Positivo per le salviette, ma per quanto? No. lo rivela

Positivo per le salviette, ma per quanto?  No. lo rivela

Il test covid standard, che viene eseguito utilizzando i classici “tamponi”, rileva la presenza di SARS-CoV-2 grazie ad una tecnica di biologia molecolare chiamata RT-PCR (reazione a catena della polimerasi inversa). Se il virus è presente, il suo codice genetico viene estratto e copiato più volte In una serie di cicli successivi che li rendono visibili. Il valore CT è il numero di giri necessari per “far risaltare l’RNA virale”; Una volta identificato l’agente patogeno, la macchina si ferma. Se il paziente ospita grandi quantità di virus, questo numero è molto basso poiché molti corsi non sono necessari. D’altra parte, se non viene registrato alcun segnale dopo 37-40 cicli, il test è negativo.

Come articolo su ScienzaMolti ritengono che il valore CT dovrebbe accompagnare un rapporto potenzialmente positivo. I medici possono utilizzare questo parametro per identificare i pazienti più a rischio e ottenere un quadro del loro potenziale di infezione.

Un modo per capire chi è il più contagioso. Le cose, come spesso accade quando si parla di salute, non sono sempre così semplici. Il valore della TAC non è un parametro assoluto, ma può variare a seconda del dispositivo utilizzato o della quantità di materiale prelevato dal naso e dalla bocca con i tamponi. Tuttavia, sapere se il numero di cicli necessari per rilevare il virus è alto o basso sarà un’informazione preziosa.

Precedenti studi hanno infatti dimostrato che nei primi giorni di infezione, quando si è più contagiosi, si tende ad avere un valore di TAC inferiore a 30 o addirittura 20: nell’organismo sono presenti grandi quantità di virus, e quindi sono necessari pochi cicli per produrli. Ma un’elevata carica virale corrisponde a un alto tasso di infezione? È una delle domande più controverse Tra coloro che studiano CoViD-19. Fondamentalmente sì: Uno studio recente Sulla base di 3.790 scansioni positive con un valore CT noto, è stato dimostrato che dal 70% dei campioni con valori CT “allarmanti” (e quindi bassi: 25 cicli o meno) è stato possibile estrarre virus in grado di replicarsi in vitro e quindi si presume che siano infettivi. Tutto ciò è stato possibile in meno del 3% dei casi con un valore CT superiore a 35.

READ  Le frane di Marte potrebbero essere causate dal sale sotterraneo e dallo scioglimento del ghiaccio?

Indice di gravità. I medici possono dire da questi numeri quali pazienti sono più a rischio di sviluppare sintomi gravi. uno studio Condotto ad agosto in Brasile ha mostrato che i pazienti con un valore della sezione trasversale uguale o inferiore a 25 avevano più probabilità di altri di avere un decorso grave o morire a causa del Coronavirus. D’altra parte, è noto che ci sono pazienti – A cominciare dai bambiniCiò rimane apparentemente intatto e senza sintomi Pur ospitando lo stesso costo di SARS-CoV-2 per le persone che hanno contratto COVID.

Quando il virus non sembra voler andare. L’analisi di questo numero può anche servire per regolare i protocolli di isolamento dei pazienti. Ci sono casi in cui le persone che si sono riprese dai sintomi per settimane, anche mesi, continuano a testare risultati positivi per i tamponi, anche se utilizzando valori CT più alti, ovvero riconoscono i virus dopo diversi cicli e possono sprecare particelle virali che non sono più attive. È probabile che questi pazienti non siano più contagiosi e capire “chi” sono positivi potrebbe migliorare la convivenza con una diagnosi di Covid.

Per tenere traccia dei focolai. Infine, i contact tracker possono utilizzare queste informazioni per monitorare l’andamento dell’epidemia e capire dove l’infezione è attiva e in crescita e dove sta svanendo. In un periodo di azione intensa, si può iniziare isolando coloro che sono potenzialmente altamente contagiosi e coloro che sono a stretto contatto con loro, per poi trasmetterlo a coloro che hanno meno virus. Questi sono dettagli che potremmo essere in grado di perfezionare nel corso dei mesi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega