nuovo governo bandisce i partiti – Corriere.it

nuovo governo bandisce i partiti - Corriere.it

Negozi, bar e ristoranti chiusi nei giorni festivi e nei giorni prefestivi: la pressione che il governo potrebbe già decidere oggi, Lunedì 14 dicembre, per evitare quanto accaduto in questi giorni. Di fronte alla folla per le strade, alle migliaia di persone in fila per fare acquisti ed entrare nei ristoranti, oppure accatastati bar interni ed esterni per pranzi e aperitivi, nuove misure diventano inevitabili per fermare i contagi da Covid – 19. E così, durante la riunione di emergenza richiesta dal Pd e convocata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte con i capi delegazione, oltrepassare la linea del ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che rappresenta l’M5S: convocazione urgente del comitato tecnico scientifico decidere, con la titolare del Viminale Luciana Lamorgese, nuove misure anti-assembleari.

Il modello Merkel

Divieto di viaggio a Natale, 26 dicembre e 1 gennaio 2022 sarà solo eliminato per le piccole città, il resto d’Italia sarà piuttosto considerato come zona rossa. il Modello Merkel, invocato in più occasioni dal Ministro della Salute Roberto Speranza che ora ribadisce: È importante che tutti sappiano che la situazione è ancora molto grave. Conte sa bene che i cittadini sono giudicati da dieci mesi di restrizioni ed è per questo che sceglie la sera di lanciare un appello tramite Facebook: siamo tutti impegnati, con grandi e piccoli sacrifici, nella battaglia contro Covid. -19 da mesi ormai. La nostra comunità nazionale, nonostante mille difficoltà, è riuscita a mostrarsi un forte spirito di coesione e un grande senso di responsabilità. Sono convinto che continueremo a dare prova di questa solidità anche nelle settimane a venire, in occasione delle festività natalizie.

READ  Insegnante di italiano sospeso dopo che gli studenti hanno denunciato l'uso di insulti razziali

La terza ondata

Durante l’incontro serale Bonafede mostra la strada: Dobbiamo valutare il rischio per la salute e quindi avere una panoramica della situazione dagli esperti. Se c’è il pericolo di una terza ondata imminente, deve essere evitato intervenendo per evitare il sovraffollamento. Per questo stamattina toccherà ai membri del CTS delineare i diversi scenari e poi suggerire i rimedi appropriati per evitare quello che accadrà durante le vacanze, spingendo nuovamente in alto la curva epidemiologica. Ma soprattutto può mettere in difficoltà le strutture sanitarie. Anche tenendo conto di ciò che può accadere con il il rientro a scuola dei ragazzi è già fissato per il 7 gennaio e per cui il governo non può permettersi ulteriori battute d’arresto.

Raduni

Lamorgese riferirà sui controlli effettuati, multe, ma soprattutto misure prese nelle ultime ore per evitare raduni. Molte piazze e strade sono state chiuse perché piene di gente, il timore che tutto questo possa ripetersi nei prossimi giorni. I prefetti individueranno i luoghi in cui bloccare il traffico, considerato che il vero pericolo proviene dalla folla delle vie dello shopping e dei centri storici, dove bar e ristoranti possono rimanere aperti fino alle 18. La pressione sarà forte su negozi e luoghi pubblici. L’ipotesi è un emendamento al Dpcm in vigore che ora ne prevede l’apertura alle ferie. Torniamo indietro, pensiamo alla serrata.

Zone rosse

L’aumento del tasso di positività è un fatto allarmante. E così, anche se la maggior parte delle regioni tornerà alla fascia gialla già dalla prossima settimana, in tutta Italia è stato deciso di attivare il divieto di fascia arancione o addirittura rossa nei giorni festivi e nei giorni precedenti le festività. Significa chiudere bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie. Chiudono esercizi commerciali ad eccezione di farmacie, tabacchi ed edicole, anche se le eccezioni concesse dai codici Ateco lasciano margini ancora piuttosto significativi. Oggi si deciderà se attivare la misura il 19 e 20 dicembre – come vorrebbe l’ala rigorosa del governo – o andare in slittino a Natale. Tuttavia, la discussione non sarà priva di ostacoli, almeno per ascoltare le parole del ministro Teresa Bellanova: Affrontiamo la comunità scientifica e decidiamo misure coerenti e comprensibili. Scegli se necessario anche più restrittivi di quelli attuali, ma comprensibili. Perché è l’unico modo per incoraggiare i cittadini a rispettarli.

READ  30 Migliori Piatti Bianchi Porcellana Testato e Qualificato
Piccole città

Chi si aspettava un’ampia esenzione dal divieto di circolazione tra i comuni rimarrà deluso. La mozione che potrebbe essere presentata questa mattina in Senato dei partiti di maggioranza prevede che il giorno di Natale, 26 dicembre e 1 gennaio 2022, sia possibile lasciare solo i limiti di centri con meno di 5.000 abitanti e raggiungono località fino a una distanza di 30 chilometri. Non si può escludere che durante il dibattito a Palazzo Madama venga adottata una versione meno restrittiva della legge, ma se così sarà – hanno già avvertito Conte e il ministro Speranza – il Parlamento si farà carico di quanto può succederà più tardi. Il ragionamento non lascia spazio: se c’è la terza ondata, chi l’ha spinta dovrà rispondere

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PIANETASTREGA.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
Pianeta Strega