scienza

La NASA volerà con astronauti russi su SpaceX e Boeing – astronauti

La NASA ha presentato un progetto di accordo per l’approvazione da parte del Dipartimento di Stato americano che consentirebbe agli astronauti russi di volare verso la Stazione Spaziale Internazionale in capsule statunitensi a partire dal prossimo anno. Fondamentalmente, la NASA non acquisterà più posti sulla Soyuz ma fornirà ai russi l’opportunità di volare su SpaceX Crew Dragons e Boeing Starliners. In cambio, se questo accordo verrà approvato, la Russia continuerà a lanciare astronauti americani e internazionali a bordo dei suoi veicoli.

In passato, i funzionari russi hanno dichiarato che aspetteranno fino a quando i veicoli statunitensi non saranno certificati per volare prima di prendere qualsiasi decisione. Recentemente, nell’ambito del prof Rivedi i preparativi di volo Per due giorni, la NASA ha annunciato ufficialmente che la capsula Dragon di SpaceX e il razzo Falcon 9 avevano ricevuto il via libera per operare missioni con equipaggio. Questa notizia ha aperto la strada al lancio del primo di almeno sei voli regolari necessari per condurre un normale turno di equipaggio sulla Stazione Spaziale Internazionale. La prima missione conosciuta per nome Equipaggio -1E il È stato lanciato lunedì scorso dal Kennedy Space Center 00:27 UTC con 4 membri dell’equipaggio a bordo: il comandante Mike Hopkins, il pilota Victor GloverSpecialista di missione Shannon Walker E l’astronauta giapponese Soichi Noguchi. I quattro astronauti inizieranno una spedizione per circa sei mesi, unendosi a un astronauta della NASA Kate Robins E gli astronauti russi Sergey Ryzhikov e Sergey Kod SvershkovE il Già in orbita da tempo.

La capsula Crew Dragon di SpaceX – Crediti: NASA

Il Missione dell’equipaggio 2 Il lancio è previsto per il 30 marzo 2021. L’equipaggio 3, attualmente previsto per settembre 2021, includerà quattro astronauti, uno dei quali potrebbe essere un astronauta russo, supponendo che i governi degli Stati Uniti e della Russia saranno in grado di completare l’accordo in tempo. I funzionari russi, che vogliono garantire i più alti standard di sicurezza per i loro clienti, vogliono guardare diversi voli di Dragon e Starliner prima di consentire ai loro equipaggi di volare su capsule statunitensi.

READ  Coronavirus, come è cambiato: cosa dicono gli studi recenti

Se l’accordo intergovernativo entrerà in vigore all’inizio del prossimo anno, un astronauta della NASA o un altro partner internazionale della stazione spaziale (Giappone, Europa o Canada) occuperà uno dei tre posti disponibili a bordo della nave Soyuz in partenza dal Kazakistan alla fine del 2021. A partire dal 2022, astronauti e astronauti americani potrebbero essere presenti su ogni volo in partenza per la Stazione Spaziale Internazionale. Ross sui veicoli americani e americani a bordo della Soyuz russa. Alla luce di questa maggiore disponibilità del veicolo spaziale, sembra insolito che un veicolo spaziale Soyuz decolli nell’aprile 2021 in direzione della Stazione Spaziale Internazionale con a bordo un esclusivo equipaggio russo.

L’accordo, ancora in fase di bozza, contribuirà a garantire che ci sia almeno sempre un equipaggio sulla Stazione Spaziale Internazionale in grado di gestire sia la sezione russa dell’avamposto che la cosiddetta sezione. Applicazioni (La parte orbitale degli Stati Uniti), che include dispositivi americani, giapponesi, europei e canadesi. Se il programma russo o uno dei veicoli statunitensi viene temporaneamente sospeso, i membri dell’equipaggio di altri partner internazionali avranno sempre a disposizione un veicolo per volare alla stazione spaziale.

La capsula Boeing è ancora mancante. Sicuramente ora ne vedo uno Starliner operativo Dovremo aspettare fino alla fine del 2021, quindi se l’accordo intergovernativo USA-Russia verrà confermato, il prossimo anno gli astronauti voleranno solo a bordo dello SpaceX Crew Dragon oltre che, ovviamente, su Soyuz.

La Capsula CST-100 Starliner Calipso – Crediti: NASA / Cory Houston

Dal 2006, la NASA ha pagato al governo russo quasi 3,9 miliardi di dollari per acquistare sedili Soyuz per i suoi astronauti e altri partner della Stazione Spaziale Internazionale. Per molto tempo, la capsula russa, dall’ultima missione della navetta spaziale nel 2011 fino al volo di prova del Crew Dragon a maggio, è stata l’unico veicolo in grado di trasportare equipaggi da e per la Stazione Spaziale Internazionale.

READ  Coronavirus, come è cambiato: cosa dicono gli studi recenti

Grazie al contributo finanziario della NASA, gli appaltatori spaziali russi hanno dovuto dal 2009 raddoppiare la produzione di capsule Soyuz per soddisfare la domanda di trasporto degli astronauti alla stazione spaziale. Il contratto per l’ultimo lotto di voli, il sito, è scaduto quest’anno nel 2017. Ora i funzionari russi hanno ridotto le tariffe per i voli Soyuz, ma hanno anche ridotto a due il numero di voli programmati per quest’anno.

La capsula Sojuz TMA-7 – Crediti: NASA

All’inizio di quest’anno, La NASA ha acquistato Per oltre 90 milioni di dollari, un biglietto aggiuntivo di andata e ritorno sulla Soyuz per garantire che il settore USOS della Stazione Spaziale Internazionale avesse sempre avuto un astronauta americano, e all’epoca non era certa la disponibilità dei veicoli Crew Dragon e Starliner. La NASA ha assegnato questo posto a Kate Robbins, che è partita il 14 ottobre con Serge Ryzhikov e Sergey Code Sverkov per iniziare la missione. MS-17.

l’anno scorso ,Ufficio dell’ispettore generale Il costo medio di un volo da astronauta su un aereo SpaceX Crow Dragon è di circa $ 55 milioni, riferisce la NASA, mentre un volo su un aereo Boeing Starliner è stimato a circa $ 90 milioni.

Fonte: SpaceFlightNow.com

Scopri di più su ForumAstronautico.it

Sviluppi e aggiornamenti su questa notizia sono disponibili all’indirizzo Forum Astronautico.it

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close