scienza

Una supernova è esplosa vicino al suolo

Quando la luminosità di Betelgeuse è diminuita drasticamente, molti credevano che fosse sul punto di diventare una supernova ed esplodere nel cielo, causando enormi danni anche alla Terra. Per fortuna non è successo Betelgeuse è tornato alla normalità, Ma il nostro pianeta ha subito un evento simile circa 2,5 milioni di anni fa.

Gli scienziati dell’Università Tecnica di Monaco (TUM) ne hanno trovato le prove Esplosione di una supernova vicino alla Terra.

La vita di una stella, dieci volte più massiccia del nostro sole, è destinata a finire in una massiccia esplosione: Supernova. Questo evento porta alla formazione di ferro, manganese e altri elementi pesanti.

Gli scienziati del TUM hanno analizzato uno strato della crosta terrestre di 2,5 milioni di anni fa e sono stati in grado di determinarne l’esistenza Ferro 60, manganese 53. Sulla Terra, il manganese si trova nel suo 55 ° isotopo, mentre Mn53 proviene principalmente dalla polvere cosmica. Questo cade costantemente a terra, ma difficilmente riusciamo a trovarlo a fuoco.

La maggiore concentrazione di manganese-53 può essere considerata la nostra pistola fumogena e la prova definitiva dell’esplosione di una supernova davvero ”. L’autore principale, il dottor Günther Korchenik spiega.

Mentre il prof Supernova Troppo vicino alla Terra stava mettendo in pericolo l’esistenza della vita sul nostro pianeta, come gli dei Estinzioni di massaPer fortuna questo era abbastanza lontano. Ha causato il volo dei raggi cosmici per migliaia di anni, il che potrebbe portare a un aumento della presenza di nuvole.

Forse c’è una connessione con l’era glaciale, il periodo delle ere glaciali, che iniziò 2,6 milioni di anni fa “.

I ricercatori hanno utilizzato Spettrometro di massa con metronomo Per rilevare la presenza di Fe-60 e Mn-53. Questa è un’analisi molto sensibile, in grado di rilevare alcuni atomi, e questa tecnologia è riuscita a dircelo La stella che è esplosa La sua massa era compresa tra 11 e 25 volte la massa del sole.

READ  C'è anche un amminoacido, la glicina, nell'atmosfera di Venere

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close