Mondo

I manifestanti israeliani fanno pressioni sul primo ministro Netanyahu

GERUSALEMME – Migliaia di israeliani hanno nuovamente protestato sabato il primo ministro Benjamin Netanyahu, chiedendo che il leader di lunga data si dimetta per corruzione e per presunta cattiva gestione della crisi del coronavirus.

Tenendo in mano cartelli con la scritta “Vai” e “Tutti sono uguali secondo la legge”, i manifestanti hanno preso d’assalto una piazza di Gerusalemme vicino alla residenza ufficiale di Netanyahu, dove si sono riuniti per mesi per chiedere le sue dimissioni.

Netanyahu è accusato di frode, violazione della fiducia e accettazione di tangenti in tre casi che coinvolgono soci miliardari e magnati dei media. Nega il male.

Ma i manifestanti affermano che Netanyahu non può gestire adeguatamente il paese con accuse di corruzione. Il suo processo dovrebbe iniziare le udienze delle prove nelle prossime settimane.

Israele dovrebbe tenere la sua quarta elezione nazionale in due anni a marzo, che probabilmente sarà un altro referendum contro Netanyahu mentre affronta la sfida dei disertori del suo partito Likud.

I manifestanti affermano anche che Netanyahu e il suo governo hanno perso la risposta al coronavirus. Il paese ha visto la sua economia duramente colpita da restrizioni virali durante tutto l’anno ed è di nuovo bloccata a livello nazionale, anche se parziale, a causa di tassi di infezione alle stelle.

Netanyahu ei suoi alleati hanno utilizzato la diffusa campagna di vaccinazione di Israele, in cui è stato vaccinato più di un decimo della sua popolazione, per cercare di minare i manifestanti e la loro causa. Affermano che Netanyahu sta lavorando per porre fine all’epidemia di coronavirus in Israele mentre stanno solo protestando.

READ  Elezioni USA, CIA: "Dall'intimidazione iraniana via email agli elettori democratici"

Berengar Vecoli

"Fanatico della TV. Pensatore. Bacon ninja. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Orgoglioso amante dei viaggi. Specialista del cibo."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close