scienza

Siamo vicini al punto di non ritorno. Ecco perché VIROLOGO GALLI si interessa »ILMETEO.it

Coronavirus: siamo vicini al punto di non ritorno. Ecco perché VIROLOGO GALLI è così preoccupato

VICINO PUNTO DI NON RITORNO. Ecco perché VIROLOGO GALLI è così preoccupatoResponsabile del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Ospedale SACO, Milano, Massimo GalliE il È molto ansioso. “In ospedale, il personale è palpabile a disagio. Il reparto, almeno per noi, è molto simile a quello del marzo scorso. Qualcuno, all’idea di rivivere quell’esperienza, non ha trattenuto le lacrime “.

Queste le parole del direttore sanitario che ha subito l’emergenza Coronavirus in primo piano in Lombardia, la regione più colpita dall’inizio dell’epidemia. La sua paura è che tutto possa tornare, infatti, che lo farà. “In effetti, i veri tecnici lo temono da molto tempo. Se una pandemia prende un certo corso, puoi prevedere come si diffonderà ea che ora, senza essere un mago e con un modesto margine di errore. Era chiaroL dice Corriere della SeraE il La situazione presto peggiorerà. Ora o è stato trovato un modo per fermare il processo o siamo nei guai.

Non affronteremo l’attuale necessità di inasprire le regoleE se quest’estate fosse stata prestata maggiore attenzione per evitare la trasmissione di un virus che non aveva mai sognato di scomparire o di perdere la sua capacità infettiva e patogena. Se non mantieni le precauzioni, le restrizioni sono necessariamente dietro l’angolo. laggiù La realtà ci costringe a capire e ad accettare che alcune cose sono temporaneamente impossibili “.

“Tutto ciò che non è necessario e potenzialmente pericoloso come opportunità per la diffusione del virus deve essere necessariamente evitato, per la sicurezza di tutti. Restauro di letti e suite Covid Dovrebbe essere costretto, come lo siamo oggi, a ridurre il volume di altre attività. È stato appena recuperato, con difficoltà, Ma anche con la determinazione e l’entusiasmo dello staff. A breve termine, un’altra sfida per gli ospedali sarà quella di mantenere il più possibile l’aiuto per altre malattie. E alla domanda se una persona possa contrarre l’infezione in ospedale, risponde: Non si può negare che questa paura si stia già diffondendo. Lavoriamo tutti molto duramente per garantire la sicurezza dei pazienti senza virus Covid. È possibile attraverso la regolamentazione. Le cure necessarie non vanno rimandate e vanno fatte. Dobbiamo tornare con fiducia in ospedale anche in un momento di Covid “.

READ  Gli astronomi non sanno come interpretarlo

Il il timore Travisato dalle parole di Galle molto. Speriamo prima o poi di gridare: è andato tutto bene. È un futuro ipotetico per ora, che pensavamo di aver raggiunto.

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close