Gli scienziati stanno monitorando il primo uragano spaziale conosciuto sulla Terra

Gli scienziati stanno monitorando il primo uragano spaziale conosciuto sulla Terra
Tecnica

Ottieni un breve collegamento

https://cdn1.img.sputniknews.com/img/07e4/0b/0e/1081161308_0 9: 1201: 675_1200x675_80_0_0_d7e4a720d06c51226a7133e84fd7a74f.png

Sputnik International

https://cdn2.img.sputniknews.com/i/logo.png

https://sputniknews.com/science/202103021082230116-scientists-observe-first-known-space-hurricane-above-earth/

Gli astrofisici hanno precedentemente scoperto uragani spaziali nell’atmosfera inferiore di Giove, Marte e Saturno e persino sul Sole, ma hanno messo in dubbio la possibilità che un evento simile si verifichi nell’atmosfera superiore del pianeta.

Un team internazionale di scienziati guidati da ricercatori dell’Università di Shandong in Cina ha notato il primo tornado spaziale conosciuto sulla Terra, una scoperta che hanno descritto come “incredibile”. Secondo i risultati dello studio pubblicato il 22 febbraio in Nature Communications JournalDopo aver analizzato le osservazioni satellitari effettuate sette anni fa, i ricercatori hanno scoperto il processo.

Il professor Mike Wood, uno scienziato spaziale presso l’Università di Reading, ha dichiarato: “Fino ad ora, non è stato confermato l’esistenza di tornado di plasma spaziale, quindi dimostrarlo con un’osservazione così sorprendente è incredibile”. “Le tempeste tropicali sono associate a enormi quantità di energia. Questi uragani spaziali devono essere creati da un trasferimento insolitamente ampio e rapido di energia eolica solare e particelle cariche nell’atmosfera superiore della Terra”.

Allora che aspetto ha un uragano spaziale? Secondo i ricercatori, la massa che hanno osservato sul Polo Nord era una massa vorticosa di plasma e si comportava in modo simile ai suoi fratelli sulla Terra, tranne che per un dettaglio: invece dell’acqua, un uragano spaziale ha inondato di elettroni. I ricercatori dicono che l’evento è durato otto ore prima che il tornado crollasse.

Il professor Mike Wood afferma che poiché il plasma e i campi magnetici si trovano nell’atmosfera in tutto l’universo, la scoperta indica che gli uragani spaziali possono essere trovati vicino ad altri pianeti e lune. I ricercatori affermano che gli uragani spaziali hanno il potenziale per influenzare le comunicazioni radio ad alta frequenza, nonché interrompere i sistemi di navigazione e comunicazione tramite satelliti. Il processo può anche influenzare l’interazione tra i venti interstellari e altri sistemi solari.

READ  I punti degli strumenti della ISS lanciano getti di luce blu verso l'alto

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega