• Giuseppe Longo

QUOTIAMOCI | Battaglia dura ed imprevedibile, allo 'Zaccheria' è il classico match da tripla


INFERNO ROSSO(NERO). Per il Benevento che farà tappa allo Zaccheria di Foggia si preannuncia una sfida caldissima (nonostante le previsioni meteo che parlano di un clima glaciale) che cela diverse insidie per tre ordini di motivi. Il primo è costituito dalla posizione in classifica dei satanelli, a ridosso di quell'inferno che potrebbe risucchiarli in terza serie e che li spinge ad essere affamati di punti, senza "se" e senza "ma". Il secondo riguarda la profonda rivalità che sussiste fra le due tifoserie (dopo la fine di quel che fu il famoso gemellaggio) e la pressione che le stesse eserciteranno sulle rispettive compagini. In terzo luogo la presenza di diversi "ex" in campo, esclusivamente su sponda foggiana (alcuni di antica data e non più "sentiti" come Agnelli, altri recenti come Mazzeo e Iemmello e infine altri ancora recentissimi come Billong), potrebbe portare motivazioni extra, soprattutto per coloro che si sono sentiti "rifiutati" dalla Strega (a tal proposito, basti ricordare la grinta di Walter Lopez su qualsiasi pallone giocato intravista a Salerno e per fortuna inefficace). Tutti questi ingredienti, ben mescolati, potrebbero far dimenticare che si tratta di un incontro fra la terza e la quintultima in classifica e regalare una gara dall'andamento e dall'esito tutt'altro che scontati.

SEGNO DEL MATCH. Lo sanno bene i bookmaker, che avranno analizzato attentamente la sfida e, rintracciando molti altri temi oltre ai nostri, sono giunti alla conclusione di affidare quote equilibratissime al confronto. Una vittoria della Strega, infatti, è quotata 2,7 volte la posta (con una probabilità del 35%). Leggerissimamente al di sotto, in termini di probabilità, la vittoria dei rossoneri a quota 2,75 e probabile al 34%. Il pareggio, infine, è il meno probabile (31%), a quota 3,05.

Ciò che preoccupa è che si parla di quote molto meno incoraggianti per i giallorossi rispetto all'ultima trasferta, quella di Salerno, in cui si trattava pur sempre di un derby e contro una squadra dalle chiare ambizioni play-off. Questo paragone conferma ulteriormente le insidie descritte prima. Nonostante ciò, però, la notizia positiva è che in questa iperequilibrata serie B, la quota di vittoria della Strega è la seconda migliore di giornata per una squadra in trasferta. Più favorito è solo lo Spezia che affronta il Carpi al Cabassi (quota 2,10). Segue il Venezia impegnato al Picchi di Livorno (vittoria dei lagunari quotata a 3,40).

Guardando invece alla storia del campionato giallorosso, troviamo che in termini di previsioni degli allibratori la partita più simile alla prossima (quindi equilibratissima nelle quote) è stata quella dell'Adriatico di Pescara (vittoria dei biancazzurri a 2,70, trionfo degli ospiti a 2,65).

OVER 2.5 E GOL. Nella svolta post-Carpi, abbiamo constatato come il team di Bucchi agli occhi degli analisti sia progressivamente diventato una squadra sempre più da under 2.5. Questa partita fa un po' eccezione e rimanda leggermente indietro la suddetta convinzione, facendo risalire la quota dell'under 2.5 (numero di reti totali pari in numero pari o inferiore a 2) a 1,70 (prob. 54%). La quota dell'over 2.5, invece, di solito intorno a 2,10, scende a 2 (prob. 46%).

Anche per quanto riguarda l'evento "gol" (quota 1,73; prob. 53,6%) è incrementato il divario rispetto al "no gol" (quota 2; prob. 46,4%), a testimonianza della previsione di una partita, sì, dall'esito incerto, ma con formazioni che non risparmieranno troppe energie per studiarsi eccessivamente. In altri termini, le quote dell'esito finale sono equilibrate perché è la classica sfida che può essere decisa da un singolo episodio, ma ciò non è sinonimo di partita equilibrata e tattica nel corso del suo svolgimento, anzi le agenzie di betting la immaginano meno guardinga delle ultime giocate dalla Strega.

RISULTATI ESATTI. Con l'under 2.5 e il "gol" eventi più attesi, il risultato esatto più probabile non poteva che essere l'1-1 (quota 5,50) con una probabilità, decisamente alta, del 13%. A conferma del totale equilibrio e dell'incapacità da parte dei bookmaker di individuare un probabile vincitore, i risultati esatti da qui in poi sono, in maniera monotona, un continuo susseguirsi di score speculari equiprobabili, del tipo x-y e y-x entrambi alla stessa quota (e quindi alla stessa probabilità). Si comincia con lo 0-1 e l'1-0 (entrambi a 8,50; prob. 8,4%), più probabili del pareggio a reti bianche (quota 8,75; prob. 8,2%). Seguono 1-2 e 2-1 a quota 10 (prob. 7,1%). L'unico elemento di novità è costituito dal pareggio per 2-2 che è quotato come lo 0-2 e il 2-0 (per tutti e tre quota 13 e probabilità del 5,5%). Successivamente vi sono 1-3 e 3-1 (quota 22; prob. 3,2%) e 0-3 e 3-0 (quota 25; prob. 2,9%). Superfluo aggiungere che il tutto prosegue con la suddetta tediosa simmetria. A questo punto non può che saltare all'occhio l'unico punteggio non equiprobabile al suo speculare. Lo citiamo soltanto per curiosità, dato il suo scarso peso a livello probabilistico: si tratta dell'1-4 (quota 45; prob. 1,6%), più atteso del 4-1 (quota 50; prob. 1,4%). Il motivo di questa asimmetria in un quadro così equilibrato non riusciamo a spiegarcelo, anzi vi inviatiamo a fornirci qualche idea nei commenti qualora aveste qualche illuminazione.

PROBABILI MARCATORI. Concludiamo, come sempre, con l'analisi delle quote dei probabili marcatori. Nonostante non si giochi al Vigorito, troviamo in testa la prima punta dei sanniti Massimo Coda, con la stessa quota di marcatura che detiene fra le mura amiche ovvero 2,75 (prob. 26,7%) e ciò costituisce indubbiamente una bella notizia. Evidentemente gli analisti non hanno dimenticato che nella gara d'andata fu sua l'unica rete di matrice giallorossa, condita da una traversa colpita nei minuti di recupero. Il cavese è seguito a ruota da due ex giallorossi, in ballottaggio per guidare l'attacco rossonero: stiamo parlando di Fabio Mazzeo e Pietro Iemmello (quota 3; prob. 25%). Dopo di loro il brasiliano Lucas Chiaretti a 3,50 (prob. 22,2%).

A 3,75 (prob. 21,1%) incontriamo altri tre sanniti, in particolare coloro che attualmente supportano Coda o lo sostituiscono: si tratta di Insigne, Asencio e Armenteros. Insieme a loro quel Cristian Galano, foggiano di nascita tra l'altro, che all'andata tanti problemi procurò al centrocampo e alla retroguardia di Bucchi, confezionando un gol e un assist. A quota 4 (prob. 20%) intercettiamo Improta che, nonostante il suo compito di cursore a tutta fascia, ultimamente si ritrova a calciare in porta almeno un paio di volte per match. Non a caso, infatti, il puteolano precede in questa speciale classifica Ricci e Buonaiuto, entrambi a quota 5 (prob. 16,7%). Alla stessa quota vi sono Matarese (un classe '98 arrivato a gennaio in prestito dal Frosinone) e Kragl (autore del primo sigillo, su punizione, che all'andata inaugurò la rimonta dei dauni). A quota 6 (prob. 14,3%) troviamo i locali Deli e Cicerelli. Attardati i primi centrocampisti dei sanniti Viola e Bandinelli (i più dotati sui colpi dalla distanza), a quota 6,50 (prob. 13,3%). A quota 7 (prob. 12,5%) il capitano dei locali Agnelli (che potrebbe non essere dell'incontro) e Gerbo. Chiudono a 7,50 (prob. 11,8%) il satanello Greco e lo stregone Tello.

Infine si segnala, ancora una volta, l'assenza di Vokic dalla lista appena scorsa. Evidentemente gli allibratori ipotizzano che lo sloveno non possa essere ancora impiegato.

REGNA L'INCERTEZZA. Se non riescono a ipotizzarlo i match analyst delle agenzie di scommesse chi potrebbe prevalere, figurarsi se lo possiamo prevedere noi. Tuttavia riteniamo che, tra Satanelli e Streghe, chiunque riuscisse a portare a casa l'intera posta in palio conseguirebbe un risultato dal peso specifico elevato, in ottica salvezza per i dauni e in prospettiva promozione diretta per i campani, che così facendo agguanterebbero il Palermo (che riposa) alla seconda piazza. Motivazioni forti, quindi, che potrebbero portare quella dello Zaccheria a svolgersi come una battaglia senza esclusione di colpi, da combattere di sciabola più che di fioretto. Chi sarà più volitivo e determinato avrà la meglio in questo caldo, ma gelido, sabato (o Sabba) fra Streghe e Diavoli.

#quotiamoci #Benevento #Foggia #quote #bookmaker #scommesse #over #marcatori

118 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com