Il leader dell’opposizione ciadiana lascia la corsa presidenziale dopo la sparatoria | Notizie elettorali

Il leader dell’opposizione ciadiana lascia la corsa presidenziale dopo la sparatoria |  Notizie elettorali

Saleh Kebzabo ha detto che il suo partito ha deciso “a titolo definitivo” di ritirarsi dal voto di aprile a seguito di una sparatoria mortale a casa di un altro candidato.

La principale figura dell’opposizione del Ciad ha annunciato il suo ritiro dalla prossima corsa alla leadership del paese, accusando il presidente veterano Idriss Deby di usare la forza per intimidire i suoi rivali.

Saleh Kebzabo ha detto che il suo partito ha deciso “a titolo definitivo” di non partecipare alle elezioni presidenziali dell’11 aprile, secondo una dichiarazione rilasciata lunedì, il giorno dopo una sparatoria mortale a casa di un altro candidato, Yaya Dillo.

Kebzabo ha condannato quello che ha definito un “attacco militare” alla casa di Dillo nella capitale, Ndjamena.

“Il clima di insicurezza … eclisserà sicuramente la campagna elettorale dei candidati che si trovano ad affrontare [Deby’s] Movimento di salvezza patriottico [MPS],” Egli ha detto.

Ritirandosi dalla gara, ha detto Kebzabo, si è rifiutato di “coprire una mascherata su larga scala”.

Deby governa il Ciad da oltre 30 anni e si candiderà per un sesto mandato l’11 aprile.

Kebzabo, un ex giornalista che alla fine degli anni ’90 era ministro sotto Deby, ha sfidato la presidenza quattro volte.

È arrivato secondo alle elezioni del 2016 con il 12,8% dei voti.

‘Alzati’

Domenica è scoppiata una sparatoria a casa di Dillo quando le forze di sicurezza sono arrivate ad arrestarlo. Dillo si era nascosto con “individui armati” dopo aver rifiutato di obbedire a due mandati di arresto, presentati lo scorso anno per presunte calunnie alla moglie del presidente.

READ  "Migranti a bordo di navi al largo": Johnson escogita una soluzione radicale per arginare la migrazione

Il governo ha detto che due morti si sono verificate quando le forze di sicurezza sono finite sotto il fuoco della sua casa e sono state costrette a rispondere. Cinque persone sono rimaste ferite, compresi tre soldati, ha aggiunto.

Ma in una serie di post sui social media, Dillo ha detto che la sua casa era circondata e sua madre e diversi parenti sono stati uccisi.

Nei suoi ultimi messaggi, ha detto che un veicolo blindato ha sfondato la porta e ha esortato il pubblico a “alzarsi”.

Il racconto di Dillo non ha potuto essere confermato in modo indipendente e le autorità non hanno risposto alla richiesta dell’agenzia di stampa AFP. Anche la sua posizione era sconosciuta e le telefonate sono rimaste senza risposta.

Diversi veicoli blindati, oltre a gendarmi e membri della guardia presidenziale d’élite, sono stati schierati sulle strade che portano a casa sua, ma non c’è stato alcun aumento visibile della sicurezza alla presidenza o in ufficio. Ministero della Difesa, ha osservato un giornalista dell’AFP .

Tuttavia, i servizi di telefonia mobile erano lenti e anche l’accesso a Internet a Ndjamena è stato interrotto.

Le autorità hanno vietato le proteste pubbliche nelle ultime settimane prima delle elezioni.

L’organismo di vigilanza sui diritti globali di Amnesty International ha denunciato quelle che definisce “restrizioni inutili e sproporzionate” al diritto di riunione pacifica, nonché “arresti arbitrari”.

Il Take di Deby

Dillo è un leader ribelle ufficiale che ha combattuto contro Deby nel 2006 prima di entrare nel suo governo e diventare ministro. Più recentemente, è stato rappresentante del Ciad presso la Comunità economica e monetaria centrafricana (CEMAC).

Venerdì aveva presentato documenti per contestare le elezioni.

READ  Corona virus, in Francia, più di 20mila contagi entro 24 ore. Madrid, il nuovo stato di emergenza

Deby, un ex capo delle forze armate di 68 anni, governa il Ciad dal dicembre 1990, quando ha estromesso il leader autocratico Hissène Habré. Ha approvato una nuova costituzione nel 2018 che ha ripristinato i limiti di mandato ma potrebbe permettergli di rimanere al potere fino al 2033.

Centinaia di persone sono scese in piazza all’inizio di questo mese per protestare contro la sua candidatura nel voto di aprile.

Durante il suo lungo regno, Deby è stato accusato dai critici di autoritarismo e nepotismo e di non essere riuscito ad affrontare la povertà che affligge molti dei 13 milioni di persone del Ciad.

Nonostante la sua ricchezza petrolifera, il paese è al 187 ° posto su 189 nell’indice di sviluppo umano delle Nazioni Unite (HDI).

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega