NASA: Arresto prematuro di un nuovo enorme missile durante lo spettacolo di sabato che è stato ricondotto al sistema idraulico

NASA: Arresto prematuro di un nuovo enorme missile durante lo spettacolo di sabato che è stato ricondotto al sistema idraulico

La NASA ha rintracciato il motivo per l’arresto anticipato dei motori del sistema di lancio spaziale durante un lancio di prova sabato al suo sistema idraulico.

Gli ingegneri hanno detto che sono stati introdotti standard di test eccessivamente “conservativi” che hanno causato l’arresto dei massicci sistemi missilistici dopo poco più di un minuto.

Nonostante le preoccupazioni iniziali, lo stadio base del missile lungo 213 piedi (65 m) – che ha quattro motori RS-25 alla base – non è stato danneggiato da un lancio di prova.

Più potente dei razzi Saturn V dell’era Apollo, anche lo Space Launch System (o SLS) verrà lanciato con due piccoli propulsori a razzo solido attaccati al suo lato.

L’enorme razzo aveva lo scopo di riportare l’umanità sulla superficie della Luna in questo decennio e si spera che continui a lanciarsi in un’orbita lunare senza equipaggio a novembre.

Questo volo – che mira a posizionare sia il razzo che la capsula dell’equipaggio Orion attaccata durante i suoi ritmi – inizierà al Kennedy Space Center in Florida.

Tuttavia, si dice che gli esperti della NASA siano titubanti sull’opportunità di sottoporre il missile a un altro lancio di prova prima che venga spedito in tutto il paese.

La NASA ha rintracciato il motivo dell’arresto anticipato dei motori a razzo dello Space Launch System (nella foto) durante un lancio di prova sabato al suo sistema idraulico

Gli ingegneri hanno affermato che sono stati introdotti standard di prova

Gli ingegneri hanno detto che sono stati introdotti standard di test eccessivamente “conservativi” che hanno causato l’arresto dei massicci sistemi missilistici dopo poco più di un minuto. Nella foto, lo stadio base della SLS sarà sottoposto a un lancio di prova del motore presso lo Stennis Space Center nel Mississippi sabato

Un test “fuoco caldo” dei motori RS-25 è stato condotto sabato dagli ingegneri della Boeing della NASA e da un appaltatore SLS presso lo Stennis Space Center nel Mississippi.

Per l’intero periodo di lancio, lo stadio principale del missile è stato installato sulla piattaforma di test B-2, una massiccia struttura in acciaio entro i confini della struttura di lancio.

READ  Siamo vicini al punto di non ritorno. Ecco perché VIROLOGO GALLI si interessa »ILMETEO.it

L’SLS era equipaggiato con oltre 700.000 galloni di idrogeno liquido e ossigeno per il test mostra che avrebbe dovuto consentire ai motori a razzo di lanciarsi per otto minuti in totale, equivalente al tempo necessario per raggiungere lo spazio.

John Honeycutt, direttore del programma SLS, del Marshall Space Flight Center della NASA in Alabama, ha dichiarato durante una conferenza stampa che lo stadio di base ei motori RS-25 “ funzionavano perfettamente ”, notizie della BBC menzionato.

“Abbiamo appreso dai dati che l’arresto è avvenuto a seguito di alcuni dei criteri di test che avevamo applicato al sistema idraulico azionato dalle unità di potenza ausiliarie dello stadio primario”, ha affermato Honeycutt.

“Quello che abbiamo fatto per questo programma di test, al fine di proteggere le macchine volanti, è intenzionalmente essere un po ‘prudenti con i nostri standard di test.”

Il sistema idraulico è responsabile della rotazione dei quattro motori principali durante il volo, consentendo il governo del missile.

Sull’unità di potenza ausiliaria 2, abbiamo visto un indicatore basso del livello del serbatoio idraulico e della pressione idraulica. Il signor Honeycutt ha spiegato che questi due “tagli bassi” erano passati attraverso i loro controlli per una serie di millesimi di secondo.

“E nei tre controlli che sono stati effettuati, è rimasto basso e ha inviato la questione al computer di bordo per forzare il blocco.”

Poiché l’arresto è stato avviato da limitazioni introdotte specificamente per testare il motore, ciò non causerebbe problemi in una condizione di avvio reale.

Nonostante le preoccupazioni iniziali, lo stadio di base del missile lungo 213 piedi (65 m) - che ha quattro motori RS-25 alla base, nella foto durante i test - non è stato danneggiato dal fuoco.

Nonostante le preoccupazioni iniziali, lo stadio di base del missile lungo 213 piedi (65 m) – che ha quattro motori RS-25 alla sua base, che sono stati raffigurati qui durante i test – non è stato danneggiato dal fuoco.

Più potente dei missili Saturn V dell'era Apollo, verrà lanciato anche lo Space Launch System (o SLS nella foto) con due piccoli propulsori a razzo solido attaccati accanto ad esso.

Più potente dei missili Saturn V dell’era Apollo, lo Space Launch System (o SLS – nella foto) verrà lanciato anche con due piccoli propulsori a razzo solido attaccati accanto ad esso.

La dimostrazione di sabato doveva essere il test finale prima del lancio dell’SLS come parte del programma Artemis della NASA, che prevede di riportare gli astronauti sulla luna entro il 2024 – la prima volta che l’umanità ha fatto passi su un satellite terrestre dal 1972.

Nonostante le preoccupazioni che l’agenzia spaziale manchi la scadenza che si è prefissata, il capo della NASA Jim Bridenstein è fiducioso che il problema del test non causerà grandi ritardi.

È possibile avviarlo [Artemis-1] Entro il 2021? Sì, è ancora nella gamma delle possibilità, ha detto a BBC News, aggiungendo che la NASA stava per tornare sulla luna entro il 2024, poiché prevede di mantenere il programma di esplorazione.

Ha anche affermato che la NASA sta raggiungendo le pietre miliari necessarie per rispettare la scadenza del 2024 per il ritorno degli astronauti sulla luna.

Il signor Honeycutt ha continuato:

Il signor Honeycutt ha continuato:

“Abbiamo appreso dai dati che l’arresto è avvenuto a seguito di alcuni dei criteri di test che avevamo applicato al sistema idraulico azionato dalle unità di potenza ausiliarie dello stadio primario”, ha affermato Honeycutt. Nella foto: un test dei quattro motori RS-25

Gli ingegneri della NASA e della Boeing hanno eseguito un cosiddetto test di `` fuoco caldo '' dei motori RS-25 sabato presso lo Stennis Space Center in Mississippi.

Gli ingegneri della NASA e della Boeing hanno eseguito un cosiddetto test di “ fuoco caldo ” dei motori RS-25 sabato presso lo Stennis Space Center in Mississippi.

Il signor Bridenstine, un candidato uscente dall’amministrazione Trump, ha aggiunto: “ Va detto – ed è molto importante, abbiamo un forte sostegno bipartisan per il programma Artemis.

Sebbene al momento si sappia poco sui pensieri del presidente in arrivo Joe Biden sul programma spaziale, il Partito Democratico degli Stati Uniti ha espresso ampio sostegno per un ritorno programmato sulla superficie della Luna prima delle elezioni del 2020.

Il signor Bridenstine ha detto che crede che la NASA possa offrire le nuove opzioni di amministrazione per l’esplorazione spaziale in cui possono acquistare.

READ  Il ghiaccio terrestre si sta `` sciogliendo il 57% più velocemente '' rispetto a 30 anni fa (e 28 trilioni di tonnellate sono già sparite)

Ha concluso: “Questi non sono programmi per un periodo, sono programmi che devono sopportare più amministrazioni”.

L'enorme razzo mira a riportare l'umanità sulla superficie della luna durante questo decennio e si spera che continui a essere lanciato in un'orbita lunare disabitata a novembre.  Nella foto, l'impressione di un artista del sistema di lancio spaziale mentre si imbarca in una missione

L’enorme razzo mira a riportare l’umanità sulla superficie della Luna in questo decennio e, si spera, continuerà a lanciarsi in un’orbita lunare disabitata a novembre. Nella foto, l’impressione di un artista del sistema di lancio spaziale mentre si imbarca in una missione

Cos’è lo Space Launch System della NASA?

Lo Space Launch System della NASA, o SLS, è un veicolo di lancio avanzato che “fornirà la base per l’esplorazione umana oltre l’orbita terrestre”, secondo l’agenzia spaziale.

L’SLS verrà lanciato con una spinta senza precedenti e trasporterà equipaggi di un massimo di quattro astronauti nella navicella spaziale Orion dell’agenzia in missioni per esplorare destinazioni nello spazio profondo.

L’SLS è progettato per evolversi nel corso di diversi decenni per tenere il passo con le moderne tecnologie e carichi utili, offrendo più massa di carico utile, capacità di volume e potenza per accelerare le missioni nello spazio rispetto a qualsiasi veicolo di lancio attuale.

Lo Space Launch System della NASA, o SLS, è un veicolo di lancio avanzato che `` fornirebbe la base per l'esplorazione umana oltre l'orbita terrestre '', secondo l'agenzia spaziale (impressione dell'artista)

Lo Space Launch System della NASA, o SLS, è un veicolo di lancio avanzato che “ fornirebbe la base per l’esplorazione umana oltre l’orbita terrestre ”, secondo l’agenzia spaziale (impressione dell’artista)

Questi includono missioni scientifiche robotiche in luoghi come la Luna, Marte, Saturno e Giove.

Il primo lancio del missile, che sarà senza pilota, è previsto per il 2020 presso il Kennedy Space Center della NASA in Florida.

La configurazione iniziale di ciò che l’SLS può trasportare oltre l’orbita terrestre bassa e verso la Luna è di oltre 26 tonnellate, con una configurazione finale di almeno 45 tonnellate.

La NASA intende inviare esseri umani verso destinazioni “nello spazio profondo” come Marte e la Luna a bordo della SLS, con una missione programmata sul Pianeta Rosso negli anni ’30.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega