• Umberto Mobilia

Assolo partenopeo


Ritorna un derby campano in serie A, avvenimento atteso dalla stagione calcistica 1988/1989. Si sfidano al San Paolo di Napoli gli azzurri di Sarri e i giallorossi guidati da mister Baroni. Il risultato finale, ahimè, è tennistico: un 6 a 0 per i padroni di casa che porta il Napoli a punteggio pieno e ultima senza punti la compagine sannita. Andiamo ad analizzare in musica le azioni salienti. Al terzo minuto di gioco Mertens si incunea dalla destra, Belec non trattiene il tiro e con un tap-in Allan segna. 1 a 0. Giocata veloce e devastante, sembra di ascoltare l’assolo di Herman Li dei Dragonforce in Through the Fire and Flames.

Dragonforce – Through the Fire and Flames

Al sesto minuto “colpo di Coda” per il Benevento, (perdonatemi il gioco di parole): tiro dal limite ma la sfera finisce sopra il palo orizzontale. Continua l’assalto del Napoli nella metà campo sannita ed al minuto 15 Insigne beffa Belec: controllo spalle alla porta e tiro di destro a giro, con la palla che finisce all’incrocio. Spettacolare azione che mi ricorda, per stile ed esecuzione, The Gift of Music dei Dream Theatre.

Dream Theatre – The Gift of Music

Al minuto 24 Belec respinge un colpo di testa di Hamsik lasciato solo in area di rigore. Tre minuti dopo, al minuto 27, Insigne crossa per Mertens che anticipa Belec: 3 a 0 per il Napoli. Iron dei Within Temptation suona come contrappunto al terzo goal dei ragazzi di mister Sarri. A nulla servono gli inviti alla calma di Baroni verso i suoi giocatori. Callejon firma il poker dei partenopei, ancora su assist arretrato di Ghoulam. Il continuo incalzare del Napoli sembra essere sottolineato dalla intro, mista di campane e chitarre, di For Whom the Bell Tolls dei Metallica, tratta dell’album del 1985 Ride the Lightning.

Metallica – For Whom The Bell Tolls

Il secondo tempo si apre nello stesso modo in cui la prima frazione di gioco si era chiusa: con un dominio netto del Napoli al quale il Benevento non sembra saper porre rimedio. Chibsah commette un grave errore al minuto 64: atterra in area di rigore Giaccherini. L’arbitro fischia la massima punizione. Dal dischetto Mertens non sbaglia, Belec tocca ma non trattiene. Doppietta per il numero 14 partenopeo. L’attaccante belga ripete exploit del primo rigore al novantesimo minuto. Batte Belec sullo stesso angolo da calcio di rigore, assegnato dall’arbitro Irrati di Pistoia dopo che Letizia atterra Ounas, subentrato al minuto 66 a Callejon. Tripletta per lui. Siamo sul 6 a 0. Il tris personale del nazionale belga ha come sottofondo ideale This Fire Burns dei Killswitch Engage, ipnotica e frenetica.

Killswitch Engage – This Fire Burns

Brutta sconfitta per il benevento che deve rialzarsi subito da questa situazione di stallo. Un plauso va alla tifoseria giallorossa per il supporto dimostrato alla squadra: una vera lezione di stile.

Orgoglio Sannita – Shark Emcee

Alla prossima.


13 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com