• Tommaso Lombardi

Inzaghi: «Vinto con una furbata da squadra esperta. Grande risposta di chi è subentrato»


Era stato buon profeta Pippo Inzaghi alla vigilia della gara di oggi contro il Cosenza. Il tecnico del Benevento aveva messo in guardia i suoi ragazzi evidenziando le insidie che nascondeva quest'incontro: così è stato, con la Strega che a lungo ha sbattuto contro l'ordinata difesa eretta dai calabresi prima di trovare in pieno recupero il gol della vittoria grazie al guizzo di Armenteros. 

Una zampata che regala tre punti pesanti e il primato in classifica (in coabitazione con l'Entella), ma SuperPippo nelle dichiarazioni post gara preferisce soffermarsi soprattutto sul carattere dimostrato dalla sua squadra: 

«Temevo tantissimo questa partita, era una gara che nascondeva molte insidie soprattutto perché un derby lascia degli strascichi ed è normale che emotivamente e mentalmente ci sia uno stacco. Di fronte inoltre avevamo un avversario forte che non meritava di perdere nelle precedenti partite, il Cosenza è una squadra compatta e con giocatori forti nelle ripartenze. Sapevo che avremmo trovato delle difficoltà, ma siamo stati "squadra" e abbiamo rischiato poco. Abbiamo avuto qualche occasione, non tantissime, ma se non la vincevamo non l'avremmo comunque persa. E questo secondo me è da squadra che sta cercando di trovare una maturità. 

Dobbiamo migliorare ma sono molto felice, come ho detto ieri a volte bisogna saper vincere le partite "sporche", quando non si può vincere attraverso il gioco è importante vincere anche così, con un colpo ad effetto o una furbata come un calcio d'angolo battuto velocemente, da squadra esperta. Oggi è una vittoria di grande carattere.

Adesso - prosegue nella sua analisi il tecnico giallorosso - abbiamo poco tempo per gioire, ma dobbiamo dare continuità a queste tre vittorie. Martedì (a Pordenone, ndr) sarà una partita sulla stessa falsariga di oggi. Dovremo però cambiare subito registro, il carattere ti può salvare una partita ma dobbiamo tornare a giocare come fatto a Salerno e col Cittadella. Turnover? Non è una parola che mi piace, farò giocare i migliori. Dovrò valutare, alcuni giocatori hanno speso tanto. Ad esempio Hetemaj se avessi avuto un altro cambio a venti minuti dalla fine lo avrei sostituito con Tello. Dovremo essere bravi a capire chi ha recuperato, ma quando si ha la fortuna di avere dei cambi come quelli di oggi si può stare tranquilli... 

Le condizioni di Montipò? Stamattina si è svegliato col torcicollo, era bloccato e non poteva giocare. Però quando hai due portieri come Manfredini e Gori dormi sonni tranquilli, complimenti a Manfredini che si è fatto trovare pronto e ha fatto delle uscite con grande sicurezza. Volta invece mi ha chiesto il cambio a fine primo tempo, aveva dolore al tendine d'Achille ed era inutile rischiare. Anche in questo caso, voglio fare i complimenti ad Antei che quando è entrato ha fatto una grande partita, di attenzione e forza. È la migliore risposta che quelli che non giocano devono dare, come hanno fatto anche Kragl ed Armenteros. Oggi i cambi sono stati decisivi ed è quello che vogliamo»

#FilippoInzaghi #dichiarazioni #postpartita #BeneventoCosenza

98 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com