Le notizie più importanti

Tour de France 2020, 21a tappa: Bennett vince, Pogacar festeggia

A 2 km da Mantes la Jolie sugli Champs-Elysées, parata finale e sprint vinti dall’irlandese in maglia verde

19.09 – Bennett domina lo sprint

La maglia verde Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step) vince l’ultima tappa del Tour 2020 in volata. Secondo Mads Pedersen, terzo Peter Sagan, quinto Elia Viviani. Pogacar festeggia con la maglia gialla.

19.05 – gruppo compatto

Sparando ai fuggitivi, Sunweb in testa per promuovere lo sprint di Cees Bol. Mancano 2 km all’arrivo. Gruppo pronto allo sprint, scaramucce tra velocisti alla ricerca della migliore posizione.

19.02 – Kwiatkowski ci riprova

Sezione in leggera salita, inizia Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers). Il suo tentativo però fallì e fu subito ripreso dal gruppo.

18.59 – Swift si allontana

Connor Swift perde il contatto con gli altri tre fuggitivi. Ultimo giro del circuito parigino, mancano 7 km all’arrivo.

18.58 – 8 km all’arrivo

12 “il vantaggio dei quattro in gara a 8 km dal traguardo. La media di gara è di 41,1 km / h.

18.50 – 16 secondi di vantaggio

A 14 km dal traguardo, il vantaggio dei quattro in pista è di 16 “. Gli attaccanti sono Greg Van Avermaet (CCC Team), Pierre-Luc Perichon (Cofidis), Maximilian Schachmann (Bora-Hansgrohe) e Connor Swift (Team Arkéa Samsic).

18:45 – 20 km all’arrivo

A 20 km dal traguardo, i quattro attaccanti hanno un vantaggio di 13 “sul gruppo maglia gialla. La media di gara è di 40,1 km / h.

Ore 18.28 – Bennett en Verde

Périchon è il primo dei fuggitivi a tagliare il traguardo dello sprint intermedio. La volata del gruppo è vinta dall’irlandese Sam Bennett (Deceuninck-Quick Step), arrivato in maglia verde a Parigi. Ora ha la matematica certezza di indossarlo anche sul podio finale.

18.20 – 40 km all’arrivo

A 40 km dal traguardo, quattro piloti attaccano: Greg Van Avermaet (team CCC), Pierre-Luc Perichon (Cofidis), Maximilian Schachmann (Bora-Hansgrohe) e Connor Swift (team Arkéa Samsic). 20 “il loro vantaggio sul gruppo degli inseguitori.

18:15 – gruppo compatto

Arrivato a Kwiatkowski, a 45 km dal traguardo, il gruppo è compatto. Il viaggio medio è di 37,6 km / h.

18.10 – Kwiatkowski attacca

Riprende Powless Michal Kwiatkowski (Ineos Grenadiers), vincitore della diciottesima tappa, a 50 km dal traguardo. Daniele Bennati nel 2007 è stato l’ultimo italiano a vincere a Parigi nell’ultima tappa del Tour, Elia Viviani (Cofidis) spera di essere il prossimo.

18.05 – Champs Élysées

I corridori si avvicinano per la prima volta al circuito degli Champs-Elysées, a 53 km dal traguardo. Il primo corridore ad attaccare è Neilson Powless (Ef Pro Cycling).

17.51 ​​- aumenta il ritmo

Quando mancano 64 km all’arrivo, il ritmo medio del gruppo è aumentato a 35,5 km / h.

17:36 – più giovane dal 1904

Tadej Pogacar è il secondo più giovane vincitore della Grande Boucle, dietro solo a Henry Cornet, che trionfò nel 1904 a 19 anni e 355 giorni. Con 74 km rimanenti al traguardo, la media di gara è di 29,6 km / h, gruppo compatto.

16.54 – 100 km all’arrivo

La media di gara è di 21,8 km / h quando mancano 100 km all’arrivo. Foratura per Nils Politt (Israel Start-Up Nation) che torna subito. Il gruppo aumenta il ritmo.

16.39 – solo Gpm giornaliero

I corridori scalano la Côte de Beulle (quarta categoria, 2,3 km al 3,6%), unico GP di giornata. Il ritmo è ancora basso, 16,4 km / h la media della gara, mentre restano 109 km al traguardo di Parigi.

16.28 – ritmo lento

Giornata di relax per i corridori dopo tre settimane di fatica. Il viaggio medio è di 14,5 km / h.

16.14 – partenza ufficiale

Si conclude la passerella iniziale, partenza ufficiale dell’ultima tappa del Tour de France 2020, numero 107.

16.03 – foto di gruppo per gli EAU

Pogacar e gli altri piloti degli Emirati Arabi Uniti posano per la solita foto prima della partenza.

15:58 – Parata slovena

Tutti i corridori sloveni sono in testa al gruppo per rendere omaggio al vincitore del Tour de France 2020 Tadej Pogacar. Un lungo abbraccio tra Roglic e Pogacar mentre pedalano prima della partenza ufficiale. Gli altri tre sloveni in gara sono Matej Mohoric (Bahrain-McLaren), Luka Mezgec (Mitchelton-Scott) e Jan Polanc (Emirati Arabi Uniti).

La compagnia di Pogacar

Tadej Pogacar ha ha dominato la cronometro con il traguardo a La Planche des Belles Filles e ha realizzato un capolavoro vincendo la maglia gialla del Tour de France numero 107 all’età di 21 anni. Il Piccolo Principe ha preso anche la maglia gialla e la maglia a pois, resta da stabilire chi vestirà la maglia verde ma Sam Bennett è chiaramente il favorito su Peter Sagan visto il notevole vantaggio alla vigilia dell’ultima tappa. Il ritorno di Pogacar è entrato a pieno titolo nella storia del Tour de France, il sogno del giovane sloveno era quello di partecipare alla Grande Boucle e al contrario non dimenticherà mai la sua prima maglia gialla, che indosserà sul podio. a Parigi. Con lui sul podio l’amico-rivale Primoz Roglic e Richie Porte, che dopo anni di sfortuna è riuscito a conquistare il suo primo podio alla Grande Boucle.

READ  Il testo del Dpcm 3 dicembre 2020

Sentiero

Ultimo ponte pedonale a Parigi, da Mantes La Jolie agli Champs Elysées: 122 km di pianura, un solo Gpm nella parte iniziale, la Côte de Beulle (quarta categoria, 2,3 km al 3,6%). Tappa ideale per i velocisti, Ewan punta a ripetere il trio dello scorso anno e vincere a Parigi come nel 2019.

Classificazione

1. Tadej Pogacar (Emirati Arabi Uniti) 84h 26 ’33’ ‘2. Primoz Roglic (Jumbo-Visma) +59 “3. Richie Porte (Trek-Segafredo) + 3’30” 4. Mikel Landa + 5’58 “5. Enric Mas + 6’07” 6. Miguel Angel Lopez + 6’47 “7. Tom Dumoulin + 7’48” 8. Rigoberto Uran + 8’02 “9. Adam Yates + 9’25” 10. Damiano Caruso + 14’03 “.

Narciso Borroni

"Drogato di zombi. Studente. Organizzatore. Pensatore. Appassionato di Internet. Fanatico di alcol hardcore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close