• Redazione

Bucchi: «Partita vinta con l'anima. Conviviamo con delle difficoltà ma non ci piangiamo addosso»


È tornato a parlare dopo due settimane di silenzio Cristian Bucchi, intervenuto ai microfoni degli operatori dell'informazione al termine della sofferta ma preziosa vittoria del suo Benevento contro il Perugia, giunta in extremis grazie ad una prodezza di Bandinelli. Queste alcune impressioni del tecnico della Strega sul match di stasera, partendo dall'esultanza liberatoria finale: «Questo è un mestiere meraviglioso, che ti porta a vivere tantissime emozioni all'interno di una stessa partita e all'interno della settimana, che suscitano pensieri diversi. Il dispiacere era di non riuscire a concretizzare il lavoro settimanale dei ragazzi. Venivamo da alcuni risultati dove, tranne forse La Spezia, non meritavano di non raccogliere punti; dentro quell'esultanza c'era la grandissima gioia di vedere questi ragazzi vincere e meritare la vittoria perché in campo hanno fatto quello che dovevano fare, e l'hanno fatto bene. Quando le cose non vanno subentra anche la paura di non riuscire a portare a casa la partita, per questo sono entrato in campo, per evitare che si ripetesse quanto successo a Carpi: non volevo che il fatto di vedere la fine della partita vicina ci potesse mettere addosso la paura di non farcela.

Non siamo mai stati molto fortunati in queste dodici giornate, ogni volta che gli avversari tirano è palo-gol... al primo tiro gli avversari ci fanno gol. Ma se analizziamo la partita credo che abbiamo meritato di vincerla, e in maniera sostanziale: al di là del gol di Verre il Perugia nel secondo tempo ha avuto una sola occasione, noi diverse.

Sono state settimane complicate, come sempre quando c'è qualcosa che non va. Il calcio esaspera sempre... il gruppo lavora e ci mette l'anima, nonostante tante difficoltà perché, senza piangerci addosso, stiamo convivendo con una situazione di grande emergenza. Tutti sanno cosa vorremmo fare con questa squadra ma a volte bisogna fare conto con quello che si ha, e l'allenatore non sempre può fare quello che vuole ma deve essere bravo a fare quello che può, e in questo periodo abbiamo pochi giocatori disponibili in alcuni reparti. Non mi lamento e non lo vado a dire, ma devo farci i conti tutti i giorni. È questo il rammarico, di sapere che stiamo convivendo con delle difficoltà. Ma i ragazzi ci mettono l'anima, stasera sono stati bravi a crederci fino in fondo e l'hanno vinta con l'anima, ci hanno messo quel fuoco che serviva in questo momento».


0 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com