• Tommaso Lombardi

Benevento, nessun rimpianto: il “passo” è da A, ma adesso si entra nel vivo del campionato


Amarezza, rammarico, dispiacere. Gli stessi sentimenti manifestati da Pippo Inzaghi nel post partita contro la Virtus Entella accomunano un po' tutta la tifoseria giallorossa, nel day after del pareggio-beffa che ha impedito al Benevento di riagguantare (seppur in coabitazione) la testa della classifica. La sensazione diffusa nell'ambiente è che la Strega nelle ultime due partite, tra l'infrasettimanale di Udine e il match di ieri contro i liguri, abbia raccolto meno di quanto fosse auspicabile alla vigilia e soprattutto di quanto la squadra avrebbe meritato sul campo: e se il pari contro il Pordenone poteva tutto sommato essere accettato di buon grado, l'1-1 di ieri ha invece tutte le sembianze di una grande occasione gettata al vento. Bicchiere mezzo vuoto dunque? Forse si, anche se per converso va detto che probabilmente questi due punti persi "compensano" quelli ottenuti in extremis nove giorni fa contro un Cosenza che se fosse uscito indenne dal “Vigorito” non avrebbe rubato nulla: sintetizzando, in queste due gare casalinghe il Benevento probabilmente ha vinto quella che più meritava di pareggiare ed ha pareggiato quella che al contrario più meritava di vincere. Senza dimenticare il punto griffato Montipò nell'esordio di Pisa... Insomma, i conti alla fine nel complesso tornano ed avere rimpianti su quello che poteva essere e non è stato è un esercizio sterile che serve a poco, in un campionato come la Serie B che ad ogni giornata regala sorprese e in cui ogni singolo punto va guadagnato e sudato contro tutti gli avversari. Meglio concentrarsi sulla realtà, che parla di 12 punti dopo 6 turni (con un perfetto equilibrio di 3 gare giocate in casa e 3 in trasferta), ad una media quindi di 2 punti esatti a partita, e di una striscia d'imbattibilità che si è ulteriormente allungata (i giallorossi sono l'unica squadra insieme all'Empoli che hanno ancora il numero 0 alla voce "sconfitte"). E poco male se la classifica adesso dice terzo posto (che potrebbe diventare quarto in caso di risultato positivo dell'Ascoli stasera): il ritmo tenuto finora dalla banda Inzaghi è da promozione, almeno analizzando le passate edizioni del campionato cadetto che dimostrano come con la media dei 2 punti a partita si vada dritti in Serie A (ed anzi a volte ne bastano anche di meno). Un "passo" regolare che però chiaramente dovrà essere confermato e magari migliorato di qui in avanti, e in tal senso il mese che inizia domani potrà dire già tantissimo con un calendario che andrà progressivamente aumentando il suo grado di difficoltà: Spezia prima della sosta, Perugia, Pescara, Cremonese, Empoli e Juve Stabia nell'ordine le prossime avversarie, ossia tre "scontri diretti" casalinghi (contro Perugia, Cremonese ed Empoli) e tre trasferte su campi complicati come La Spezia, Pescara e lo stesso derby di Castellammare, il tutto concentrato in poche settimane che daranno un nuovo e più chiaro volto alla classifica della Strega. Dopo quest'altro scorcio di campionato saremo infatti arrivati alla 12a giornata, a novembre inoltrato e a quasi un terzo di torneo disputato, con un quadro generale più definito e i reali valori delle forze in campo che presumibilmente si saranno ormai abbastanza delineati. Insomma, da adesso si entra nel vivo: a partire dalla sfida di sabato agli altri liguri, a casa di uno Spezia in crisi e con Italiano già sulla graticola che sarà obbligatoriamente chiamato a dare un segnale di fronte al proprio pubblico. E se è esagerato parlare di mese della verità in un cammino così lungo e tortuoso come la B, di certo si può dire che le prossime sei sfide daranno molte risposte sulla vera consistenza e sulle ambizioni da vertice di un Benevento che comunque appare già solido e al quale Inzaghi sta dando un'identità: un Benevento che, al netto dell'imprecisione sotto porta e della distrazione finale costata due punti ieri, si è approcciato con la giusta mentalità a questo campionato e che sembra avere tutte le carte in regola per continuare a recitare un ruolo di primissimo piano.

(Foto: Il Sannio Quotidiano)

#BeneventoVirtusEntella #SerieB #FilippoInzaghi

163 visualizzazioni

Copyright © 2018 Pianeta Strega - created by Alberto VALLETTA

Testata giornalistica - aut. Tribunale di Benevento numero 1/2018 del 21 febbraio 2018 | Direttore Responsabile: Mario COLALILLO.
Pianeta Strega è un portale di informazione sportiva sul Benevento Calcio - Disegno ufficiale del logo creato da Pierluigi MASTROBUONI.

redazionepianetastrega@gmail.com