• Tommaso Lombardi

L'AVVERSARIO | IL LIVORNO - Esperienza in campo e un totem in panchina, ma al 'Vigorito'


Al suo ritorno in cadetteria dopo tre anni, è un Livorno in grande difficoltà quello che si affaccerà al "Vigorito" per il monday night contro il Benevento.

Salutato in estate il tecnico artefice della promozione Sottil - col quale i rapporti erano stati già burrascosi nella passata stagione - il vulcanico patron Spinelli, alla guida del club labronico da 19 anni, ha affidato la panchina della squadra alla bandiera Cristiano Lucarelli, da sempre un'istituzione per il popolo amaranto e reduce da una difficile stagione a Catania (dove viceversa è approdato proprio Sottil, in un curioso incrocio di panchine tra i due). Ma l'inizio della nuova avventura con la squadra della sua città per l'ex bomber col numero 99, come detto, non poteva essere dei più complicati: solo 2 i punti raccolti in 6 giornate, frutto dei due pareggi esterni ottenuti contro altre due pericolanti di questo primo scorcio di campionato come Cosenza e Venezia, e di quattro sconfitte (alcune delle quali pesanti, come gli ultimi due rovesci interni con Lecce e Spezia) che hanno reso l'aria dalle parti dell'"Ardenza" già tesa e la panchina di Lucarelli in bilico. Al punto che per lo storico capitano livornese, nonostante la fiducia rinnovatagli (almeno a parole) dalla società, la trasferta nel Sannio potrebbe essere già l'ultima spiaggia.

Non ha pagato quindi finora la rivoluzione decisa in estate dalla dirigenza labronica: oltre al sopracitato cambio di guida tecnica, la squadra è stata modificata per almeno 7/11 nei suoi titolari, con gli addii di alcuni dei protagonisti della promozione come il capocannoniere Vantaggiato, Doumbia, Franco e Pirrello, oltre ai vari Giandonato, Perico, Bresciani, Morelli, Kabashi, Montini, Manconi. Di contro, sono rimasti gli esperti Luci, Valiani, Pedrelli (4 anni a Benevento tra il 2009 e il 2013) e il sannita Bruno - ormai però solo un comprimario -, il portiere Mazzoni, i difensori Gonnelli e Gasbarro, l'attaccante brasiliano Murilo (assente per squalifica al "Vigorito"). Tra i nuovi, è arrivata altra gente dalla provata esperienza e dal curriculum prestigioso come in particolare il 39enne Dainelli e il "figliol prodigo" Diamanti (tornato in amaranto a distanza di 9 anni); altri acquisti di un certo spessore gli attaccanti Raicevic, Giannetti e l'ex Lazio Kozak, i difensori Bogdan, Di Gennaro, Albertazzi e Iapichino, il centrocampista Agazzi, gli esterni Porcino - una toccata e fuga a Benevento nell'estate 2015 senza mai indossare la maglia giallorossa - e Fazzi.

Ma i problemi evidenziati finora dalla squadra toscana sembrano essere molteplici, dalle ovvie difficoltà di amalgama di un gruppo così rinnovato alla poca qualità in mezzo al campo; in più, alcuni elementi chiave sono ormai decisamente in là con gli anni non garantendo quindi un'adeguata tenuta fisica, mentre altri come i nuovi acquisti Raicevic e soprattutto Kozak non stanno rendendo secondo le aspettative. I risultati di tutto ciò sono stati finora una certa fragilità difensiva (11 gol incassati) e un reparto offensivo poco produttivo (4 le reti segnate, peggior attacco del campionato insieme al Cosenza)

Tatticamente, Lucarelli le sta provando tutte: è partito con un 3-5-2 per poi virare di recente su un più coperto 4-4-1-1, per cercare innanzitutto di limitare i danni (obiettivo decisamente fallito nell'ultima pesante sconfitta casalinga contro lo Spezia). Ed è proprio questo il modulo che dovrebbe presentare anche lunedì a Benevento, con Diamanti in appoggio all'unica punta Giannetti, autore di 2 gol finora e uno dei pochi a salvarsi nel negativo avvio di stagione degli amaranto.

L'allenatore del Livorno sa di giocarsi tanto, forse tutto, nella trasferta del "Vigorito": per il Benevento, a sua volta reduce da due sconfitte consecutive che hanno fatto affiorare i primi malumori e "condannato" anch'egli alla vittoria, un avversario da non sottovalutare nonostante il pronostico sembrerebbe chiuso in partenza.


0 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com