Il presidente del gruppo PFG con l’Italia incontra l’ambasciatore italiano in Serbia

Il presidente del gruppo PFG con l’Italia incontra l’ambasciatore italiano in Serbia

Il capo del Gruppo parlamentare di amicizia con l’Italia, Jovan Palalic, si è incontrato oggi in Assemblea Nazionale con l’Ambasciatore italiano in Serbia Carlo Lu Casio per discutere l’importanza della cooperazione parlamentare e il suo contributo alla cooperazione globale tra Serbia e Italia.

Jovan Palalic ha sottolineato che l’Italia è un vero amico della Serbia e l’ha ringraziata per il supporto chiaro, deciso e continuo che fornisce alla Serbia nel raggiungimento del suo obiettivo strategico: l’adesione all’Unione Europea. Palalik ha aggiunto che la comprensione reciproca e l’amicizia tra i due Paesi e le loro popolazioni si riflette anche nella solidarietà espressa durante lo scoppio della pandemia di Coronavirus lo scorso anno.

Palalic ha elogiato le relazioni politiche e ha affermato di aspettarsi un ulteriore sviluppo dei legami economici dopo la fine della crisi. Ha aggiunto che più di 600 aziende italiane operano in Serbia e impiegano un gran numero di suoi cittadini, che è della massima importanza per il Paese, e che i deputati continueranno a lavorare per migliorare il quadro legislativo necessario per continuare a migliorare le condizioni di investimento e aprire nuove società italiane in Serbia.

Parlando di cooperazione parlamentare, il presidente di PFG ha affermato che è importante continuare la cooperazione regolare e lo scambio di visite parlamentari, sia gruppi di amicizia che organismi di lavoro nei parlamenti serbo e italiano, dopo aver superato la crisi causata dalla pandemia di Coronavirus. Jovan Palalic ha concluso che i parlamentari possono anche svolgere un ruolo importante nel promuovere la cooperazione tra diverse regioni e città in Serbia e in Italia.

L’ambasciatore italiano in Serbia, Carlo Le Casio, ha affermato che Serbia e Italia hanno rafforzato la loro amicizia durante l’anno precedente segnato dall’epidemia di Coronavirus. Ha ringraziato la Serbia per il suo sostegno e assistenza con le forniture mediche, a cui l’Italia ha risposto inviando un team di medici e personale medico in visita in Serbia. L’ambasciatore italiano ha aggiunto che l’anno scorso i due paesi si sono scambiati visite di alti funzionari statali. Ha anche osservato che le relazioni commerciali sono rimaste a un livello soddisfacente e ha aggiunto che le aziende italiane erano ancora interessate a fare affari in Serbia.

READ  La campagna di Black Lives Matter spacca la Milano Fashion Week, la campagna lanciata la scorsa estate sta finalmente mostrando un risultato tangibile

Lu Casio ha anche ricordato che la Serbia e i paesi dei Balcani occidentali appartengono già all’Unione Europea, questione di interesse comune, motivo per cui è molto importante per la Serbia continuare le riforme in corso per riprendere e accelerare il processo di negoziazione con l’Unione Europea.

I funzionari hanno inoltre convenuto che la cooperazione tra Serbia e Italia nei settori della cultura, sicurezza, innovazione e tecnologia digitale è importante e che c’è sempre spazio per ulteriori miglioramenti.

Disclaimer

Assemblea nazionale della Repubblica di Serbia Pubblica questo contenuto su 18 gennaio 2021 È l’unico responsabile delle informazioni in esso contenute. Distribuito un anno fa, senza modifiche e senza modifiche, il 18 gennaio 2021, 13:08:59 UTC

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega