione del contagio negli ospedali per mancanza di adeguati dispositivi di protezione e conseguente esplosione nella società”.

Virologo Giorgio Paloo – fonte web per le immagini

Molte questioni ambigue. Palo: Il virus circola da settembre 2019

Problemi come Mancata autopsia e blocco in terapia intensiva Tuttavia, ce ne sono ancora molti altri buio E inspiegabile. Il medico ha commentato: “Penso che quello che è successo sia in gran parte il risultato di come viene gestita l’epidemia, come un problema di benessere sociale in competizione tra il settore pubblico e privato piuttosto che come un’emergenza sanitaria pubblica”.

READ  I test sierologici e quantitativi sono quello che sono e perché vengono eseguiti

Il nostro sistema sanitario era impreparatoTuttavia, si trattava di una malattia causata da un nuovo virus, la prima epidemia del Coronavirus, di cui i cinesi hanno fornito informazioni molto tardi “, secondo la sua spiegazione.

Fonte web per immagini

“Infatti, dall’analisi del genoma risulta che, come un orologio, traccia il percorso evolutivo del virus, SARS Cove 2 Tuttavia, è stato scambiato da uomo a uomo da settembre 2019 L’Occidente l’ha saputo solo nel gennaio 2020 ″.

Giovanni Bernardi

La completezza delle informazioni è nell’interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali errori o errori in questo articolo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendo al seguente indirizzo: [email protected]

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close