• Tommaso Lombardi

Scatta la missione La Spezia, ma al 'Picco' sarà una Strega in emergenza


Dopo l'ultimo allenamento svoltosi stamattina all'Antistadio "Imbriani", per il Benevento è scattata la marcia di avvicinamento alla fondamentale partita di domenica a La Spezia. La squadra giallorossa infatti subito dopo pranzo partirà in pullman per Napoli, da dove poi viaggerà in treno alla volta di Verona, prima tappa intermedia di questa lunga trasferta. Dopo il pernottamento nella città di Romeo e Giulietta, domani la truppa di Bucchi si sposterà nella località di Coccaglio (BS) dove, nelle strutture all'avanguardia dell'Hotel Touring e nella massima riservatezza e concentrazione, si inizierà seriamente a lavorare in vista del recupero di campionato. Sabato, infine, il trasferimento a Lerici, nelle Cinque Terre, a 10 chilometri da La Spezia: sarà questo il quartier generale - già opzionato dal club sannita nel precedente viaggio a vuoto di fine ottobre - in cui i giallorossi ultimeranno la preparazione per il cruciale match del "Picco".

Non un ritiro, come ha spiegato l'altra sera il presidente Vigorito nel suo lungo intervento televisivo, bensì una partenza anticipata: un modo per trovare la necessaria concentrazione in questo momento difficile, eventualmente guardarsi negli occhi e capire cos'è che non funziona, e lavorare serenamente in vista del fondamentale incontro in terra ligure. In questa direzione può allora trovare spiegazione anche la scelta della società di non effettuare, per questa settimana, la consueta conferenza stampa pre partita del tecnico Bucchi così come quella di tenere chiusi ai tifosi e agli addetti ai lavori i cancelli dell'Antistadio non svolgendo, diversamente dalle scorse settimane, nemmeno un allenamento aperto al pubblico.

Al "Picco" sarà però una Strega in emergenza: oltre ai lungodegenti Tuia, Bukata e Del Pinto, saranno sicuramente out anche Costa (che a Carpi ha riportato uno stiramento muscolare e starà fuori diverse settimane), lo squalificato Tello, Maggio e Improta che pare non abbiano ancora recuperato dai rispettivi problemi e a sorpresa potrebbe non esserci nemmeno Nocerino, anche lui vittima di un fastidio (tenuto celato) nel pre-Carpi e a serio rischio forfait. L'unico pienamente recuperabile è quindi Di Chiara, che ha superato i problemi respiratori accusati al "Cabassi", mentre lo staff medico del club giallorosso proverà fino all'ultimo a rimettere in sesto la malandata caviglia di Letizia, colpita nuovamente duro sabato scorso: conoscendo anche la generosità del terzino napoletano non si può escludere alla fine di vederlo in campo a La Spezia, soprattutto in questo momento di difficoltà della squadra. Ad ogni modo, per Bucchi l'undici titolare (e il modulo) da opporre alla formazione ligure appare fin da ora un vero e proprio rompicapo: difficile la riproposizione della difesa a tre per carenza di centrali salvo l'impiego di Antei (ma come sta realmente?) o Sparandeo, o il riutilizzo di Di Chiara come difensore (ma a quel punto, se Letizia non dovesse farcela, sarebbe sguarnita la corsia mancina); ugualmente difficile però - con l'eventuale forfait di Nocerino - anche il ripristino del 4-3-3 per le troppe assenze a centrocampo. Possibili ulteriori novità dunque, con un'unica certezza: a La Spezia è una partita da non fallire.


410 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com