• Giuseppe Longo

Serie B - Prove di fuga per il Verona, Crotone nuovo stop. Sorpresa Pescara


Mentre il Benevento, con una partita fatta di caparbietà e sofferenza, conquistava la sua prima storica vittoria sul terreno del Tombolato di Cittadella, si è giocato su altri 6 campi il quinto turno di serie B. Vediamo cosa è successo negli altri match.

Al Rigamonti, il Brescia del neo-tecnico Corini riesce a ingabbiare il Palermo di Tedino, apparso in forma dopo il poker rifilato ai grifoni nell'ultima giornata. Le rondinelle si portano in vantaggio con Donnarumma al 27' ed è lo stesso attaccante di Torre Annunziata a replicare dopo soli due giri di lancetta. I rosanero accorciano le distanze con Moreo a 10 minuti dal termine, ma non basta. Corini assapora i primi tre punti sulla panchina del Brescia e i rosanero sono costretti a digerire la prima sconfitta stagionale.

Al Bentegodi lo Spezia, che aveva già giocato un brutto scherzo sabato scorso all'ex capolista Cittadella, cerca di replicare contro il Verona. Ci prova andando in vantaggio con l'ex Avellino Bidaoui, che al 38' ribadisce in rete servito da Okereke. Ma il Verona reagisce immediatamente con Matos su errore di Manfredini e si rientra negli spogliatoi sull'1-1. Nella ripresa i locali cercano e trovano il vantaggio con Zaccagni, che garantisce la vetta della classifica in solitaria ai gialloblù.

Lecce corsaro al Picchi di Livorno: apre le marcature dopo il quarto d'ora l'avanti salentino La Mantia, poi ci pensa nella ripresa il solito Palombi, con una doppietta, a chiudere il match con un rotondo 3-0. I giallorossi salgono al quinto posto con 8 punti, insieme al Palermo, e i labronici, in crisi nera, conservano la penultima posizione, precedendo solo il Foggia ancora a punteggio negativo.

Colpo gobbo del Carpi a Perugia. Sotto gli occhi del Curi al 44' il centrocampista degli umbri Moscati spreca dagli undici metri calciando alto. Nella ripresa la partita si fa nervosa, Castori viene allontanato dal terreno di gioco al 71' e provoca la reazione dei suoi, che vanno in vantaggio con Mokulu al 76'. Poco spettacolo e alta tensione nei minuti rimanenti. Il Carpi riesce ad agganciare il Perugia anche in classifica.

Sorpresa Pescara che, all'Adriatico, riesce a fermare il Crotone di Stroppa in un incontro brioso e frizzante come volevano le attese. I biancazzurri si portano in vantaggio con Mancuso, gli ospiti pareggiano nei primi minuti della ripresa con un'invenzione dell'ex Benali: pallonetto dalla distanza e Fiorillo battuto. Dopo pochi minuti ci pensa di nuovo Mancuso a ristabilire le distanze e a regalare i 3 punti al Delfino. Abruzzesi in seconda posizione e Crotone che staziona a centroclassifica.

Un punto a testa all'Arechi fra Salernitana e Ascoli. I bianconeri passano in vantaggio al 7' con Ninkovic su calcio piazzato. I granata pareggiano con Vuletich, ma viene annullato per fuorigioco. Nella ripresa l'incubo di rivedere le streghe come venerdì al Vigorito spinge i padroni di casa a replicare con Di Tacchio, che spizza di testa e disorienta il portiere ospite.

I risultati di ieri:

BRESCIA - PALERMO 2-1 (27' e 29' Donnarumma, 86' Moreo)

VERONA - SPEZIA 2-1 (38' Bidaoui, 42' Matos, 78' Zaccagni)

LIVORNO - LECCE 0-3 (15' La Mantia, 48' e 58' Palombi)

PERUGIA - CARPI 0-1 (76' Mokulu)

PESCARA - CROTONE 2-1 (19' e 54' Mancuso, 49' Benali)

SALERNITANA - ASCOLI 1-1 (7' Ninkovic, 61' Di Tacchio)

(fonte foto: www.strettoweb.com)


237 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com