La Cina arresta Cheng Lei, conduttrice australiana della CGTN, sospettata di “fornire illegalmente segreti di stato all’estero”

La Cina arresta Cheng Lei, conduttrice australiana della CGTN, sospettata di “fornire illegalmente segreti di stato all’estero”

“Le autorità cinesi hanno indicato che la signora Cheng è stata arrestata con l’accusa di fornire illegalmente segreti di stato all’estero”, ha detto Payne, aggiungendo che “il governo australiano ha regolarmente comunicato le sue serie preoccupazioni per la detenzione della signora Cheng a livelli più alti, soprattutto per quanto riguarda il suo benessere. e moderazione. ”

Funzionari consolari australiani hanno visitato Cheng regolarmente da quando è stata detenuta, più recentemente il 27 gennaio 2021.

Cheng era un’ancora commerciale su CGTN, il braccio internazionale dell’emittente televisiva CCTV di proprietà statale cinese, che da allora ha rimosso tutti i riferimenti a lei dal suo sito web e dai social media.

Secondo a profilo Da quanto ora è stato cancellato, il giornalista australiano è entrato a far parte della stazione televisiva con sede a Pechino nel 2012, dopo un periodo di nove anni con il canale di notizie finanziarie statunitense CNBC. È stata una delle principali ancore della CGTN, dirigendo il programma quotidiano “Global Business”, conducendo interviste di alto livello, facilitando l ‘”innovazione dei contenuti” e prendendo parte a progetti speciali.

Nel suo tempo libero, Cheng era attiva nella comunità australiana a Pechino, partecipando a eventi presso la Camera di commercio australiana e agendo come “ambasciatrice degli alumni” per l’ambasciata del paese.

Il suo ultimo post su WeChat, l’app di social networking cinese, l’ha mostrata durante l’apertura di un negozio Shake Shack a Pechino il 12 agosto, il primo ristorante aperto in Cina dalla catena americana. In posa con un vestito verde brillante, Cheng ha sottotitolato le foto con l’hashtag “Non scuotere la guerra”.

Il ministero degli Esteri cinese non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento da parte della CNN Business. Alla domanda sulla detenzione di Cheng lo scorso anno, la portavoce del ministero Hua Chunying ha detto: “La Cina è un paese di diritto e agiremo secondo la legge”.

READ  È lo stesso giorno in Bielorussia per 100 giorni

La detenzione iniziale di Cheng avvenne quando i legami tra Canberra e Pechino si deteriorarono rapidamente. Dopo che l’Australia ha chiesto un’indagine sulle origini della pandemia di coronavirus, la Cina l’ha presa di mira sul commercio, colpendo i prodotti con tariffe e bloccando le acquisizioni da parte delle società australiane.

Poco dopo la detenzione di Cheng, due giornalisti australiani lavorano in Cina fuggì dal paese dopo che le autorità hanno tentato di interrogarli per motivi di sicurezza nazionale, lasciando i media australiani senza giornalisti che lavoravano in Cina per la prima volta in quasi 50 anni.

Bill Birtles, corrispondente da Pechino per l’Australian Broadcasting Corporation (ABC), e Mike Smith, corrispondente da Shanghai per l’Australian Financial Review (AFR), furono informati che erano “interessati a indagare” su Cheng. Entrambi hanno cercato la protezione dei funzionari consolari e sono stati finalmente in grado di lasciare la Cina dopo uno stallo diplomatico di cinque giorni.

In un reportage esclusivo lunedì, Birtles ha citato membri della famiglia di Cheng in Australia che hanno detto di non essere a conoscenza di alcun motivo per cui avrebbe potuto essere detenuta.

“Non credo che avrebbe fatto qualcosa che avrebbe intenzionalmente danneggiato la sicurezza nazionale in alcun modo”, ha detto alla ABC Louisa Wen, nipote e portavoce della famiglia di Cheng. “Non sappiamo se sia rimasta coinvolta in qualcosa di cui lei stessa non si era resa conto.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega