Divertimento

Matchley Baba ottiene un posto al Kolkata Film Festival | Notizie di Calcutta

Calcutta: un mese dopo la morte dell’attore Manu Mukherjee, famoso come Mashli Baba In “Joi Baba Felunath”, viene inserita una composizione del suo personaggio da buca dal film cult Ray Nandan Edifici. E ovviamente c’è Veloda. In vista della proiezione di Apur Sansar a Rabindra Sadan venerdì dopo l’apertura virtuale della 26a edizione Festival Internazionale del Film di Calcutta (ComeImmagini, è impossibile perderle Sumitra Chatterjee Che verrà ricordato da molte altre proiezioni di film.
La prenotazione online dei biglietti per gli spettacoli è iniziata giovedì 9 gennaio mattina. Già nell’edificio Nandan c’è un brusio festoso. Anirban Adhya, Supraprata Duta e Susmita Dutta – giovani con esperienza nella decorazione di gruppi di pooja a Calcutta – hanno progettato tre proiettori in polistirolo nero, Selfie Corner insieme alla tana di Mashley Baba. Gli apparecchi sono stati collocati di fronte a due paesaggi urbani con il Victoria Monument e il Metropolitan Building come sfondo. I poster di Ray adornano il vecchio cancello del “botteghino” del trio.

Un muro di mattoni rossi che mostra i titoli dei film di Sumitra Chatterjee
Un tocco dell’ultimo minuto è dato a un muro di mattoni rossi con l’incisione dei titoli Sumitra in bianco come usati nei poster. Sono in corso i lavori a Gaganendra Pradarshashala che ospiterà le mostre del centenario. “Ho organizzato mostre di Kiff da quando hanno aperto al Netaji Indoor Stadium. Il 25 ° KIFF, la mostra ha partecipato a Sumitrada e Rakhi Gulzar.” Shuvaprasana.

Subhrabrata Dutta, Susmita Dutta e Anirban Addhya davanti all’angolo dei selfie
Il direttore Sudeshna Roy assiste il Ministero dell’informazione e degli affari culturali del governo statale nell’organizzazione di una mostra onoraria su Sumitra insieme a quelle in Partito laburista Ravi ShankarE il Himanta MukherjeeBhanu Bandiobadiay e Eric Romer. Il Consolato Italiano a Calcutta offre tutto il supporto alla Galleria Fellini. Per la prima volta in India, Fellini La Cinema Foundation (Sion), in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia a Calcutta, presenta una “Breve raccolta” di foto e manifesti famosi della sua Cineteca dedicata al regista italiano Federico Fellini.

Complesso Nandan
La prima mostra del genere in Asia su Fellini è stata organizzata dalla Fondazione a Singapore nel 2015. Successivamente è andato in Indonesia. L’anno scorso la mostra si è tenuta a Bangkok in concomitanza con il centenario di Fellini. Destinatario di cinque Oscar ed è stato premiato in tutti i rinomati festival internazionali, le opere di Fellini sono cosmopolite nel loro fascino semplicemente perché sollevano domande sull’identità e sul posto dell’uomo moderno nel tempo, morte, potere, desiderio e libertà. In questa mostra sono presenti poster dei suoi film cult tra cui “I Vitelloni” (1953),la vita è bella(1960), “8½” (1963), “Juliet of the spirits” (1965) e “The Voice of the Moon” (1990).
Insieme a queste foto sul posto ci sono Julieta Massena, Fellini e Anthony Quinn in La Strada (1954), Marcelo Mastroianni e Anita Ekberg in La Dolce Vita (1960) e Anita Eckberg e Fellini in Boccaccio. 70 ‘(1962), Fellini e Claudia Cardinale in Otto e mezzo (1963). Attraverso queste foto, gli spettatori avranno la possibilità di capire il rapporto che il regista ha condiviso con i suoi attori
Particolarmente interessanti sono alcune delle foto soliste de “La Dolce Vita”. A parte Corkin che prova con la mano a suonare la chitarra e l’ukulele, una foto mostra che indossa un casco. Queste immagini in bianco e nero spingeranno gli spettatori a esplorare come un regista leggendario possa governare e mettere ordine in una realtà caotica spesso paragonata a un circo.

READ  Clooney, il gemello italiano, un'arma contro di noi - Ultima Aura

Tino Piazza

"Esploratore. Esperto generale di alcol. Appassionato di Internet. Sostenitore dei social media. Cadute molto. Specialista televisivo professionista."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close