Israele approva centinaia di insediamenti abitativi in ​​spinta dell’ultimo minuto

Israele approva centinaia di insediamenti abitativi in ​​spinta dell’ultimo minuto

GERUSALEMME – I funzionari israeliani domenica hanno presentato piani per costruire altre 780 case negli insediamenti della Cisgiordania, ha detto un gruppo di sorveglianza anti-insediamento, in un’ondata di approvazioni dell’ultimo minuto davanti all’amichevole amministrazione Trump non si dimetterà più tardi questa settimana.

Peace Now ha detto che più del 90% delle case si trovava nelle profondità della Cisgiordania, che i palestinesi cercano come il cuore di un futuro stato indipendente, e che più di 200 case si trovavano in avamposti non autorizzati il governo aveva deciso di legalizzare.

Israele ha intensificato la costruzione di insediamenti durante il mandato del presidente degli Stati Uniti Donald Trump. Secondo Peace Now, Israele ha approvato o avanzato la costruzione di oltre 12.000 case negli insediamenti nel 2020, il numero più alto in un solo anno da quando ha iniziato a registrare statistiche nel 2012.

“Promuovendo centinaia di unità di insediamento, il primo ministro Benjamin Netanyahu ripone ancora una volta i suoi interessi politici personali su quelli del paese”, ha detto il gruppo. “Non solo questa attività di insediamento eroderà la possibilità di una risoluzione a lungo termine per porre fine al conflitto con i palestinesi, ma a breve termine metterà inutilmente Israele in rotta di collisione con la nuova amministrazione Biden”.

L’ufficio di Netanyahu non ha fatto commenti. Ma la scorsa settimana ha detto che avrebbe cercato l’approvazione per i progetti di costruzione. Includono 100 case a Tal Menashe, un insediamento in cui una donna israeliana è stata uccisa il mese scorso in un attacco per il quale un palestinese è stato accusato.

I palestinesi rivendicano l’intera Cisgiordania, conquistata da Israele nella guerra in Medio Oriente del 1967, come parte di un futuro stato indipendente. Dicono che la crescente popolazione di coloni, che si avvicina a 500.000, sta rendendo sempre più difficile realizzare il loro sogno di indipendenza.

READ  "Il virus? In pizzeria" ha falsamente bloccato 1,7 milioni di persone

Una serie di amministrazioni statunitensi, così come il resto della comunità internazionale, si sono opposte alla costruzione di insediamenti. Ma Trump, circondato da una squadra di consiglieri strettamente legati al movimento dei coloni, ha adottato un approccio diverso. La sua amministrazione non ha criticato gli annunci di insediamenti israeliani e, in una decisione storica, ha annunciato nel 2018 che non considera gli insediamenti illegali ai sensi del diritto internazionale.

Di conseguenza, Israele ha approvato piani per più di 27.000 case di coloni durante il mandato di quattro anni di Trump, più di 2,5 volte il numero approvato nel secondo mandato dell’amministrazione Obama, secondo Peace Now.

Il presidente eletto Joe Biden dovrebbe tornare alla tradizionale posizione americana di opporsi alle colonie, aprendo la strada a un possibile scontro con Netanyahu.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega