• Michele Mandato

Recupero, maledetto recupero…


Ancora una volta per il Benevento il veleno sta nella…coda. No, purtroppo non sto parlando di una pregevole giocata del nostro attaccante Massimo, ma della seconda beffa consecutiva ,dopo il gol annullato a Lucioni dal Var contro il Bologna, perpetratasi negli ultimi istanti di gara a danno dei giallorossi.

Da non credere!…Siamo agli ultimi minuti di gara, e sugli spalti,sono ancora tutti lì a sostener la Strega ,che provava ad attaccare ancora alla ricerca del gol della vittoria. Strega che aveva messo in scena una partita davvero eccellente, opposta ad un blasonato avversario, che non sarà ancora tornato ai livelli del “Grande” Torino ma che ha nelle sue fila fior di giocatori del calibro di Belotti, Ljajc,Sirigu,Iago Falque (sigh) ecc.

Dicevo eravamo negli ultimissimi giri di lancetta si attendeva solo il triplice fischio che conunque avrebbe sancito il primo, meritatissimo, punto in serie A degli Stregoni,quando una pregevole giocata sull’asse Ljaljc – Iago Falque portava il Toro al definitivo vantaggio e toglieva alla squadra di Baroni un punto che sarebbe andato addirittura stretto, ma che comunque avrebbe mosso la classifica,cancellando quell’immeritato zero nel tabellino dei punti.

Ed invece ancora una volta ci si ritrova con un pugno di mosche in mano, dopo tre gare di campionato ,perse di misura,e ben giocate.

Adesso il calendario prevede una serie (tranne la trasferta di Crotone)di partite, sulla carta proibitive, ma, alla luce delle prestazioni fin qui messe in scena dai giocatori in maglia giallorossa, un cauto ottimismo può comunque fare capolino tra la tifoseria, anche in considerazione del fatto che i nuovi arrivi, visti ieri, hanno quasi tutti ben impressionato, e che andranno (speriamo al più presto) ad integrarsi, crediamo ,nel migliore dei modi,nell’intelaiatura della squadra.

Ed eccoci come nello spirito della nostra rubrica,ad alcuni spunti di riflessione.

Ai nostri calciatori, per come hanno interpretato la gara, non ce la sentiamo di dare insufficienze, evidenziando in ogni caso le ottime prestazioni di Memushaj da 7 pieno ed Antei e Venuti che ci vanno vicino.

Se proprio dobbiamo “bocciare” qualcosa della partita di ieri è la mentalità! che, nella fase finale della gara, ha fatto rima con… ingenuità.

Diciamocelo tutta prendere quel gol,quasi in contropiede, e in quel modo, sottovalutando,per certi versi, le qualità di fine ispiratore di Ljaljc che ha messo il suo compagno davanti la porta di Belec è stata da polli.

Errori che,in serie A,c’è poco da fare,non ti perdonano!

Da rivedere,quindi rimandato l’ attacco giallorosso. C’è stato l’esordio di Iemmello che è apparso ancora non al meglio della condizione e ,come è normale che sia, non affiatato con il compagno di reparto Coda.

C’è da vedere,è vero, ancora all’opera il nuovo arrivo Armenteros,ma l’impressione che si ha,alla luce di queste prime gare, è che manchi quel cinismo tanto indispensabile in un campionato così difficile.

E infine ancora una volta promossa la tifoseria che anche ieri ,peraltro sotto il diluvio di inizio partita, è accorsa come sempre numerosa,ed ha sostenuto i propri colori per tutta la gara, riservando ai propri calciatori una buona dose di applausi ” antidepressivi” anche dopo la beffa finale.

Ragazzi c’è da soffrire,questo lo sapevamo,e purtroppo la classifica ce lo ha sbattuto in faccia subito,ma per quello che ha fatto vedere la squadra fin qui,in attesa anche che la fortuna giri dalle nostre parti, viene comunque da dire che, non tutto è perduto e che sarà importante fare quadrato,con tutte le varie componenti,nessuna esclusa, intorno alla squadra.


Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com