Mondo

Immune, Conte “un obbligo morale da scaricare”, l’Ansa si attiene alla campagna – politica

Il governo sta spingendo l’app Immuni a diffondere: Tra gli strumenti che sono stati messi in atto per affrontare l’aumento delle infezioni c’è una campagna per aumentare l’utilizzo delle app Sulle tracce degli aspetti positivi del Corona virus, che dialogherà con le sue controparti in Europa da metà ottobre. All’iniziativa, promossa dal 5 all’11 ottobre, “si sono uniti tutti i giornali, pubblici e privati”, conferma il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che non esita a precisare Sottolinea “un obbligo morale di partecipare a questo programma. I dati rimangono anonimi e la geolocalizzazione è disabilitata”.
Secondo gli ultimi dati, 6,7 milioni di persone hanno scaricato Immuni e circa il 18% della popolazione italiana tra i 14 ei 75 anni lo sta utilizzando. Chi possiede uno smartphone: una percentuale ben lontana dall’obiettivo del 60% affinché il sistema sia efficace nel contenere l’epidemia.
“Scarica Immuni, è un imperativo morale verso gli altri”, insiste il ministro della Cultura Dario Franceschini.

Fieg era pronto a invitare: “L’informazione quotidiana e periodica su carta e su Internet promuove l’utilizzo dell’app Immuni e ne sottolinea il ruolo di servizio al pubblico, invitando i lettori a tenere comportamenti attivi e virtuosi”, osserva Andrea Riffeser Monti. Dopo aver svolto “un’importante attività antiepidemia con notizie vere, attendibili e attendibili”, gli editori sono in prima linea “per svolgere una funzione essenziale di strumento di formazione per cittadini attivi e responsabili”.
I giornali che nel fine settimana manderanno un messaggio ai cittadini per scaricare Immuni riceveranno gli applausi del Ministro della Salute Roberto Speranza e del Sottosegretario alla Pubblicazione Andrea Martella: “Crediamo che la stampa possa aiutare ad aumentare la platea dei cittadini dotati di questo strumento tecnologico per prevenire il rischio di contagio. Siamo in una fase critica della battaglia. Contro il Coronavirus, possedere questa applicazione significa anche evitare i rischi di nuove restrizioni che avrebbero un impatto negativo sul Paese una volta riavviato.
Nel mondo politico non mancano le resistenze: “Non sto smaltendo nulla”, il capo del gruppo FdI presente in sala, Francesco Lollobrigida, che chiede piuttosto “informazioni puntuali sull’operato e sull’operato del governo in termini di trasparenza e responsabilità appunto”. “La lotta al Coronavirus, facciamola insieme, con la maggioranza e le minoranze.
Scaricare l’app Immuni significa avere uno strumento di sicurezza in più nel tuo cellulare ”, afferma il leader del Pd Palazzo Madama Andrea Marcucci.

READ  Obama, "Grazie alla pandemia, ai grandi amici di Sasha e Malia" - Ultima Aura

Riproduzione riservata © Copyright ANSA


Back to top button
Close
Close