Il governo italiano si prepara a un confronto con la classe operaia

Il governo italiano si prepara a un confronto con la classe operaia

Entrambe le Camere del Parlamento italiano hanno sostenuto a larga maggioranza un voto di fiducia nel nuovo governo di Mario Draghi. E ha ottenuto il sostegno di 262 voti contro 40 contrari, mentre la Camera dei Rappresentanti ha votato a favore del governo con 535 voti contro 56.

Il 73enne ex presidente della Banca centrale europea ha formato la scorsa settimana un governo che ha riunito tutti i maggiori partiti nazionali, tranne i fascisti Fratelli Ditalia, dalla Liga di estrema destra ai socialdemocratici. Alcuni ministeri chiave saranno guidati da tecnocrati imparziali. I lobbisti di Confindustria e sindacati hanno promesso al governo il loro sostegno.

Draghi ha tenuto mercoledì scorso un discorso programmatico al Senato chiedendo “unità nazionale” e “responsabilità nazionale”. Ha detto che non c’era alcun attributo necessario per definire il suo governo. Ha affermato che era “semplicemente il governo del paese”. Ha fatto appello allo “spirito di sacrificio” e al “dovere di cittadinanza” e ha aggiunto: “Oggi l’unità non è un’opzione, ma un dovere”.

Passaggio del governo da Giuseppe Conte a Mario Draghi (Foto: Governo.it/CC-BY-NC-SA 3.0 IT)

Tuttavia, il suo governo non incarna l’unità del paese, ma piuttosto i ranghi dell’élite al potere in un paese profondamente diviso e diretto verso un’esplosione sociale.

Draghi non è stato negligente quando ha paragonato il suo governo ai “governi dell’immediato dopoguerra”, quando “forze politiche divergenti, se non contraddittorie”, hanno collaborato. A quel tempo, il Partito Comunista, guidato da Palmero Togliatti, aderì a un governo borghese di destra per sopprimere gli sforzi socialisti della classe operaia e salvare il capitalismo italiano.

Draghi ha spiegato ai senatori riuniti quanto sia profonda la crisi del capitalismo italiano e che potrebbero rischiare una rivolta sociale se non riusciranno a sostenere il suo governo.

Secondo il primo ministro dall’inizio dell’epidemia ci sono stati 92.522 morti e 2725106 feriti, anche se i numeri ufficiali sono inferiori alla realtà. Sotto le cure dei soli operatori sanitari, 120.000 persone sono state infettate e 259 sono morte. Come conseguenza di questa epidemia, l’aspettativa di vita media dell’intera popolazione è diminuita tra un anno e mezzo e due anni, mentre il calo varia da quattro a cinque anni nelle zone gravemente colpite dal virus. Draghi ha detto che non c’è stato un declino simile dalla seconda guerra mondiale.

READ  La banca d'investimento italiana finanzia prestiti fino a ottobre

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega