• Tommaso Lombardi

Il Cittadella ci crede: «A Benevento per fare l'impresa»


Non molla il Cittadella, e non mollerà fino alle 23.00 di sabato sera, c'è da giurarci. E del resto, non potrebbe essere diversamente per una squadra che in questi anni di crescita continua nei piani alti della Serie B ha fatto dello spirito battagliero e della compattezza il proprio marchio di fabbrica: l'1-2 casalingo subito dal Benevento è un fardello pesante in vista del return match del "Vigorito" (i veneti adesso per passare dovrebbero vincere con due gol di scarto) ma, nel guardare i volti dei protagonisti e nell'ascoltare le loro dichiarazioni dopo la partita di ieri sera, in casa granata nessuno sembra intenzionato a gettare anzitempo la spugna.

Nell'immediato post gara del "Tombolato", tocca al leader e capitano Manuel Iori suonare la carica e lanciare un chiaro messaggio: "Abbiamo fatto la gara che ci eravamo prefissati di fare, paghiamo a caro prezzo due ingenuità. Chiaro che ora diventa più complicato ma la storia del calcio è piena di imprese e non è detto che non possiamo compierla noi: ci sono altri 90 minuti, è un risultato fattibile, non dobbiamo vincere 5-0 ma con due gol di scarto. Io credo che il Benevento non sia tranquillo del risultato di stasera. Dobbiamo tirar su la testa e recuperare velocemente le energie fisiche e mentali, il margine d'errore si riduce ma giochiamo per vincere: andiamo là per provare a fare l'impresa, non mi sento sconfitto in partenza. Ci crediamo? Certo, non è mica finita, se qualcuno pensa che sia finita non deve presentarsi domani..."

Più pacato ma ugualmente convinto il commento del tecnico Roberto Venturato: "Abbiamo fatto un primo tempo esemplare contro una squadra forte, mettendo le nostre capacità e la nostra identità all'interno della partita. Eravamo in vantaggio, poi sicuramente l'espulsione di Proia che mi sembra un po' esagerata ci ha condizionati ma siamo stati bravi fino all'ingenuità di Rizzo sul loro pareggio. Dispiace aver preso il secondo gol perché per quello che abbiamo fatto nel secondo tempo in dieci almeno il pari ci stava. Ora dobbiamo ricaricarci, sapendo che sarà un'impresa provare a vincere con due gol di scarto a Benevento. Ma nel calcio non si sa mai, è giusto non mollare, sappiamo che non sarà semplice ma ci proviamo".

Visibilmente contrariato, infine, il Dg dei veneti Stefano Marchetti che si concentra soprattutto sull'episodio dell'espulsione di Proia: "E' difficile commentare una partita così: il Cittadella finché è rimasto in undici contro undici stava controllando e rischiava poco o niente. L'espulsione ha condizionato la partita: tecnicamente il fallo di Proia poteva anche essere da ammonizione, ma nella somma dei due falli secondo me in una partita così importante l'espulsione è esagerata ed ha compromesso la gara. Poi ci abbiamo messo del nostro con l'errore sul primo gol e il Benevento ne ha approfittato. C'è rammarico, ma andremo a Benevento per tirare fuori il massimo cercando di fare l'impresa della vita. Il Cittadella non molla, non ha mai mollato e non mollerà neanche a Benevento. Non abbiamo più niente da perdere".

(Foto: profilo Instagram AS Cittadella 1973)

#AsCittadella #Benevento #PlayOff #SerieB #Venturato #Marchetti #Iori

0 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com