• Tommaso Lombardi

Inzaghi non vuole distrazioni: «Penso solo al Cosenza, in campo la migliore formazione. Due i dubbi»


Vigilia di campionato per il Benevento, che con l'entusiasmo generato dal successo nel derby di Salerno è atteso dall'impegno casalingo di domani contro il Cosenza: primo atto di un mini tour de force che vedrà la Strega in campo per tre partite in otto giorni, con in mezzo la lunga e complicata trasferta infrasettimanale di martedì ad Udine per andare a far visita al Pordenone. Eppure, almeno per il momento, Pippo Inzaghi non sembra intenzionato ad attuare grosse rotazioni e soprattutto vuole restare concentrato sul match contro i calabresi, da lui definito molto complicato:

«Questa è la peggiore partita che ci potesse capitare - ha dichiarato SuperPippo nella conferenza stampa pregara tenutasi oggi pomeriggio - il Cosenza viene da due sconfitte immeritate e bisogna stare molto attenti. L'ho detto dopo Salerno e lo ripeto oggi: non dobbiamo esaltarci, domani è una partita complicatissima che nasconde delle insidie in cui avremo bisogno del nostro pubblico, mi auguro che la nostra gente faccia la differenza. La squadra è pronta, crede molto nelle proprie possibilità. Mi è piaciuta la personalità dimostrata a Salerno ma non abbiamo fatto ancora nulla, dobbiamo migliorare molto. Vedremo domani la risposta in campo.

Io metterò in campo la migliore formazione, ci sarà tempo per pensare a martedì dove magari avremo la possibilità di dare minutaggio a chi ha giocato meno. Il nostro pensiero adesso è solo su questa partita. Ho qualche dubbio perché i ragazzi si sono allenati bene e sono tutti giocatori importanti, ma la squadra ha recuperato bene ed è vogliosa di giocare. Ho cercato di fargli capire che ci saranno delle difficoltà, non tutte le partite nascono come quella di lunedì dove abbiamo vinto attraverso il gioco. Voglio che impariamo a vincere anche le partite sporche, è tutto un percorso di crescita. Veniamo da un risultato molto importante che non vogliamo rovinare.

Commetterei un errore a pensare ad altro che non fosse questa partita. Il Cosenza è una squadra brava a chiudersi e ripartire con giocatori veloci, Braglia è un marpione della categoria e avrà preparato la partita al meglio. Penso solo a questa partita, è chiaro che in mente ho delle idee e dei cambi che penso possano darci tanto, poi non sempre la partita va come la si immagina. Sicuramente però il fatto di avere tutta la rosa a disposizione è un grande vantaggio.

Schiattarella quando rientrerà sarà un perno di questa squadra, i giocatori bravi in un modo o nell'altro il posto lo trovano. Per caratteristiche può giocare insieme ad Hetemaj.

Come si gestisce il dopo Salerno? In ritiro avevo capito che questi giocatori credevano poco nelle loro possibilità, io gli ho detto che devono lavorare per togliersi le soddisfazioni che ho visto nei loro occhi alla fine della partita a Salerno. Mi danno grande carica, ma dobbiamo continuare così perché hanno dimostrato di poter fare quel tipo di gare e se non lo fanno mi fanno incazzare...

Lavoriamo per trovare un certo equilibrio e cercare di sfruttare i giocatori nelle loro posizioni ideali. Penso che questa squadra possa giocare in qualunque modo, è la sua forza. In questo momento stiamo ottenendo dei risultati con questo sistema, ma se in futuro non ce li darà sarei pronto a cambiare. Io devo cercare di far rendere i giocatori al meglio. Alla fine i veri interpreti sono loro, il gol di Sau dopo 16 passaggi consecutivi lo fanno i giocatori forti, non lo fa l'allenatore... Il merito va a loro.

Abbiamo preparato la partita in un certo modo, la pazienza e l'attenzione è sicuramente una delle virtù che domani dovremo avere. Loro sanno difendersi bene e ripartire velocemente, dovremo essere una squadra matura nel trovare il pertugio giusto senza forzare i passaggi e sapendo che le partite durano 90 minuti. E' un bell'esame, sono curioso anch'io di vedere la reazione, ma gli allenamenti mi lasciano ben sperare.

Kragl? Sta bene, come tanti altri. Prima o poi arriverà il suo momento come arriverà il momento degli altri. Kragl l'ho voluto io, quando entrerà dovrà arare il campo. E' comunque uno dei due dubbi che ho, quello tra lui o Insigne. L'altro dubbio è tra Tello e Improta a sinistra.

MI auguro che domani ci sia un bel pubblico che ci dia una mano come fatto a Salerno, è una partita importante che se vinta ci darebbe un grande slancio. Tutti uniti e speriamo di fare un'altra grande partita».

#FilippoInzaghi #conferenzastampa #prepartita #BeneventoCosenza #4agiornata #SerieB

0 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com