• Tommaso Lombardi

Benevento all'esame Perugia: Bucchi si gioca la panchina contro il suo passato


Ritrovare lo spirito, le certezze e soprattutto i punti: è questo l'imperativo che accompagnerà nel pomeriggio il Benevento, che attende al "Vigorito" il Perugia in un match delicatissimo per le ambizioni di alta classifica della Strega - solo 7 punti e ben 4 sconfitte nelle ultime 7 partite - e soprattutto per il futuro del suo tecnico Bucchi. La posizione del trainer giallorosso è quanto mai in bilico: l'impressione è che un'ulteriore battuta d'arresto contro gli umbri questa volta non verrebbe accettata, né dalla piazza né tantomeno dalla dirigenza che farebbe fatica a prolungare ulteriormente la fiducia al suo allenatore come fatto finora.

Bocche cucite e porte chiuse in casa giallorossa, col club sannita che in settimana ha scelto il silenzio (non c'è stata nemmeno la consueta conferenza pre-gara dell'allenatore) e il totale isolamento nel ritiro di Venticano per compattare un gruppo che appare anche fragile psicologicamente e bisognoso quindi di trovare la necessaria concentrazione per affrontare il fondamentale incontro di oggi: con la speranza stavolta che questa clausura quasi monastica sortisca effetti ben diversi rispetto a La Spezia.

Il tecnico romano, per la sfida al suo "passato" - guidò due anni fa il Perugia fino alla semifinale playoff, arrendendosi in un tiratissimo doppio confronto solo al Benevento di Baroni che poi sarebbe volato in Serie A - recupera solo Tello (al rientro dopo il turno di squalifica) e Improta ma deve ancora far fronte all'emergenza con ben 7 assenti tutti concentrati tra difesa e centrocampo: è probabile comunque il ripristino del vecchio 4-3-3 in cui, davanti al confermato Montipò, dovrebbe agire la stessa linea difensiva vista a La Spezia formata da Letizia, Volta (diffidato, occhio ai cartellini in vista di Palermo), Billong e Di Chiara. In mediana giocoforza il colombiano affiancherà gli unici altri "reduci" Viola e Bandinelli, mentre c'è abbondanza di scelte in attacco: ballottaggio Insigne-Ricci a destra e Coda-Asencio al centro (in pole il bomber cavese), a sinistra Buonaiuto è favorito sul rientrante Improta che non può essere al 100% dopo due settimane di stop.

Il Perugia, invece, arriva nel Sannio lanciato e reduce da tre vittorie consecutive che gli hanno permesso di agganciare proprio il Benevento a quota 17 punti e ai margini della zona playoff: recuperati Vido e Verre, l'unico dubbio per Nesta riguarda l'impiego dal primo minuto di Melchiorri; pronto Mustacchio in alternativa. "Sarà decisiva la prima mezzora", ha detto il tecnico degli umbri facendo riferimento anche ai possibili problemi ambientali di un Benevento in difficoltà che sarà "monitorato" attentamente dal suo pubblico: il tifo organizzato sannita nel frattempo ieri ha preso posizione esponendo due eloquenti striscioni in città nei quali si invitano i giocatori a tirare fuori gli attributi ed onorare la maglia.

Benevento-Perugia è anche la sfida degli ex: detto di Bucchi, sono ben sei i giocatori giallorossi che se la vedranno col proprio passato (Volta, Buonaiuto, Di Chiara, Puggioni, Bandinelli e Insigne, in ordine di presenze complessive totalizzate con il "grifo") mentre tra le file dei biancorossi figurano come ex il capitano Bianco (nel Sannio nella stagione 2010/2011, senza impressionare) e parzialmente anche il terzino Mazzocchi, cresciuto nel settore giovanile giallorosso senza mai arrivare in prima squadra. Questo pomeriggio, però, non ci sarà spazio per i ricordi e per i sentimentalismi: la posta in palio è troppo alta e il "Vigorito" - prevendita fiacca con solo un migliaio di biglietti staccati, di cui 200 da Perugia - si aspetta una precisa risposta dai suoi calciatori: anche per loro, oltre che per il tecnico, sembra essere finito il tempo degli alibi.

Probabili formazioni:

BENEVENTO (4-3-3): Montipò; Letizia, Volta, Billong, Di Chiara; Tello, Viola, Bandinelli; Insigne, Coda, Buonaiuto.

A disp.: Puggioni, Gori, Gyamfi, Antei, Sparandeo, Goddard, Cuccurullo, Improta, Ricci, Asencio, Filogamo.

All. Bucchi

PERUGIA (4-4-2): Gabriel; Ngawa, Gyomber, Cremonesi, Falasco; Kingsley, Bianco, Verre, Dragomir; Vido, Mustacchio.

A disp.: Leali, Perilli, El Yamiq, Felicioli, Mazzocchi, Sgarbi, Bordin, Kouan, Moscati, Bianchimano, Melchiorri, Terrani.

All. Nesta

Arbitro: Massimi della sezione di Termoli

SU PIANETA STREGA DIRETTA TESTUALE DELLA PARTITA DALLE ORE 18


106 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com