Il congelamento del Texas ha provocato il rilascio di tonnellate di inquinanti atmosferici durante la chiusura delle raffinerie

Il congelamento del Texas ha provocato il rilascio di tonnellate di inquinanti atmosferici durante la chiusura delle raffinerie

Le più grandi raffinerie di petrolio d’America hanno lanciato tonnellate di inquinanti atmosferici nei cieli del Texas la scorsa settimana, i dati forniti allo stato hanno mostrato, mentre una crisi ambientale ne ha innescata un’altra.

Le raffinerie e gli impianti petrolchimici lungo la costa del Golfo degli Stati Uniti si sono affrettati a fermare la produzione diffusione della massa d’aria artica in una regione non abituata a temperature gelide.

Il freddo estremo, che ha ucciso almeno due dozzine di persone in Texas e ha ridotto l’elettricità a oltre 4 milioni al suo apice, ha colpito anche la produzione di gas naturale ed elettricità, interrompendo le forniture necessarie per far funzionare le fabbriche.

Le chiusure hanno portato le raffinerie a bruciare e rilasciare gas per evitare di danneggiare le loro unità di lavorazione. Questo bagliore ha oscurato i cieli del Texas orientale con il fumo visibile per miglia.

“Queste emissioni possono eclissare le emissioni tipiche di una raffineria di ordini di grandezza”, ha affermato Jane Williams, presidente del National Clean Air Team del Sierra Club.

Ha detto che i regolatori statunitensi devono cambiare le politiche che consentono “a queste emissioni massicce di avvenire impunemente”.

Principali inquinatori

I cinque maggiori raffinatori hanno emesso quasi 152 tonnellate (337.000 libbre) di inquinanti, tra cui benzene, monossido di carbonio, idrogeno solforato e anidride solforosa, secondo i dati preliminari forniti alla Texas Commission on Environment Quality (TCEQ).

Valero Energy ha dichiarato in una dichiarazione TCEQ di aver rilasciato 35 tonnellate (78.000 libbre) in 24 ore a partire dal 15 febbraio dalla sua raffineria di Port Arthur, citando il freddo gelido e le interruzioni delle utenze.

READ  L'omicidio di uno scienziato in Iran e il "crimine perfetto" di Trump e Netanyahu: un incontro segreto con il Mossad in Arabia Saudita per colpire Teheran (e Biden)

Le 53 tonnellate (118.100 libbre) di emissioni dalla raffineria di Motiva a Port Arthur, in Texas, tra il 15 e il 18 febbraio, erano più del triplo delle emissioni in eccesso che aveva segnalato alla protezione ambientale degli Stati Uniti per tutto il 2019.

La raffineria di Galveston Bay di Marathon Petroleum ha rilasciato 6,4 tonnellate (14.255 libbre) in meno di cinque ore il 15 febbraio, circa il 10% delle sue emissioni totali al di sopra dei livelli autorizzati nel 2019.

GUARDA | Biden dichiara un grave disastro in Texas dopo la tempesta invernale:

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato un grave disastro in Texas dopo che una devastante tempesta invernale ha lasciato più di 13 milioni di persone in difficoltà per accedere a beni di prima necessità come l’acqua pulita. 3:11

Exxon Mobil ha detto che il suo impianto di Baytown Olefins emette quasi una tonnellata di benzene e 68.000 tonnellate di monossido di carbonio, citando nella sua divulgazione l’arresto di “diverse unità di elaborazione e l’uso sicuro del sistema di torcia”.

Exxon ha attribuito la chiusura di due raffinerie del Texas al gelo e alla perdita di forniture di gas naturale. Un portavoce ha detto che i suoi impianti petrolchimici in Texas e Louisiana hanno fornito 560 megawatt alle comunità locali, contribuendo ad alimentare circa 300.000 case.

Valero non ha avuto un commento immediato. Motiva e Marathon non hanno risposto alle richieste di commento.

I dati finali sul rilascio di inquinamento dovrebbero essere presentati allo Stato entro due settimane.

“Nessun importo sicuro”

La svasatura è continuata per tutta la settimana, poiché le raffinerie hanno chiuso gli stabilimenti.

READ  L'Arabia Saudita rifiuta il notiziario statunitense sulla morte di Khashoggi | Notizie di Jamal Khashoggi

“Abbiamo avuto sei o sette razzi contemporaneamente”, ha detto Hilton Kelly, che vive a Port Arthur, dove si trovano le raffinerie gestite da Motiva, Valero e Total SE. “Sta ancora succedendo adesso.”

Sharon Wilson, una ricercatrice del gruppo di difesa Earthworks, ha detto che i rilasci sono allarmanti, in parte perché “non esiste una quantità sicura di benzene per l’esposizione umana”.

I dati statali mostrano che i produttori di petrolio e gas stavano bruciando metano questa settimana “non fa che peggiorare le cose, e si sarebbe potuto evitare” rimettendo l’impianto per l’inverno, ha detto.

Le compagnie petrolifere e del gas del Texas hanno presentato 174 avvisi di emissioni di inquinamento superiori ai livelli consentiti tra l’11 febbraio e il 18 febbraio, quattro volte il numero della settimana prima, secondo i dati TCEQ.

L’inquinamento totale nelle strutture nell’area di Houston durante l’ondata di freddo è stato di circa 318 tonnellate (703.000 libbre), circa il 3% dell’inquinamento totale rispetto alle quantità consentite per tutto il 2019 e quasi il 10% delle emissioni del 2018, secondo i dati TCEQ analizzati dal gruppo di difesa ambientale del Texas.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega