scienza

L’anno scorso la Terra girava più velocemente che in qualsiasi altro momento negli ultimi 50 anni

Anche il 2020 non è uscito indenne.

I 28 giorni più veloci di sempre (dal 1960) sono avvenuti tutti nel 2020, con Terra Completa i suoi giri attorno al proprio asse in millisecondi più velocemente della media.

Questo non è particolarmente allarmante La rotazione del pianeta cambia poco per tutto il tempo, guidata dalle differenze Pressione atmosfericaVento, correnti oceaniche e movimento del cuore.

Ma è scomodo per i regolatori orari internazionali, che utilizzano orologi atomici super accurati per misurare il tempo coordinato universale (UTC) con cui tutti impostano i loro orologi. Quando il tempo astronomico, definito dal tempo impiegato dalla Terra per compiere una rotazione completa, devia dal tempo universale coordinato (UTC) di oltre 0,4 secondi, il tempo universale coordinato (UTC) viene regolato.

Fino ad ora, questi aggiustamenti consistevano nell’aggiungere un “secondo intercalare” all’anno alla fine di giugno o dicembre, riportando l’ora astronomica e l’ora atomica sulla linea.

Questi secondi intercalari sono stati gestiti a causa della tendenza generale di La rotazione terrestre Ha subito un rallentamento da quando sono iniziate le misurazioni satellitari precise alla fine degli anni ’60 e all’inizio degli anni ’70.

Dal 1972, gli scienziati hanno aggiunto i secondi intercalari all’incirca ogni anno e mezzo, in media, secondo Istituto nazionale di standard e tecnologia (Nido). L’ultima aggiunta è avvenuta nel 2016, quando un “secondo intercalare” è stato aggiunto a Capodanno a 23 ore 59 minuti 59 secondi.

Relazionato: 5 degli orologi più precisi di sempre

Però, Secondo ora e dataLa recente accelerazione della rotazione terrestre ha fatto sì che gli scienziati parlassero per la prima volta di un secondo salto negativo. Invece di aggiungere un secondo, potrebbe essere necessario sottrarne uno.

READ  Talotti, dalla battaglia contro il cancro alla gioia: con lui nasce Elio "La vita sarà un bel film"

Questo perché la durata media di un giorno è di 86.400 secondi, ma un giorno astronomico nel 2021 richiederà in media 0,05 millisecondi in meno. Nel corso di un anno, ciò aggiungerebbe un ritardo di 19 ms in tempo atomico.

“È molto probabile che sarebbe necessario un secondo salto negativo se la velocità di rotazione della Terra aumentasse ulteriormente, ma è troppo presto per dire se è probabile che ciò accada”, ha detto il fisico Peter Weberley del National Physics Laboratory nel Regno Unito. Raccontare Il telegrafo.

“C’è anche una discussione internazionale in corso sul futuro dei secondi intercalari, ed è anche possibile che la necessità di un secondo intercalare negativo possa spingere la decisione verso la fine per sempre dei secondi intercalari”.

Il 2020 era già più veloce del normale, astrologicamente parlando (sospiri di sollievo). Secondo Time and Date, il record precedente per il giorno siderale più corto, stabilito nel 2005, è stato battuto 28 volte.

Il giorno più corto di quell’anno, il 5 luglio, ha visto la Terra ruotare a 1,0516 ms più velocemente di 86.400 secondi. Il giorno più corto del 2020 è stato il 19 luglio, quando il pianeta ha completato un ciclo più veloce di 86.400 secondi per 1,4602 millisecondi.

Secondo il NIST, i secondi intercalari hanno i loro pro e contro. Sono utili per assicurarsi che le osservazioni astronomiche siano sincronizzate con l’ora dell’orologio, ma possono essere una seccatura per alcune applicazioni di registrazione dati e infrastrutture di comunicazione.

Alcuni studiosi dell’International Telecommunication Union hanno suggerito di lasciare che il divario tra il tempo astronomico e quello atomico si allarghi fino a quando non sarà necessaria “un’ora bisestile”, il che ridurrebbe le interruzioni di comunicazione. (Nel frattempo gli astronomi dovranno apportare le proprie modifiche).

READ  ASTEROID, che è alto 500 metri, toccherà il suolo tra pochi giorni, per la NASA è un potenziale pericolo. Dettagli »ILMETEO.it

L’International Earth Rotation and Reference Systems Service (IERS) di Parigi, Francia, è responsabile di determinare se è necessaria un’addizione o una sottrazione di un secondo intercalare. Al momento, IERS non mostra alcun nuovo secondo intercalare programmato da aggiungere, secondo il servizio Centro di orientamento terrestre.

Contenuto relativo:

Immagini: le più strane formazioni geologiche del mondo

Modo per essere un alieno, la Terra: 10 strane scoperte sul nostro pianeta

Cronologia delle immagini: come si è formata la Terra

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Scienze viventi. Leggi l’articolo originale Qui.

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close