scienza

Vaccino di gennaio? Non lo farei. ” Controversy-Corriere.it

Di solito ci vogliono dai 5 agli 8 anni per produrre un vaccino. Ecco perché, senza i dati disponibili, non avrei il primo vaccino che deve arrivare a gennaio. Perché voglio assicurarmi che questo vaccino sia stato adeguatamente testato e che soddisfi tutti gli standard di sicurezza ed efficacia. Me lo merito come cittadino e non sono disposto ad accettare le abbreviazioni ». Queste le parole del virologo Andrea Cresante un Messa a fuoco diretta.

A qualsiasi Pierluigi LobalcoDagli studi di Larya Chi Terra a La7, un epidemiologo e consulente sanitario pugliese ha risposto: “Mi è stato addirittura offerto di partecipare al processo. Quindi il fatto che non mi vaccinerò mai è indiscutibile. Riferendosi alle parole di Chrisante, Lobalco ha aggiunto che era necessario “essere attenti alla comunicazione” su un vaccino COVID-19. Ho parlato anche di questo argomento Antonella ViolaImmunologo e Professore di Patologia Generale all’Università di Padova: “Se a gennaio sarò chiamato a ricevere il vaccino Pfizer, non ho dubbi e sarò molto felice di ricevere la vaccinazione. Non perché sia ​​incosciente o incosciente, per l’esatto contrario: ho studiato il vaccino, so come si fa e come funziona, ho seguito l’esperimento e conosco le regole ferree che (si spera) portano all’approvazione. La conoscenza ti libera dalla paura dell’ignoto “, ha scritto in un post su Facebook Governatore Veneto Luca Zaia Annunciare che «il vaccino? Non esiste una terza via, o la fai o non la fai. Personalmente, lo faccio, questo è un po ‘sicuro. “

Secondo Crisanti, d’altra parte (che afferma che è “un posto molto favorevole per i vaccini”), “Questi di cui stiamo parlando sono stati sviluppati saltando le sequenze regolari di Fase 1, Fase 2 e Fase 3. Questo è successo perché avevano denaro statale e quindi erano in grado di fare le fasi. Tutti e tre insieme perché i rischi la prendono chi ha dato i soldi, ma facendo le tre fasi in parallelo si porta con sé tutto. I problemi Di varie fasi ”. A questo punto, secondo Chrysanti,“ non abbiamo una vera arma in nostro possesso. Dobbiamo creare un sistema di monitoraggio nazionale che superi le differenze regionali, per pareggiare le differenze tra le diverse regioni: prendi la Calabria, una regione lasciata a se stessa ed è chiaro che non può uscire dallo stato di emergenza da sola “.

READ  Simbolo dell'equazione di Dirac dei romantici intrattabili

20 novembre 2020 (modifica il 20 novembre 2020 | 14:15)

© Riproduzione riservata

Florentino Vecellio

"Ninja appassionato della cultura pop. Fanatico dei viaggi certificato. Introverso. Nerd del web inguaribile. Pioniere malvagio della pancetta. Creatore."

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close