Mondo

Lavoro, riduzione del 50% sui contratti stabili. Ipotesi al 100% per chi assume giovani

ServiziPresupposti studiati dal governo

Il primo pony 5-6 miliardi. Axis Iv-Pd per rendere i contratti futures meno stringenti Decreto dignità modifica cause e costi. Riparazione dell’assorbimento degli urti associata a politiche attive

A cura di Claudio Tucci

INPS: Covid, gli appuntamenti calano -42% nei primi 6 mesi

Il primo pony 5-6 miliardi. Axis Iv-Pd per rendere i contratti futures meno stringenti Decreto dignità modifica cause e costi. Riparazione dell’assorbimento degli urti associata a politiche attive

3 ‘di lettura

Un periodo di riposo di tre anni, che può arrivare almeno al 50%, per tutti i dipendenti stabili, indipendentemente dall’età. L’esenzione, sempre per un periodo di tre anni, salirà al 100% se i giovani under 35 sono nominati a tempo indeterminato (compreso l’apprendistato), rafforzando così l’attuale incentivo (tre anni, ma 50%) previsto dalla recente legge di bilancio, e quello in mesi I primi sei dell’anno hanno agevolato circa 40.000 contratti stabili, 38.574 per l’esattezza, sulla base del più recente monitoraggio INPS (un numero da non sottovalutare dal tempo del virus)

La condizione resta necessaria, in quanto i tecnici dei ministeri del lavoro e dell’economia si occupano delle prime simulazioni e della questione dei costi.

I contratti future non si restringono

Ma l’obiettivo del governo, guardando anche ai numeri negativi relativi all’occupazione, è chiaro: “Reinserire le aziende nel mondo del lavoro, e renderle più adatte a firmare contratti a tempo indeterminato”, ha spiegato al Sole 24 Ore il Sottosegretario al Lavoro. Francesca Puglisi. Allo stesso tempo, sempre per rilanciare le operazioni di assunzione, rimaste inattive da mesi, si consiglia “di non inasprire i contratti a tempo determinato – ha proseguito Poglesi -. I dati sull’occupazione ci dicono che normative molto severe, in un contesto di crisi, ostacolano la possibilità di dare continuità di business ai privati ​​e penalizzano le aziende”. Per questo, a mio avviso, dovremmo aprirci a pensare ai contratti a tempo determinato “.
Oltre al Partito Democratico, IV sta spingendo anche per correggere l’ordinanza sulla dignità: il 28 settembre, il Quarto Senato ha introdotto un emendamento al decreto di agosto per consentire la proroga dei contratti a tempo fino a due volte, senza allegare causalità e sanzioni, alla scadenza dei primi 12 mesi (in vigore smantellando il sistema di Science for M5S).

READ  È possibile partire a Natale 2020? Regole di viaggio in Italia e all'estero

Doppia riconfigurazione

Il rovescio della medaglia sta investendo in abilità, che vanno dalle soft skills alle stem major. “Anche grazie ai fondi europei – annunciato da Puglice – vogliamo riavviare il sistema di formazione duale, che funziona in mezza Europa, non solo Germania, e ITS, gli Istituti di Tecnologia, che è un vero successo per l’Occupazione. Se vogliamo davvero decollare “Sulla strada della crescita bisogna attaccare con coraggio l’incompatibilità. Non è più possibile nominarne uno su tre perché non ci sono candidati nel profilo richiesto dalle aziende”.

Dote 5-6 miliardi

Per le esenzioni parziali per un periodo di tre anni per tutti, che sono incentivate per i giovani, si considera una dote iniziale di 5-6 miliardi. Dal fondo di recupero, per il pacchetto lavoro, si prevedono almeno 20/30 miliardi. Una parte di queste risorse dovrebbe essere impiegata anche per promuovere l’occupazione femminile, altra “vittima indiretta” del Covid-19, con cui la segretaria al Lavoro, Nunzia Catalfo, sta spingendo con incentivi dedicati all’occupazione e alla conservazione del lavoro al rientro dalla maternità, e per far fronte alle dimissioni “involontarie”. E il divario salariale di genere.

Berengar Vecoli

"Fanatico della TV. Pensatore. Bacon ninja. Impossibile scrivere con i guantoni da boxe. Orgoglioso amante dei viaggi. Specialista del cibo."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close