• Alberto Valletta

Antei: quando il destino sembra scritto


Luca Antei è stato senza dubbio uno dei giocatori più attesi dal Benevento Calcio. A distanza di 9 mesi dall’infortunio contro l’Udinese - e dal successivo intervento -, infatti, in molti non vedevano l’ora di ritrovarlo nel rettangolo di gioco.

Giovedì pomeriggio, finalmente, l’attesa - seppure in parte - è finita.

Luca è stato in campo per ben 75 minuti (rispetto al solo primo tempo inizialmente previsto da mister Bucchi), nel test amichevole disputato al Vigorito contro la Roma.

«Sono contento di essere tornato a giocare, dopo quasi 9 mesi - ha dichiarato nel post partita -; il fisico risponde abbastanza bene ma non credo di essere ancora pronto per Venezia, sento ancora un pò di dolore».

Al momento del cambio, un’ovazione di tutto lo stadio lo ha accompagnato verso la panchina; ancora visibilmente emozionato ha commentato: «Sono molto felice per gli applausi, è stato davvero molto bello, non me li aspettavo».

Un rientro davvero particolare per il difensore ventiseienne. È come se la divinità romana Giano avesse deciso di concedergli, per una volta sola, il dono di vedere il passato e ripercorrere la strada che lo ha condotto nel Sannio.

È infatti con la casacca giallorossa della ‘Magica’ che ha iniziato la sua carriera, partendo dal settore giovanile capitolino per poi approdare nella Primavera di De Rossi con la quale si laurea campione d’Italia.

Ormai nel circuito dei professionisti, arriva anche la tanto sospirata chiamata in prima squadra con la Roma, seppur senza scendere mai in campo. Ma è da questo momento che parte ufficialmente la sua carriera nel calcio che conta.

«Il mio ritorno in campo è avvenuto contro la squadra che mi ha lanciato nel grande calcio. Per me sarà sempre una sfida particolare, ma sono contento di aver vinto (ride)».

Questo, però, non è il solo déjà-vu della serata per Antei.

Sulla panchina della Roma, infatti, siede un’altra sua vecchia conoscenza: Eusebio Di Francesco; proprio quello stesso allenatore che nella stagione 2013/2014 lo aveva così fortemente voluto al Sassuolo, e che lo ha fatto sbocciare definitivamente.

Con i neroverdi il difensore conquista la prima storica promozione nella massima serie italiana e tra alti e bassi milita per ben quattro stagioni e mezzo con gli emiliani, per un totale di 59 presenze ed una rete.

Il recupero completo è ormai a portata di mano e la voglia di giocare è tanta; il messaggio lanciato agli avversari, poi, è ancora più chiaro: «Non ci nascondiamo, siamo tra le squadre favorite. Ogni partita diamo il 100%».

Col ritorno a disposizione di Antei, finalmente, anche il reparto difensivo centrale può contare su una valida alternativa di cambi.

Bucchi su di lui ha speso belle parole nel post partita. «Di lui mi è piaciuta la determinazione con cui ha iniziato questa stagione, sembra un bambino che ha rivisto per la prima volta il pallone, speriamo che lo accompagni anche un pizzico di fortuna».

(Foto: Profilo Instagram Benevento Calcio)


411 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com