Divertimento

Da Marcus Rashford a Megan Rapinoe: cosa dicono di noi le nostre star

È giusto dire che Weston McKinney non era particolarmente noto per aver segnato i suoi gol durante il suo periodo con lo Schalke 04, ma ha sviluppato qualcosa del suo talento con la Juventus. Ha segnato, Sorprendentemente, Al Camp Nou contro il Barcellona alla fine del 2020, e ha iniziato la sua carriera nel 2021 con una festa in una delle più grandi cattedrali del calcio europeo, San Siro, mercoledì sera.

Il gol di McKinney ha segnato una vittoria fondamentale per 3-1 per la Juventus sul Milan, un gol che mantiene la squadra di Andrea Pirlo a pochi passi da Milan e Inter, al vertice della Serie A, e, per il momento, mantiene il sogno di vincere il decimo titolo consecutivo. .

I primi mesi da allenatore di Pirlo sono stati – come davvero previsto – un po ‘contrastanti: la Juventus ha battuto il Barcellona e perso 3-0 in casa contro la Fiorentina in due settimane a dicembre. Ci sono momenti in cui la sua visione del lato ultramoderno, veloce e spietato prende vita e momenti in cui sembra inverosimile come un sogno.

Ma la cosa più memorabile, mercoledì, è quanto sia indifferente la partita, dati entrambi i rischi: una vecchia rivalità, due contendenti al titolo, l’ultima squadra imbattuta in uno dei principali campionati europei contro una squadra che si arrenderebbe davvero. Titolo con sconfitta – e la sua posizione.

È davvero strano quanto forte l’idea del calcio italiano sia di natura difensiva. La massima serie non è stata così per un bel po ‘di tempo, non per un decennio, e forse più a lungo. Squadre come Atalanta e Sassuolo hanno una mentalità offensiva come qualsiasi altra squadra in Europa. In media, le partite di Serie A hanno segnato più gol nella scorsa stagione rispetto alla Premier League.

READ  Lorela Cocarini e Alessandra Celentano di Amici "C'è rivalità"

Mercoledì a San Siro si sposa perfettamente con quella nuova immagine del calcio italiano: un veloce scambio di pugni, una vistosa assenza di cautela e un ritmo sommesso e sommesso. Anche con due gol in ritardo, visto che la partita andava bene, il Milan ha continuato ad avanzare. Lo stereotipo è stato superato per un po ‘. Forse è ora di farne a meno completamente.

Tino Piazza

"Esploratore. Esperto generale di alcol. Appassionato di Internet. Sostenitore dei social media. Cadute molto. Specialista televisivo professionista."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close