Economia

I due fattori che hanno spinto oggi la Borsa di Milano favoriranno ulteriori potenziali estensioni rialziste

Le speranze di un ritorno alla normalità guidano piazza Avari. Sono due gli aspetti che hanno fatto salire la Borsa di Milano, la seconda migliore borsa tra tutte le borse europee.

Analizziamo cosa è successo oggi nel listino di Milano, nell’analisi dell’ufficio studi ProiezionidiBorsa. Scopriamo insieme quali sono i due fattori che hanno guidato oggi la Borsa di Milano che favoriranno ulteriori potenziali estensioni rialziste.

Piazza Affari sale ancora del 2%, seconda in Europa solo a Madrid

Cominciamo con la cifra finale. Milan Blue Chip Index Ftse Mib (Indice: FTSEMIB), In aumento del 2%, a 21.317 punti. La prima cosa da notare è che l’indice è stato il migliore in Europa e il secondo dopo la Borsa di Madrid. Il DAX tedesco ha guadagnato mezzo punto percentuale e l’Euro Stoxx 50, l’indice paneuropeo, ha chiuso in rialzo dell’1%.

Perché la Borsa di Milano ha ottenuto risultati migliori di altri? Fondamentalmente per due ragioni, una ragione interna al nostro scambio e una ragione esterna. Il primo è un fattore di natura tecnica. La seconda riguarda le notizie arrivate sui mercati prima dell’apertura delle borse. Cominciamo con l’ultimo.

I due fattori che hanno spinto oggi la Borsa di Milano favoriranno ulteriori potenziali estensioni rialziste

Prima dell’apertura dei mercati, è arrivata la notizia che la società biotecnologica spagnola, Moderna, aveva testato un efficace vaccino Covid al 94%. Le notizie alimentano la speranza di un rapido ritorno alla normalità economica.

Un elemento che predilige le economie più perdute dall’epidemia, ovvero le economie più deboli come Spagna e Italia. E queste borse sono quelle che sono aumentate di più oggi rispetto ad altre.

READ  Sono 371 le novità positive nel Mantova: è un record

Il motivo legato al fattore interno di borsa è dovuto ad una certa configurazione tecnica dei prezzi di Ftse Mib. L’indice ha rotto la resistenza al rialzo a 21.133 punti, che ha tenuto per più di 8 mesi. Questa violazione ha consentito ai prezzi di accelerare nelle prime due ore della giornata.

Il limite di sessione ha raggiunto i 21.435 punti, il livello che ha consentito di colmare un gap aperto dal 6 marzo. Dopo che il divario si è chiuso, i prezzi si sono fermati e si sono stabilizzati intorno ai 21.300 punti.

Approfondimento

questo è Analisi e analisi di più giorni dei mercati internazionali a cura della Divisione Ricerche di ProiezionidiBorsa

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close