L’indagine di Riot Games con il CEO ha concluso “nessuna prova” di cattiva condotta • Eurogamer.net

L’indagine di Riot Games con il CEO ha concluso “nessuna prova” di cattiva condotta • Eurogamer.net

Riot Games ha annunciato che dopo aver indagato sulle accuse di cattiva condotta del CEO Niccolo Laurent, non sono state trovate prove a sostegno delle accuse e Laurent non dovrà affrontare sanzioni.

Un’indagine è stata commissionata da Riot in risposta al Prof. Una causa legale dell’ex assistente esecutivo di Riot, Sharon O’DonnellA gennaio, Laurent è stato accusato di molestie sessuali, discriminazione di genere e licenziamento ingiusto. Lo studio legale esterno Seyfarth Shaw LLP ha condotto l’indagine, quindi ha presentato i suoi risultati al Comitato speciale del Consiglio di amministrazione di Riot (un comitato di amministratori creato nel 2018 “per supervisionare i progressi dell’azienda nella diversità e nell’inclusione” dopo Galleria Kotaku Sulla diffusa discriminazione di genere in azienda). Il comitato speciale ha esaminato i risultati dell’indagine e ha concluso che non vi erano prove a sostegno delle accuse.

“ Dal 2018, quando abbiamo rinnovato il nostro processo di indagine interna, abbiamo utilizzato un rigoroso processo di indagine esterna per garantire che eventuali accuse contro i nostri comandanti superiori siano investigate in modo completo e imparziale e che quelle indagini che coinvolgono i nostri dirigenti senior siano supervisionate da un comitato speciale del Consiglio di amministrazione della Società. Riot, Riot Games ha detto in A. dichiarazione. “A seguito delle recenti accuse di cattiva condotta sollevate contro Riot e il nostro CEO, eravamo molto disponibili a farlo di nuovo.

“Il comitato speciale del nostro consiglio di amministrazione ha concluso che, dopo aver esaminato i risultati delle indagini, e sulla base di tutto ciò che sanno oggi, non ci sono prove che Nicolo abbia molestato, distinto o vendicato la signora O’Donnell”.

secondo Washington PostL’annuncio e la lettera di accompagnamento di Laurent che nega le accuse sono stati condivisi internamente con i dipendenti dell’azienda, ma ora tutti i dati possono essere Sono stati mostrati su Internet.

READ  Le sue recenti vendite autunnali sono state le più grandi di tutte - Multiplayer.it

Riot ha anche chiesto di accelerare i procedimenti giudiziari nel tentativo di spostare il caso in arbitrato (transazione extragiudiziale), sostenendo che questa è una risposta alla presunta frode dei testimoni. La società sostiene che O’Donnell si sia offerto di pagare qualcuno per testimoniare a suo favore, che qualcuno che affermava di far parte del team legale ha minacciato un’altra persona per convincerlo a partecipare alla causa e che O’Donnell ha fornito informazioni di contatto per la testimonianza alla stampa ( Grazie e GamesIndustry.biz).

Nella causa, O’Donnell ha affermato che Laurent l’ha sottoposta a commenti sessuali e l’ha invitata a viaggiare con lui e lavorare da casa sua mentre sua moglie era assente. La causa sostiene che Laurent è diventata ostile quando O’Donnell ha rifiutato, poiché l’amministratore delegato ha limitato le sue responsabilità sul posto di lavoro e alla fine l’ha licenziata quando ha segnalato l’incidente al dipartimento delle risorse umane di Riot.

Tutto questo arriva dopo la recente notizia che Riot ha riprovato Forzare i querelanti in una causa contro la discriminazione di genere Nell’arbitrato individuale. La causa continua, poiché dopo aver presentato un’offerta di transazione iniziale di $ 10 milioni (£ 7,28 milioni), Riot è stata accusata di collusione con l’avvocato del querelante per raggiungere un accordo, con un’agenzia governativa che sostiene che il numero dovrebbe essere più vicino a $ 400. M (£ 291,7 milioni). Il Un accordo di 10 milioni di dollari è stato rifiutato, Ed è stato introdotto un nuovo consulente legale per rappresentare le donne.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega