Sport

Spadafora: “I tornei sono pronti per il Piano B. Christian diventa un esempio di prevenzione” | notizia

Il Ministro dello sportE il Vincenzo Spadafora Ha parlato del protocollo tra le squadre professionistiche e ha anche commentato il nuovo dpcm che ha vietato lo sport di contatto amatoriale. L’aumento degli infortuni mette a rischio la continuazione del torneo: “I rischi non vanno sottovalutati, ma soprattutto per evitare un default. Le pattuglie devono essere pronte per avere il Piano B. Se le cose vanno male “. Tuttavia, il protocollo non verrà toccato:” È molto rigido, se viene implementato, e ricordo che i team possono decidere autonomamente regole più restrittive perché è nel loro interesse andare avanti anche senza problemi. “

Durante un’intervista a “Il Mattino”, Spadafora Ha commentato la cessazione del contatto con i dilettanti, senza cancellare alcune note: “Siamo stati in grado di non impedire lo sport popolare perché siamo stati in grado di consentire alle squadre di allenarsi con allenamenti individuali. E condivido le preoccupazioni, soprattutto per i giovani. Prove di un focolaio iniziato in palestra o in piscina”, Penso che sia più pericoloso mangiare al ristorante per sei persone, senza maschere, che allenarsi in una sala pesi dove i protocolli sono rigorosamente rispettati. Se dobbiamo chiudere i ristoranti, chiuderemo anche le palestre ”.

La controversia più forte è arrivata dal mondo del calcio dopo il caso Juventus – Napoli: “Vigilanza e responsabilità ultima spetta all’Asl, non è questa la mia opinione, è scritto nel protocollo – ha ribadito il ministro dello Sport -. Il mio appello a evitare truffe era rivolto a sentirsi responsabili di tutte le società”. Anche le parole Cristiano Ronaldo Hanno lasciato il segno: “Ai giocatori più forti e famosi come lui, vi chiedo di assumervi la responsabilità di dare l’esempio ai più piccoli. Sarebbe bello se ognuno di loro facesse un appello sociale chiedendo ai ragazzi di indossare la maschera e scaricare Immuni”.

READ  Le prime pagine dei quotidiani sportivi martedì 24 novembre 2020

Certamente non sarà facile per le società sportive italiane, soprattutto dilettantistiche: “Il governo si è impegnato a intervenire per sostenere le attività che saranno bandite, ma speriamo che non avvenga. Tuttavia, siamo di fronte a una situazione difficile, ei rischi non sono. Dovrebbero essere sottovalutati”.

Antonello Capone

"Amichevole drogato di caffè. Professionista di viaggio. Fanatico di zombi. Piantagrane. Gamer. Analista. Specialista di pancetta. Scrittore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close