• Tommaso Lombardi

Bucchi: «Col Foggia gara aperta. Sappiamo soffrire, ma dobbiamo chiudere le partite»


Consueta conferenza stampa della vigilia per Cristian Bucchi. Queste le principali dichiarazioni del tecnico del Benevento in vista del match del "Vigorito" contro il Foggia, partendo dall'esclusione a sorpresa di Billong dall'elenco dei convocati e dalle condizioni degli altri:

«Billong ha semplicemente un sovraccarico funzionale, non giocava da tanto e ha giocato tre partite in dieci giorni. Abbiamo il rientro di Costa, abbiamo Sparandeo e Antei che sta migliorando, mi sembrava inutile rischiarlo e gli diamo la possibilità di recuperare. Per quanto riguarda gli altri abbiamo Bukata e Filogamo che stanno pian piano recuperando, vengono da infortuni abbastanza lunghi e bisogna avere pazienza, ma sono clinicamente guariti.

Il Foggia? È una squadra che gioca molto bene, è una sua caratteristica e lo fa indistintamente contro chiunque. Ha la voglia di scrollarsi di dosso quel segno meno in classifica, ha voglia di vincere e questo dovrebbe far si che si vedrà una partita aperta con due squadre che cercheranno la vittoria a tutti i costi. Se ne viene fuori una partita spettacolare siamo contenti, ma non cambia quello che deve essere il nostro atteggiamento a prescindere».

Un passo indietro sulla partita di martedì a Cittadella: «Dobbiamo chiudere le partite, come fatto con la Salernitana. Quando le partite restano in equilibrio poi basta un episodio per ribaltare qualsiasi discorso e riaprire gare ampiamente dominate o controllate con agevolezza, è successo a Venezia così come a Cittadella: a Cittadella abbiamo avuto due occasioni nitide e 3-4 contropiedi in superiorità numerica e dovevamo chiudere la partita. Questo è l'ultimo step da compiere. Invece ci siamo messi a soffrire, e questo è un aspetto che mi piace ma l'abbiamo fatto più col cuore che con la mente, ci siamo abbassati troppo e li abbiamo portati in area. È rischioso perché poi in area accade l'episodio... Martedì ha avuto ragione il gruppo che mi ha mandato un messaggio forte: tutti vogliono essere protagonisti, non abbiamo prime donne, sono tutti imprescindibili e lo vogliono dimostrare giocando. Chi sta fuori non ha solo il rammarico di non essere in campo ma avverte la fortuna di far parte di in questo gruppo e questo credo che sia determinante. Le scelte che faccio si basano su quello che vedo durante la gara stessa e durante gli allenamenti. Le tre partite sono difficili da gestire per i giocatori con continuità, soprattutto per quello che chiediamo noi cioè alta intensità e ritmo. Inevitabilmente dei cambi verranno fatti, anche perché alcuni giocatori sono acciaccati, vediamo oggi e domani mattina.

Tanti uomini diversi in gol? È quello che speravo, il fatto di avere attaccanti forti non deve ridurci a cercare solo loro come finalizzatori, per non essere dipendenti da un'unica soluzione. La nostra qualità è quella di avere imprevedibilità in fase offensiva, data da tutti. Mi piace il fatto che non diamo punti di riferimento, dobbiamo essere solo più cinici a chiudere le partite».

Infine, l'allenatore giallorosso a differenza del suo collega Allegri (che alla vigilia di Juventus-Napoli ha snocciolato la formazione bianconera quasi per intero) non si sbilancia su chi manderà in campo domani: «Sicuro gioca Puggioni... A parte gli scherzi, sta diventando retorica ma sono in difficoltà quando devo comunicare la formazione ai ragazzi. Chi sta fuori meriterebbe sicuramente di giocare. Giocheranno quelli che nella mia testa possono portarci alla vittoria, ma quelli che stanno fuori possono portarci ugualmente alla vittoria, con il loro ingresso, il loro atteggiamento e il loro supporto».


91 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com