• Tommaso Lombardi

Bucchi: «Ho visto una squadra matura, ma non abbiamo fatto ancora niente. Sabato senza fare calcoli»


«Non abbiamo fatto ancora niente». Tiene a freno i facili entusiasmi Cristian Bucchi, dopo la vittoria nella gara d'andata della semifinale Play Off contro il Cittadella. Con il colpo al "Tombolato" il suo Benevento si è messo in una posizione privilegiata nella strada che conduce alla finale ma il tecnico giallorosso non abbassa la guardia in vista del return match di sabato: «È sicuramente una vittoria importantissima ma io la chiudo qua, sto già pensando a sabato e l'ho detto ai miei giocatori».

Il trainer della Strega, intervistato da OttoChannel, analizza poi l'andamento della partita: «È stata una partita difficile su un campo dove tutte le squadre hanno sofferto tanto, e credo che forse stasera per la prima volta il Cittadella sia stato in grande difficoltà. Li abbiamo pressati dall'inizio, abbiamo preso due pali, sfiorato più volte il gol del vantaggio ma non abbiamo capitalizzato, poi su un rimpallo in area con la palla che è rimasta lì abbiamo subito gol alla prima occasione in cui loro sono entrati in area di rigore, tra l'altro su una punizione per me alquanto dubbia. Però non ci siamo disuniti, avevo detto ai ragazzi di non farci condizionare dagli episodi né positivi né negativi perché noi abbiamo le potenzialità di fare tutto e dobbiamo pensare a noi. Nell'intervallo questo è stato quello che ci siamo detti e abbiamo iniziato il secondo tempo così come avevamo iniziato il primo. Con la loro espulsione abbiamo preso campo ma paradossalmente si sono intasati gli spazi, loro sono abili a compattarsi e difendersi. Serviva la giocata del singolo, la ricerca dell'errore individuale, la pazienza e la calma nell'aspettare di trovare un varco sull'esterno o tra le linee. Abbiamo approfittato di un loro errore e poi con una grande giocata di Roberto (Insigne, ndr) abbiamo vinto la gara, credo meritatamente. Ho visto una squadra matura, non condizionata dagli episodi e questo è quello che dovremo fare da qui in avanti per arrivare fino in fondo. Sabato sarà un'altra battaglia, loro si giocheranno il tutto per tutto: partiremo per vincerla, senza fare calcoli. L'espulsione di Armenteros? È stato fortunato che non c'era più negli spogliatoi, stasera con lui sono veramente molto arrabbiato perché è un giocatore per noi importante ed anche esperto che non può commettere questa ingenuità in un momento del genere della partita. Da un giocatore come lui non lo accetto, non è da condannare però stasera se non dorme è giusto così...».

Una battuta sull'arbitraggio di Ghersini, protagonista in negativo in passato in varie partite del Benevento e la cui designazione aveva sollevato polemiche e preoccupazioni nell'ambiente giallorosso: «In partite come queste gli episodi possono spostare gli equilibri, è importante da subito indirizzare la gara in modo tale che non ci siano speculazioni di ogni genere. Ghersini stasera ha interpretato bene la partita, quando c'è una coerenza nell'andamento di una gara lo si accetta. Contro il Palermo mi ero lamentato di un'incoerenza, stasera credo che sia stato uniforme e coerente nella conduzione».

#Bucchi #postpartita #CittadellaBenevento #playoff #SerieB #dichiarazioni

0 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com