Il riscaldamento globale può rendere impossibile la vita ai tropici

Il riscaldamento globale può rendere impossibile la vita ai tropici
Di Amy Norton
Reporter HealthDay

LUNEDÌ, 8 marzo 2021 (HealthDay News) – Limitare il riscaldamento globale agli obiettivi proposti nell’accordo di Parigi potrebbe impedire alle regioni tropicali di raggiungere temperature che superano la tolleranza umana, secondo nuovi progetti di studio.

I ricercatori stimano che se i paesi fossero in grado di limitare gli aumenti di temperatura a 1,5 ° C sopra i livelli preindustriali, ai tropici sarebbero risparmiate temperature superiori al “limite di sopravvivenza”. Ma la vita alle latitudini più calde del mondo può diventare insopportabile se questi controlli non vengono rispettati.

Lo studio si è concentrato su un indicatore chiamato temperatura del bulbo umido, che rappresenta il calore e l’umidità, ed è simile a ciò che gli osservatori meteorologici conoscono come termometro.

“L’idea generale è che il corpo semplicemente non risponde alla temperatura, risponde all’umidità”, ha detto Christina Dahl, una scienziata del clima che non è stata coinvolta nello studio.

Il corpo si raffredda Sudorazione E il sudore è evaporato pelleD. ha spiegato. A un certo punto della temperatura e dell’umidità, ha detto, diventa “termodinamicamente difficile” che accada.

Ha continuato

Gli scienziati ritengono che una temperatura del bulbo umido di 35 gradi Celsius sia il limite superiore della resistenza umana. È più vicino a un indice di temperatura di 160 gradi Fahrenheit.

Le persone differiscono per la quantità di calore che possono sopportare. Ma a una temperatura di bulbo umido di 35 ° C, chiunque rimanesse all’aperto sarebbe nei guai.

Il corpo di solito mantiene una temperatura interna abbastanza stabile di 37 ° C (98,6 ° F). La temperatura della pelle dovrebbe essere leggermente inferiore, per consentire al calore di base di fluire nella pelle. In caso contrario, la temperatura interna di una persona potrebbe aumentare rapidamente, ha spiegato Yi Zhang, il ricercatore principale del nuovo studio.

READ  Fisico di Vibona Gregorio Carullo presso l'Istituto Italiano di Criminologia

“Le alte temperature interne sono pericolose o addirittura fatali”, ha detto Zhang, uno studente laureato in scienze atmosferiche e oceaniche alla Princeton University nel New Jersey.

Per il loro studio, Zhang ei suoi colleghi hanno fatto proiezioni su come il riscaldamento globale avrebbe influenzato le temperature del bulbo umido ai tropici (tra 20 gradi a nord e a sud dell’equatore). Ciò include la foresta pluviale amazzonica, un’ampia quota dell’Africa, la penisola indiana e parti del sud-est asiatico.

Ha continuato

I ricercatori hanno iniziato con la teoria che le dinamiche atmosferiche in qualche modo semplici governassero le temperature del bulbo umido locale in quella regione equatoriale. Quindi hanno usato i dati delle stazioni meteorologiche per decenni per confermarlo.

Da lì, sono stati in grado di prevedere che se il riscaldamento globale fosse limitato a 1,5 ° C, impedirebbe a “la maggior parte dei tropici” di raggiungere temperature insopportabili.

I risultati sono stati pubblicati l’8 marzo sulla rivista Scienze naturali della terra.

In base all’accordo di Parigi, un trattato internazionale sui cambiamenti climatici, l’obiettivo è limitare il riscaldamento globale a “ben al di sotto” di 2 gradi Celsius, e preferibilmente di 1,5 gradi, rispetto ai livelli preindustriali.

Dahl, uno scienziato senior del clima presso la Union of Concerned Scientists senza scopo di lucro, ha affermato che queste ultime proiezioni sottolineano l’importanza di questo.

Dahl ha affermato che i risultati traducono l’obiettivo della politica in un potenziale impatto nel mondo reale.

Tuttavia, evitare temperature insopportabili che non sarebbero tollerate da un bulbo umido non significa che il pianeta sia fuori pericolo. Ha notato che la salute umana può sicuramente soffrire a temperature meno rigide.

Ha continuato

Le ondate di calore causano abitualmente malattie da calore che a volte sono fatali, e Dahl ha aggiunto che il riscaldamento contribuisce anche all’inquinamento atmosferico, che può esacerbare condizioni di salute croniche come malattie cardiache e polmonari.

Un gruppo di organizzazioni mediche chiamato Medical Community Consortium on Climate and Health ha evidenziato una serie di impatti sulla salute legati al riscaldamento globale. Le infezioni trasmesse da insetti come la malattia di Lyme e la Zika, ad esempio, o contaminano le riserve di cibo e acqua provocando innalzamento del livello del mare, piogge torrenziali e inondazioni.

Zhang ha affermato che sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere appieno gli effetti sulla salute delle temperature della lampada umida al di sotto del “limite di sopravvivenza” di 35 gradi Celsius. Ha anche osservato che lo studio ha esaminato solo i paesi compresi tra determinate latitudini e i risultati non si applicano necessariamente ad altre regioni.

Cosa è necessario per ridurre il riscaldamento globale? La risposta breve, secondo Dahl, è una minore dipendenza dai combustibili fossili (petrolio, carbone e gas naturale) e un maggiore utilizzo di fonti di energia pulita come l’energia solare ed eolica.

Le emissioni umane, principalmente anidride carbonica, protossido di azoto e metano, sono state attribuite all’aumento delle temperature globali dagli anni ’50. Negli Stati Uniti, la maggior parte di queste emissioni proviene dalla combustione di combustibili fossili per uso energetico, secondo la US Energy Information Administration.

Ha continuato

maggiori informazioni

L’OMS ha di più sul cambiamento climatico e sulla salute.

Fonti: Yi Chang, studente laureato, scienze atmosferiche e oceaniche, Università di Princeton, Princeton, NJ; Christina Dahl, Ph.D., Senior Climate Scientist, Climate and Energy Program, Union of Concerned Scientists, Cambridge, Massachusetts; Nature Geoscience, 8 marzo 2021, online

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega