• Michele Mandato

Benevento-Carpi...Tre punti per provare a ripartire! | Le pagelle


Vittoria doveva essere e vittoria è stata! Alla fine il Benevento incassa i tre punti contro un Carpi che pur da ultimo in classifica vende cara la pelle e per larghi tratti della gara si dimostra squadra scorbutica e coriacea propio ad immagine del suo allenatore Castori di cui è parsa rifletterne il temperamento. Tre punti in ogni caso imprescindibili che permettono alla Strega di rimanere attaccata con le unghie alle primissime posizioni di classifica di questo equilibrato torneo.

Vediamo le prestazioni dei singoli giocatori:

Montipò 6,5

È incolpevole sull'ennesimo gol incassato da calcio da fermo (dove invece dormono i suoi compagni di squadra), producendosi anzi in un paio di prodezze salvarisultato nella ripresa. Dimostrando così di voler mettersi alle spalle quel po' di appannamento evidenziato nelle ultime settimane. Bentornato!

Maggio 6,5

Buono il rientro nei ranghi da titolare dell'ex partenopeo, che questa volta gioca una partita attenta e puntigliosa soprattutto nel primo tempo fornendo una gran palla gol a Coda che però la spreca e con in più la ciliegina del gol personale, che riporta la partita dei giallorossi nei binari giusti restituendo convinzione alla propria squadra dopo l'inopinato pareggio degli ospiti. Adesso però non ci si può più fermare bisogna assolutamente mantenersi quantomeno su questi livelli!

Volta 6

Non si può dire che siano mancati grattacapi difensivi contro la squadra fanalino di coda di questo campionato con qualche difficoltà in fase di chiusura e di posizionamento anche dell'ex perugino ritornato per l'occasione centrale difensivo. Alcune sbavature che però fortunatamente non causano danni irreparabili e... tutto è bene ciò che finisce bene!

Antei 6+

Un po' più lucido e reattivo del suo compagno di reparto, mette qualche pezza a dei buchi che potevano diventare delle voragini. Si vede però che non è al top dal punto di vista fisico. Difensore comunque fondamentale!

Improta 6,5

Gli tocca giocare anche da terzino, grazie alle..."peripezie" mentali di mister Bucchi. Inizia come meglio non potrebbe andando in gol già al primo minuto, poi ci mette come sempre l'anima ma evidenzia in più di un'occasione di non essere a suo agio in quella porzione di campo dove si concentrano pericolose incursioni avversarie che spesso solo per caso non si concretizzano in maniera mortifera. Comunque gli rimane il grande merito di aver aperto subito le marcature, cosa molto importante nell'economia di un match.

Viola 7

Conferma di essere, dopo l'ottima prova di Ascoli, un giocatore fondamentale per l'assetto di questa squadra. Dopo un avvio non perfetto a causa di qualche piccolo errore di misura sale vertiginosamente di rendimento distribuendo palloni con precisione e velocità, prendendosi anche in questa occasione la responsabilità di trasformare il rigore che di fatto chiude la contesa in favore dei sanniti ritornando innegabilmente ad impersonare l'anima di questa squadra. Carisma!

dal 76' Crisetig 6+

Entra con il piglio giusto e nei pochi minuti in cui è in campo gioca con voglia e mentalità sfiorando anche il gol su punizione. Tanta voglia di riscatto dalle ultime non belle prestazioni!

Del Pinto 6+

In crescita dopo la prova scialba di pochi giorni fa in terra marchigiana. Anche qui sale di molto alla distanza confermando di essere un diesel "anima e core" al servizio della squadra, e con una condizione fisica che va perfezionandosi. Ci si può contare!

Buonaiuto 5,5

Ormai avrà fatto l'abitudine ad essere dirottato dal suo allenatore nelle zone di campo a lui non avvezze, dove comunque non sempre riesce ad esprimere appieno le sue potenzialità; questa è una di quelle gare in tono minore in cui non ha di certo brillato in lucidità, e che lo hanno visto protagonista di una sorta di vorticoso girovagare per il campo che non ha portato a nulla di buono se non alla sua sostituzione!

dal 67’ Di Chiara 6

Un buon numero di minuti da mettere nelle gambe in vista del rush finale di campionato. Gioca nel suo ruolo naturale di terzino (cosa che stranamente inizialmente non ha ispirato Bucchi che gli ha preferito Improta) e partecipa alla festa finale con qualche discreta giocata alternata a qualche errore per fortuna veniale.

Ricci 7

Che la sua forma fisica fosse in fase di crescita si era notato già ad Ascoli quando era subentrato nella ripresa ed aveva partecipato attivamente alla rimonta. Contro il Carpi Bucchi lo schiera dietro le due punte e il ragazzo pur se non nel suo ruolo naturale gioca un'ottima gara svariando su tutto il fronte d'attacco nel primo tempo. Nella ripresa ritorna come riferimento di partenza alla sua vecchia prediletta fascia destra, con risultati anche qui ottimi, rendendosi più volte pericoloso e procacciandosi anche un importantissimo calcio di rigore. Davvero bravo!

dal 85' Tello s.v.

Pochi minuti in campo per aiutare a mettere in cassaforte i tre punti.

Coda 5,5

Come sempre fa un gran lavoro, riuscendo spesso a far salire la squadra e spendendosi contemporaneamente anche in un faticoso lavoro di pressing sugli avversari, che non di rado porta frutti. Stavolta però non punge praticamente mai in attacco divorandosi anche un gol gigantesco su una perfetta palla dosata da Maggio che bisognava solo mettere in porta! Speriamo solo ad un rinvio del gol per la prossima gara di Perugia!

Armenteros 6+

Bucchi lo schiera un po' a sorpresa fin dall'inizio e lui ripaga con alcune buone giocate (soprattutto nella seconda parte di gara quando le maglie della retroguardia avversaria si erano allargate), in realtà non concretizza alcune importanti potenziali occasioni in attacco ma dimostra comunque una forma fisica e mentale in netta ascesa, cosa che gli ha permesso di giocare l'intero match (lungo recupero compreso): non ancora al top ma... sulla buona strada!

Bucchi 6-

Ennesimo cambio di formazione del mister marchigiano che, assenze e qualità dell'avversario a parte, sembra ancora alla ricerca dell'assetto ideale e degli uomini giusti da mettere in campo! Nobile intento che però si scontra con la realtà di un torneo praticamente agli sgoccioli che non perdona le squadre senza identità, poco ciniche, e che si deprimono alle prime difficoltà. Finalmente sembra che alcuni uomini di qualità abbiano fatto breccia nel cuore dell'ex allenatore del Sassuolo e siano destinati ad una presenza più costante. Oramai le incertezze devono lasciare il posto alle scelte finali! Countdown, tempo scaduto!


158 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com