• Redazione

Under 16 | Carattere, sofferenza e qualità: il Benevento espugna Frosinone


In una splendida e soleggiata giornata, la cornice di questa domenica per i ragazzi dell'Under 16 è la nuova e curata struttura di Ferentino, a pochi chilometri

da Frosinone.

Sul terreno di gioco in erba sintetica, mister Formisano recupera Agnello e Citarella e fa a meno dell'indisponibile Albano (infortunatosi ad una caviglia nel corso dell'allenamento di giovedì) al posto del quale schiera Gargiulo. In panchina si rivede Diglio.

Primi minuti di studio ma con il Frosinone che sembra essere entrato in campo con un atteggiamento maggiormente tignoso e che costringe il Benevento nella propria metà campo. Minuto 8: poderosa progressione di Olimpio che ribalta l'azione e consente il primo calcio d'angolo a favore dei sanniti. Minuto 16: caparbia azione di Bracale in libera uscita nei pressi dell'area avversaria. L'atteggiamento agonistico delle due squadre inizia ad avere il suo peso per la godibilità della gara. Minuto 19: brivido per il Benevento, Di Monaco, pescato in area, di sinistro al volo sfiora il gol. Minuto 21: Agnello conquista una punizione sul lato sinistro dell'attacco giallorosso, alla battuta va Gargiulo, nulla di fatto. Il rombo del centrocampo frusinate pone in costante inferiorità numerica i dirimpettai beneventani. Agnello stenta ad abbassarsi e quando lo fa, lo effettua solo a sinistra. Gentile non sale col solito costrutto. Talia, Citarella e Gargiulo sudano le proverbiali sette camicie per tenere botta. Minuto 27: azione corale dei giallorossini. Agnello e Olimpio duettano. Movimento di Giampaolo che espolde una conclusione che non lascia scampo al portiere di casa. Frosinone-Benevento 0-1. Minuto 29: reazione fulminea del Frosinone, D'Agostino all'interno dell'area colpisce di sinistro. La palla si impenna acquisendo un effetto strano e supera l'incolpevole Gestro. E' 1-1. Capovolgimento di fronte e ammonizione per Giampaolo, reo, a giudizio dell'arbitro, di simulazione. Minuto 32: pennellata di Gargiulo su punizione, palla ad Olimpio che stoppa bene ma la difesa dei canarini sbroglia sulla linea di porta. Minuto 40: buona discesa di Gentile sulla sua fascia di competenza. Il Frosinone si salva in angolo, senza esito la successiva battuta, si va al riposo.

Un Benevento che, stranamente, durante questa prima frazione di gioco si è affidato più ai lanci lunghi che alle solite trame di gioco alle quali ci aveva abituato nelle precedenti uscite. Con poche eccezioni, vedi l'azione del vantaggio.

Nella ripresa, la piccola Strega inizia con lo stesso undici iniziale ma con piglio diverso, riversandosi subito nella metà campo avversaria. Minuto 4: servizio al bacio di Giampaolo per Agnello, conclusione del fantasista corallino di poco sopra la traversa. Minuto 8: duetto di alta qualità Agnello - Olimpio, quest'ultimo non trova l'attimo propizio per concludere a rete. A differenza del primo tempo, Agnello giostra anche dalla parte destra consentendo a Bracale di sprigionare affondi potenzialmente mortiferi, questo mette in difficoltà la retroguardia canarina. Minuto 13: ammonito Agnello per gioco falloso. Minuto 19: Agnello si mette in proprio, per fermarlo il centrocampo del Frosinone spende un' ammonizione. La fatica inizia a farsi sentire; Formisano inserisce Strazzullo in luogo di Gargiulo. Minuto 25: con le squadre lunghe per la stanchezza, Agnello diventa un pericolo costante per i ciociari e per fermarlo il Frosinone ricorre alle maniere forti, altra ammonizione per i padroni di casa. Minuto 27: i gialloblu sono alle corde, l'allenatore di casa procede a un doppio avvicendamento. Il Frosinone cerca così di addormentare il gioco e colpire di rimessa. Strategia che sembra avere i suoi frutti dato che, nonostante la buona volontà e qualche sprazzo, il Benevento non riesce a costruire azioni di una certa pericolosità. Minuto 31: Todisco sostituisce un esausto Talia, prendendo il posto di Gentile sulla fascia sinistra con il conseguente dirottamento sulla fascia destra di quest'ultimo e l'avanzamento di Bracale a centrocampo. Minuto 35: ennesimo spunto di Agnello che procura un'ulteriore ammonizione agli avversari. Minuto 36: l'alchimia di mister Formisano non tarda ad avere i suoi frutti. Dirompente Bracale imbeccato da Gentile, si incunea in area e fornisce l'assist a Olimpio che non si lascia pregare per scaraventare la sfera in rete. Giallorossini di nuovo in vantaggio, 1-2. Minuto 37: ancora Olimpio da fuori area lascia partire una sventola, il portiere avversario si supera salvandosi in angolo. Minuto 38: Battisti e D'Agosto sostituiscono Olimpio e Agnello. L'arbitro concede 5 minuti di recupero. Il Frosinone butta nella mischia tutto quello che ancora possiede nel tentativo scomposto di riequilibrare la contesa. Il Benevento tiene botta e porta a casa la sesta meritata vittoria consecutiva.

Un Benevento che conferma alcune qualità poco evidenti ad uno sguardo superficiale. Solidità difensiva con Barilotti e Seminara, capacità di adattamento con Gentile e Bracale, attitudine alla sofferenza quando le esigenze lo richiedono del centrocampo in toto. Applicazione ed intelligenza tattica dei vari Olimpio, Agnello e Giampaolo, oltre al risaputo valore delle alternative in rosa.

BENEVENTO (4-3-1-2): Gestro, Bracale, Gentile, Seminara, Talia (71' Todisco), Barilotti, Gargiulo (61' Strazzullo), Citarella, Giampaolo, Agnello (78' D'Agosto), Olimpio (78' Battisti). All.: Formisano

A disposizione: Diglio, Moccia, Guerra, Vigorito, Sorrettone.

ARBITRO: Di Francesco della Sez. di Ostia

FINALE: Frosinone-Benevento 1-2

MARCATORI: 27' Giampaolo (B), 29' D'Agostino (F), 76' Olimpio (B)


388 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com