• Tommaso Lombardi

Bucchi e la forza delle idee: dal 'Tombolato' altre risposte positive sulla rosa giallorossa


Diciamoci la verità: quando ieri sera intorno alle 20 sono state diffuse le formazioni ufficiali di Cittadella e Benevento, molti tifosi giallorossi sono rimasti abbastanza perplessi dalle scelte effettuate da mister Bucchi. Vero, lo stesso allenatore il giorno prima aveva preannunciato che ci sarebbe stato qualche cambiamento rispetto al derby vinto con la Salernitana, ma nessuno pensava addirittura a una modifica di 7/11 della formazione precedente. Il timore di una serata difficile si è così palesato nelle menti dei tifosi più pessimisti, ma alla fine ha avuto ragione lui: la Strega pur con qualche sofferenza di troppo (eufemismo) patita nel finale quando la squadra, ormai a corto d'ossigeno, si era pericolosamente abbassata permettendo ai veneti di tentare il forcing finale, ha comunque portato a casa tre punti pesantissimi e per nient'affatto scontati da un campo tradizionalmente ostico come il "Tombolato". Bucchi ha impiegato uomini che non vedevano il campo da tempo (Gyamfi) o che avevano giocato solo pochi scampoli in questo inizio di campionato (Del Pinto, Buonaiuto, Asencio) dimostrando così di tenere tutta la rosa in grande considerazione e di stimolare una "concorrenza" interna (come ad esempio quella che ormai si profila all'orizzonte per il ruolo di centravanti tra Coda e il sempre più sorprendente Asencio) che non potrà altro che far bene alla squadra nell'ottica di un campionato lungo e tortuoso come la Serie B. Dal canto suo, l'organico giallorosso ha inoltre dato anche a Cittadella risposte positive al suo trainer dal punto di vista dell'ampiezza e della qualità: di fatto (e la cosa era già emersa nelle precedenti partite di questo avvio di stagione) ogni ruolo è coperto da un'alternativa di pari valore o quasi, cosicché chi subentra non fa rimpiangere colui che ha giocato in precedenza e si può quindi tranquillamente parlare non della classica distinzione tra "titolari" e "riserve" ma di 24 potenziali titolari, tutti utili alla causa. Lo stesso Bucchi del resto nelle interviste post partita ha detto di non accettare il termine "turnover" con riferimento ai suoi ragazzi, tutti meritevoli di giocare. Avanti così dunque, il campionato in questa fase non dà tregua e all'orizzonte già si profila il sentitissimo match contro il Foggia, domenica sera in un "Vigorito" che si annuncia nuovamente bollente.


0 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com