• Tommaso Lombardi

13 anni di presidenza Vigorito: per il patron un 'compleanno' di riflessione


17 marzo 2006 - 17 marzo 2019: tredici anni di presidenza Vigorito, tredici anni da quando i fratelli Oreste e Ciro rilevarono il Benevento Calcio, allora in Serie C2, salvando una società sull'orlo di un nuovo probabile fallimento dopo la disastrosa gestione Tescari, pochi mesi dopo la fine del capitolo Sporting e la retrocessione a tavolino col Lodo Petrucci.

Tredici anni mai banali, con delusioni (campionati e playoff persi in serie), lutti (Ciro ci ha lasciati nel 2010, Carmelo Imbriani nel 2013) e infine e soprattutto grandi emozioni e traguardi raggiunti, con la rapida ed incredibile scalata della Strega che ha portato i colori giallorossi prima sui campi della tanto agognata Serie B e poi, addirittura, seppur con un'apparizione tanto indimenticabile (nel bene e nel male) quanto fugace, nel paradiso della Serie A.

Quella Serie A in cui tutti adesso desiderano tornare ma che non deve diventare un assillo e un'ossessione, come in precedenza per troppi anni era stata la promozione in B: e del resto all'inizio di questa stagione il presidente aveva chiaramente parlato di un "progetto triennale", necessario sia per assorbire e metabolizzare una retrocessione (la prima dell'era Vigorito) che inevitabilmente si è portata dietro con sé delle scorie (leggasi: situazioni contrattuali pesanti da gestire), sia per ricostruire e rafforzare la struttura di una società che forse troppo velocemente si era affacciata al grande calcio.

Un "progetto" però che mai come in questo momento appare in discussione, con i dubbi e gli interrogativi che aleggiano (per la verità, già da qualche tempo) intorno alle figure del Ds Foggia e del tecnico Bucchi, gli artefici della rosa attuale, e che le tre recenti sconfitte consecutive hanno contribuito ad ingigantire, con la piazza in fermento in queste ore che si aspettava una decisa sterzata e una risposta da parte della società in vista di un finale di campionato comunque aperto e in cui il Benevento può ancora essere protagonista.

Ecco perché la ricorrenza di ieri sarà stata anche un momento di riflessione per il presidente Vigorito: per ora, anche se ufficialmente nulla è stato detto né è trapelato dopo l'ormai famoso summit di sabato pomeriggio nel post partita di Benevento-Spezia, è stata confermata la fiducia (non illimitata) nei confronti di Bucchi, evidentemente non ritenuto l'unico colpevole di questa situazione nella quale le responsabilità sono da condividere anche con i giocatori.

Avanti così dunque, nella speranza che la sosta (forse, mai così opportuna) serva a ricompattare i ranghi e a schiarirsi le idee verso un finale di stagione, come detto, ancora tutto da scrivere e in cui nessun obiettivo è precluso.

Nel frattempo, e con un giorno di ritardo... Tanti auguri per questo anniversario Presidente, "per aspera ad astra"!

#Vigorito #BeneventoCalcio #Bucchi

175 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com